Firenze – Fortezza da Basso: bilancio di una devastazione

Comitato dei cittadini di Firenze

Firenze, gennaio 2007
E poi dicono che a Firenze “non accadono fatti, si tramano complotti” (Curzio Maltese su “la  Repubblica” di lunedì 29 gennaio). Come vogliamo definire l’inserimento del “Polo espositivo” alla Fortezza da Basso, in pieno centro storico della città? È sicuramente un complotto ai danni della città stessa, della sua vivibilità, dei suoi interessi collettivi. È sicuramente anche un “fatto”, un dannato “fatto”, con il quale

  • si è creato uno svincolo autostradale attorno alla Fortezza da Basso,
  • si manomette una pregevole area monumentale, non dimentichiamolo, patrimonio dell’umanità, sottoposta a vincolo diretto di tutela,
  • si alterano profondamente gli equilibri urbanistici della città,
  • si congestiona ancor di più l’area centrale della città,
  • si sacrificano al “leviatano” di Firenze Fiera tutte le aree verdi concepite dal Poggi per il “passeggio e lo svago dei cittadini”,
  • scompare il Parco della Rimembranza, dedicato ai caduti della I guerra mondiale.

Proponiamo il confronto tra due immagini da satellite scattate prima e al termine dei lavori di trasformazione e ampliamento del polo espositivo, i fatti sono ben visibili:

Prima

Dopo

  • è visibile la ferita inferta dalla realizzazione del parcheggio ricoperto di terra, non interrato e non a debita distanza dai bastioni, come invece richiesto dal Soprintendente Lolli Ghetti,
  • è ben visibile la decimazione del verde dell’area, pini, lecci, platani, cipressi sono stati tagliati per far posto al parcheggio e all’intrico di strade e sottopassi che ormai avviluppa la Fortezza,
  • è ben visibile la “piazza pedonale” posta davanti al mastio della Fortezza, clamorosamente inutile perché attraversata da taxi, furgoni, tir (durante le mostre), mentre si prevede di far passare anche la tranvia, naturalmente dopo aver consolidato la copertura del sottopasso di Viale Strozzi, progettata per carichi minori (quando si dice che l’amministrazione naviga a vista … e affonda in un mare di errori); i maggiori costi saranno addebitati ai cittadini?
  • è ben visibile l’area interna della Fortezza, ripresa durante una delle mostre che vi si svolgono, completamente ingombra di padiglioni, tende, furgoni, insomma un grande suk a cielo aperto, ben diverso da quel monumento che Antonio da Sangallo aveva ideato.

Scempio, colpevole manomissione, distruzione di un’area monumentale: questo è il “fatto” avvenuto alla Fortezza da Basso di Firenze

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: