Forum di Italia Nostra sul Piano strutturale

Fonte: La Nazione, 14 febbraio 2009

Le obiezioni di Italia Nostra. “No al piano strutturale” I comitati mettono i veti
Il rischio “Non può essere buttato, ma va rivisto. Troppi scempi da scongiurare”

No all’approvazione del piano strutturale prima delle elezioni amministrative. E’ la richiesta di Italia Nostra, Comitato dei Cittadini di Firenze, Comitato di difesa per il paesaggio del Galluzzo e Comitato dei Cittadini del Quartiere 4, che ieri hanno organizzato un incontro pubblico sull’argomento. “La giuny è zoppa – ha detto Paolo Celebre del Comitato dei Cittadini di Firenze – e nn può esprimersi in così breve tempo su una questione così complessa, che riguarda l’evoluzione della città nei prossimi 20-30 anni”. “Per di più – prosegue Franco Poli del Comitato dell’ex-panificio Militare di via Mariti – ci sono molti punti di questo piano strutturale che non condividiamo”. “Certo – aggiunge – il piano non può essere gettato nel cestino, perchè rappresenta otto anni di lavoro, ma chiediamo che venga rivisto e ridiscusso, con i cittadini e con la consulenza di esperti urbanisti esterni, possibilmente estranei ad interessi professionali locali”: Tra le accuse mosse al piano strutturale, “l’indeterminatezza sul dimensionamento del piano, che risponde più a logiche legate al valore immobiliare che a effettive esigenze socio-economiche” e “la possibilità di edificare sulla fasce collinari fiorentine”. “Il rischio di scempi e di sventramenti di intere colline è molto alto”, ha sottolineato Maria Rita Signorini, consigliere nazionale di Italia Nostra. “Basti pensare – ha proseguito – al campo di calcio da undici, con annessa palestra e piscina, alla Villa di Rusciano, uno scempio che, con l’aiuto della Sovintendenza siamo riusciti a sventare. O al parcheggio in via del Gelsomino, ancora non ultimato, per costruire il quale si è sbancata un’intera collina”.
“Con questa assemblea – ha concluso Leonardo Rombai, presidente di Italia Nostra Firenze – chiediamo a tutti i cittadini, al sindaco e ai candidati alle primarie di sostenere il no all’approvazione del piano strutturale prima delle elezioni amministrative e di lasciare, invece, alla prossima amministrazione il compito della revisione e di una nuova discussione pubblica dei temi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: