Accolto ricorso di Italia Nostra Firenze contro l’inceneritore di Rufina e presentazione dello studio di ISDE MEDICI

Cari lettori,
vi diamo una bella notizia:

è stato accolto il ricorso al Tar della Toscana contro inceneritore di Rufina FI presentato dall’Associazione Italia Nostra e da Giuntini Antinori

Sono stati annullati i procedimenti della VIA E AIA, è un fatto senza precedenti e rappresenta la prima grande vittoria contro gli inceneritori. Il ricorso di Assovaldisieve che era identico nella sostanza a quello presentato da noi non è stato ritenuto ammissibile per vizio di forma, in quanto l’Associazione si era costituita poco tempo prima solo su questa emergenza.
La nostra Associazione esulta e annuncia che presenterà il libro sui rischi alla salute, prodotto da questo tipo d’impianti industriali, un rigoroso studio redatto da ISDE MEDICI PER L’AMBIENTE il 18 marzo presso la sede di Italia Nostra Firenze.
Ampio spazio hanno dedicato tutti i quotidiani a questa vicenda; riportiamo di seguito l’articolo del giornale on-line Nove da Firenze.

RIFIUTI. Rufina: accolto il ricorso al Tar della Toscana contro l’inceneritore
Giovedì 4 marzo 2010

ITALIA NOSTRA
Sono stati annullati i procedimenti della VIA E AIA, è un fatto senza precedenti e rappresenta la prima grande vittoria contro gli inceneritori. Un altro ricorso di Assovaldisieve che era identico nella sostanza a quello accolto non è stato ritenuto ammissibile per vizio di forma, in quanto l’Associazione si era costituita poco tempo prima su quella emergenza.
“La pianificazione provinciale dei rifiuti resta salda e solida. L’illegittimità individuata dalla sentenza del Tar relativa al ricorso sul termovalorizzatore di Selvapiana si basa innanzitutto su un vizio di procedura che non riguarda la Provincia di Firenze, ma il parere espresso dalla Soprintendenza in sede di VIA”. Con queste parole l’Assessore provinciale all’Ambiente commenta la sentenza del Tar relativa all’impianto “I Cipressi” a Rufina, sottolineando preliminarmente che sui cinque ricorsi promossi con riferimento all’impianto di Selvapiana sono state emesse due sentenze, una favorevole alle amministrazioni resistenti e una sfavorevole. In particolare, i due ricorsi dell’Associazione Valdisieve sono stati dichiarati inammissibili. L’assessore sottolinea inoltre che per la seconda volta, ossia dopo la sentenza sul ricorso Wwf, il Tar fa salva la pianificazione provinciale sui rifiuti, comprese le scelte impiantistiche ed il ricorso alla termovalorizzazione, non censurando in alcun modo la localizzazione dell’impianto nel sito di Selvapiana, né le sue dimensioni o caratteristiche strutturali. Non è stato oggetto di censure del Tar neppure la considerazione dell’impianto come ampliamento di quello esistente, anziché nuovo impianto. In pratica, l’annullamento della VIA riguarda un parere “orientativo” della Soprintendenza in merito all’impatto paesaggistico di Selvapiana. Un parere che, secondo il Tar, doveva essere “definitivo”, esprimendo quindi un sì o un no e non limitarsi soltanto ad un orientamento favorevole. Per quanto riguarda l’AIA, oltre alla riproposizione del vizio legato al parere della Sovrintendenza, il Tar ha rilevato che non risultavano esplicitate tutte le motivazioni dei pareri assunti. Il Tar dunque ha annullato solamente gli atti gestionali a valle, ovvero l’autorizzazione di VIA e AIA, per difetto di istruttoria. Conseguentemente il difetto di istruttoria fa arretrare il procedimento di autorizzazione di VIA e di AIA, che potrà comunque essere completato in tempi ragionevolmente brevi, fermo restando la localizzazione e il dimensionamento dell’impianto di Selvapiana così come previsto nella pianificazione regionale e provinciale. “In ogni caso – conclude l’Assessore – ci riserviamo di valutare i prossimi passi da compiere, non escludendo nemmeno l’ipotesi di ricorrere al Consiglio di Stato”.
“La nostra Associazione esulta e annuncia che presenterà il libro sui rischi alla salute, prodotto da questo tipo d’impianti industriali, un rigoroso studio redatto da ISDE MEDICI PER L’AMBIENTE il 18 marzo presso la sede di Italia Nostra Firenze” commenta invece Mariarita Signorini, membro della Giunta e del gruppo di lavoro energia del Consiglio nazionale d’Italia Nostra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: