Breve nota di Italia Nostra sulla manifestazione di Ampugnano e rassegna stampa sulla manifestazione

La manifestazione contro l’ampliamento dell’aeroporto di Ampugnano di sabato pomeriggio a Siena è stata uno straordinario successo che ha registrato la partecipazione di circa 2000 persone, fra cui molti nomi di spicco del mondo intellettuale/culturale italiano.
In rappresentanza d’Italia Nostra nazionale erano presenti il vicepresidente Nicola Caracciolo – che ha fatto un intervento a conclusione della manifestazione – e Mariarita Signorini Membro di Giunta nazionale, mentre Salvatore Settis e altri Consiglieri hanno inviato la propria adesione.
Mai si sono viste sfilare così tante bandiere di Italia Nostra: la sezione di Siena era presente in forze, quindi, oltre ad aver firmato il Ricorso al Tar contro l’ampliamento dell’aeroporto insieme al Comitato medesimo, Italia Nostra era anche ‘in piazza’, dove erano presenti anche il WWF e partiti politici (che hanno sfilato senza bandiere).
Straordinari i BANDAO che hanno ritmato la manifestazione a suon di musica e percussioni.

Fonte: Il Corriere di Siena, 23/11/2009
Di: Stefano Bisi

Ampugnano – “La pista non sarà allungata”.
La segretaria provinciale del Pd Elisa Meloni recita il de profundis.
Come Mourinho: “Zero metri quadrati, zero metri cubi”.

Mentre i contestatori dell’ampliamento di Ampugnano sfilavano lungo il Corso per dire ancora “no”, a pochi chilometri, al Dancing “Le Piramidi” di Asciano, la segretaria provinciale del Partito democratico Elisa Meloni non ballava il tango ma recitava il de profundis per lo scalo senese. Nella relazione all’assemblea provinciale ha dedicato all’aeroporto poche ma chiarissime parole: “Ampugnano sarà a crescita zero, zero metri quadri e zero metri cubi, che significa che non ci sarà né l’allungamento della pista né l’aumento di nuovi volumi”. Insomma, non ci sarà l’aeroporto. Resterà un piccolo scalo per i piloti della domenica che faranno ronzare i loro aerei sopra le case di San Rocco e Sovicille. Ne dovrà prendere atto anche la neonata società di volo, formata da imprenditori senesi, e riporre i sogni nel cassetto. La decisione era nell’aria. Già prima delle elezioni provinciali l’estensore del programma di governo, Taccioli, aveva detto chiaro e tondo che non ci sarebbe stato l’ampliamento dell’aeroporto di Ampugnano. Ora arriva la conferma più autorevole, quella della segretaria del partito che ha i propri uomini ai vertici di tutti gli enti interessati al progetto di ampliamento, i comuni di Siena e Sovicille, la banca e la fondazione, la camera di commercio. Addio al sogno di Siena di avere un aeroporto. Meglio dire basta visto che anche Galaxy, che aveva mostrato molto interesse per Ampugnano, sembra volersi defilare. Insomma, l’avvocatessa venuta dalla nebbia (Mariani) ha battuto Madame Namblard. La “Corinna” punterà su altre città e chi vorrà venire a Siena continuerà ad arrivare a Roma, Firenze, Pisa. Elisa Meloni ha annunciato la resa con queste parole: “Pur non sottovalutando alcune preoccupazioni che, in buona fede, possono avere tante persone, credo che sia del tutto strumentale l’atteggiamento di chi alimenta il fuoco della polemica, nonostante, la totale assenza di fatti nuovi rispetto agli atti approvati da Regione ed enti locali, che hanno ribadito la dimensione sostenibile rispetto al territorio dell’aeroporto. Ampugnano sarà a crescita zero, zero metri quadri e zero metri cubi, che significa che non ci sarà né l’allungamento della pista né l’aumento di nuovi volumi”. Le notti di Mariani, Giannelli, Camozzi e compagnia non saranno disturbate

Fonte: SienaFree.it

Siena, manifestazione contro ampliamento aeroporto di Ampugnano: in mille al corteo in città

Nel pomeriggio di oggi sono state attorno al migliaio le persone che hanno partecipato alla manifestazione contro il progetto di ampliamento dell’aeroporto di Ampugnano, nel comune di Sovicille.
Il corteo dei manifestanti ha attraversato il centro storico cittadino nell’iniziativa organizzata dal Comitato contro l’ampliamento dell’aeroporto di Ampugnano-Siena che si batte per evitare quella che ritiene una spesa improduttiva e dannosa per l’ambiente, in particolare per le falde acquifere della zona.

Fonte: AGI

2000 persone a Siena contro l’ampliamento di Ampugnano

Oltre un migliaio di persone hanno partecipato, questo pomeriggio, a Siena, ad una manifestazione contro i progetti di ampliamento dell’aeroporto di Ampugnano, situato nel comune di Sovicille, a pochi chilometri dalla città del Palio.
Un’iniziativa organizzata da un comitato che da anni si batte per evitare quella che ritiene una spesa non produttiva e dannosa per l’ambiente, in particolare per le falde acquifere della zona dell’aeroporto, impianto realizzato negli anni trenta. Un corteo ha attraversato il centro storico della città, fino a Piazza del Campo, per poi terminare in una piazza adiacente. Alla manifestazione hanno aderito anche una serie di associazioni ambientaliste e forze politiche di varia tendenza: Verdi, Rifondazione Comunista Comunisti italiani, Lega Nord.

Fonte: Uno Notizie Toscana, Ampugnano – Siena

Siena, no ampliamento aeroporto di Ampugnano
Delegazione di Viterbo ha partecipato alla manifestazione 

Una delegazione del comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo ha partecipato alla manifestazione svoltasi sabato 21 novembre 2009 a Siena contro l’ampliamento dell’aeroporto di Ampugnano.
Il comitato che si oppone al mega-aeroporto di Viterbo e s’impegna per la riduzione del trasporto aereo, in difesa della salute, dell’ambiente, della democrazia, dei diritti di tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: