Lipu e WWF sui provvedimenti del Ministero dell’Ambiente sull’eolico

Eolico, Lipu e WWF: “Bene i due provvedimenti del Ministero dell’Ambiene. L’eolico senza regole non fa bene a nessuno”

5 ottobre 2007

“Benissimo i due provvedimenti del Ministero dell’Ambiente, che non sono norme contro l’eolico ma passi importanti per cominciare a far chiarezza sulla materia e favorirne modi corretti e più efficaci”.
E’ quanto rispondono LIPU e WWF alle dichiarazioni di Greenpeace e Legambiente a proposito delle nuove norme previste in tema di impianti eolici.
“Per la prima volta dopo anni di sostanziale deregulation –dichiarano le associazioni- oggi finalmente assistiamo ad un’azione volta a mettere ordine sul tema, che finora ha generato soprattutto disaccordi, scontri e difficoltà interpretative. E’ in tal senso, allora, la cosa non potrà che risultare di giovamento comune”.
“Il decreto sulla Rete Natura 2000 –ricordano le associazioni- non fa altro che porsi l’obiettivo di tutelare le Zone di Protezione Speciale, quindi aree di straordinaria importanza per la tutela degli uccelli, dei loro habitat, dei corridoi di migrazione, per le quali l’eolico rappresenta oggettivamente un fattore critico. Ciò è peraltro dimostrato dal fatto che nelle ZPS gli impianti eolici, per questa specifica e consistente ragione, non vengono quasi più realizzati. Niente, per converso, il decreto prevede in astratto a proposito delle migliaia di SIC che compongono con le ZPS la Rete Natura 2000, a dimostrazione della fondatezza tecnica, e non certo dell’ideologismo, che ha mosso la redazione del provvedimento”.
“Peraltro è opportuno ricordare –continuano le associazioni- che impegno del nostro Paese e del pianeta intero è tanto quello di battersi contro il drammatico problema dei mutamenti climatici quanto quello di applicare concretamente le direttive e le convenzioni internazionali per la conservazione della biodiversità. Ottica nella quale tutta l’operazione della Rete Natura 2000 va pienamente inserita”.
“Analogo discorso va poi fatto per la questione della VIA, che viene prevista per impianti eolici di grande estensione e potenza e dunque necessitanti, al fine di promuoverne il buon utilizzo, delle opportune perizie”.
“Due provvedimenti doverosi, quindi, –concludono le associazioni- dopo anni di caos e incertezze, che dovrebbero trovare favorevoli proprio i principali sostenitori dell’eolico. Un eolico senza regole non fa bene a nessuno. Né alla natura, né tantomeno allo stesso eolico”.
Ufficio stampa Lipu-Birdlife Italia– ufficiostampa@lipu.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: