Imbarazzante “ritirata” dei consiglieri di maggioranza sulla richiesta di VIA per la TAV

Italia Nostra
Cittadini Area Fiorentina

Comitati dei Cittadini, Firenze

Il Partito Democratico rispetti il consiglio comunale e la città

Per la terza volta consecutiva, in Consiglio comunale, è stata rinviata la discussione sulla mozione firmata un mese fa dai gruppi “Spini per Firenze”, “Perunaltracittà” e “Sinistra e Libertà” che chiedeva la Valutazione di Impatto Ambientale per  la Stazione Foster.
Lunedì scorso, Francesco Bonifazi, capogruppo del PD in Consiglio Comunale, a commento dell’ingloriosa e imbarazzante ritirata di tutto il suo gruppo al momento del voto, ha definito “fuori luogo”  la reazione indignata delle opposizioni, ma in realtà a essere “fuori luogo” è proprio lui.
Anche in questa occasione è infatti emerso con chiarezza che i consiglieri di maggioranza da soli non possono decidere nulla. Tanto meno sulle questioni più importanti, quelle che più stanno a cuore alla città.
Le giustificazioni addotte per l’ennesima proroga – necessità della presenza del Sindaco e attesa per la definizione della nuova Giunta regionale – appaiono giustificazioni “del giorno dopo” e aggravano l’impressione che i rappresentanti del PD non si sentano in dovere di render conto né al Consiglio né ai propri elettori, ma solo a una ristretta nomenclatura partitica. Siamo alla paralisi nel momento in cui – sulla questione della mobilità, della vicenda TAV e delle scelte strategiche per la città – ci dovrebbe essere il massimo dell’impegno.
Il facile slogan somministratoci in questi anni: “andare sotto terra con la TAV per lasciare la superficie al traffico regionale e metropolitano” non convince davvero più nessuno. Sacrificare il sottosuolo di Firenze per farci passare i Freccia Rossa non offre alcun vantaggio sostanziale ai collegamenti locali, anzi complica la funzionalità del sistema, come dimostrano le forti resistenze nella stessa maggioranza.
La pretesa del PD di tener distinta la questione della VIA per la stazione Foster da quella del sottoattraversamento è risibile. Soprattutto dopo che abbiamo saputo che la stazione Foster (in realtà Circondaria) non sarà collegata a S.M. Novella con un people mover (navetta automatica su monorotaia), ma con un semplice treno. Un’effettiva valutazione dei costi e dei benefici di quella stazione (faraonica quanto inefficace) potrebbe rimettere in discussione la logica di tutto il sistema che si sta per realizzare. Per questo si ha paura di discuterne.
Ma questa è anche l’ultima occasione del consiglio e dell’amministrazione comunale per rivendicare un minimo di determinazione e di volontà di governo sulle questioni più vitali per la città.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: