Michelangelo e Firenze

Venerdì 6 febbraio ore 16,30

Cristina Acidini
Monica Bietti
Francesca De Luca
Franca Falletti
Pina Ragionieri
Michelangelo e Firenze
Presiede Valdo Spini

Un lavoro comune del Polo museale fiorentino per progettare un ciclo di iniziative sul grande genio rinascimentale.
In questo intervento Spini spiega la sua proposta di un ”Progetto-Michelangelo” sottolineando la necessità di ricominciare ad offrire alla città le occasioni per rinnovare costantemente le modalità e la peculiarità di attrazione del suo immenso patrimonio di beni culturali.

Un ”Progetto Michelangelo”
di Valdo Spini

Indubbiamente Firenze deve trovare il modo di rinnovare continuamente le modalità e la peculiarità di attrazione del suo immenso patrimonio dei beni culturali.
Ciò al duplice scopo di fornire sempre nuove occasioni di qualificazione alle Istituzioni culturali siano esse statali, religiose o locali operanti  suo territorio, sia per rispondere alla crisi che sta attraversando il suo turismo, derivante a sua volta della crisi economico-finanziaria internazionale, che ha visto una flessione delle presenze alberghiere dell’ordine del 15-20%. Crisi aggravata dai tagli pubblici continui e ricorrenti al settore cultura che determinano una situazione di risorse sempre più scarse.
La risposta si può trovare solo in un rapporto di sintonia tra  enti e istituzioni competenti  intorno ad una serie di iniziative rivolte alla valorizzazione di monumenti e personalità legate all’arte e alla cultura di Firenze: fra queste certamente quella di  Michelangelo.
Egli è, infatti, importante non solo per il suo immenso valore artistico ma anche per il suo itinerario religioso, politico, civile che pervade le sue opere d’arte e che ne fanno una delle figure  più affascinanti del Rinascimento.
Com’è noto, il giovane Michelangelo comincia a operare a Firenze nel 1488. Si tratta di una presenza che vede anche periodi trascorsi in altre città (come la Roma di Giulio II), ma che si protrae fino al 1534 quando Michelangelo si stabilisce definitivamente nella Roma di Leone X, il secondo dei Papa Medici dopo Clemente VII.
Numerose e qualificanti i segni della sua presenza  in Firenze dal David dell’Accademia (con i Prigioni), alle Tombe dei Medici in San Lorenzo, alla Pietà custodita all’Opera del Duomo, al Tondo Doni, opera pittorica agli Uffizi, al Crocifisso a Santo Spirito, alla sala di Michelangelo  al Bargello, nonché della sua opera architettonica, svolta anche come architetto militare a difesa della libertà della Repubblica fiorentina nel 1528-30. La  Casa Buonarroti custodisce sia opere artistiche che documenti , memorie di Michelangelo o relative a Michelangelo. Lo stesso Palazzo Vecchio ha presenze dell’artista, ma testimonianze dell’artista sono custodite  anche alla Biblioteca Nazionale e all’Archivio di Stato.
Quello che propongo è  un lavoro comune fra le varie istituzioni  statali,  comunali ed ecclesiastiche fiorentine per definire una serie di eventi legati al nome di Michelangelo in grado di attivare percorsi, iniziative, convegni, conferenze, proiezioni cinematografiche, una guida a stampa di Michelangelo a Firenze, utilizzando anche gli strumenti dell’informatica e ricercando ( perché no?) una collaborazione anche con Roma e con i Musei Vaticani?
Il Polo museale fiorentino è certo il maggiore e più autorevole depositario dell’eredità michelangiolesca, ed è dunque soprattutto a questa istituzione che Firenze deve guardare per realizzare in breve tempo questa corale iniziativa.
Info: Spazio QCR tel. 055 2658192 info@rosselli.org http://www.rosselli.org

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: