Intervista a Mariarita Signorini di Radio Wave sul convegno di Arezzo “Energie rinnovabili e beni comuni” (centrali a biomasse)

Tratto dal sito Radio Wave International sul convegno del 22 gennaio 2011 tenutosi
ad Arezzo “Energie rinnovabili e beni comuni”

Intervista a Mariarita Signorini per Italia Nostra Onlus: “Italia Nostra: Centrali a biomasse si, ma solo tascabili!!
Clicca qui per ascoltare l’intervista.
Mariarita Signorini del coordinamento Nazionale di Italia Nostra, ci spiega il bluff che rischia di mettere sotto scacco un intera popolazione, col suo lavoro, la sua terra e la sua salute. Non bruciamoci il futuro.
L’industria non ha alibì, può fare i suoi affari costruendo prodotti per la microdiffusione delle tecnologie atte al risparmio e all’approvvigionamento energetico.
Stessa cosa vale per il 3% dei lavoratori italiani che sono inmpiegati nel settore agricolo e che rischiano attraverso gli scellerati patti delle categorie agricole nazionali col mondo industriale, di far valere interessi di pochi sui diritti di tanti. Diritto ad avere un aria pulita, diritto ad avere un acqua incontaminata, diritto di autoprodursi l’energia, diritto a conservare il paesaggio e le buone pratiche agricole che hanno fatto della nostra storia, cultura e identità, un esempio di qualità da esportare nel mondo.
Intervista a Gianni Mori Comitato per la Tutela della Valdichiana: A chi serve la centrale a Biomasse da 35 Megawatt in Valdichiana?
Clicca qui
 per ascoltare l’intervista.
Di sicuro non agli abitanti della spendida valle aretina.
Oggi in un convegno sui beni comuni, e le nove forme di energia democratica, prodotta nel rispetto dell’ambiente e della salute, s’incontrano il Professor Alberto Asor Rosa, il Biologo Gianni Tamino, ed altre importanti personalità che aiuteranno a capire, per chi ancora non l’avesse capito, che la centrale prevista in cambio di pochi posti di lavoro, è parte di un meccanismo malato, che droga il comparto agricolo locale, svalorizza il territorio nel suo complesso, aggredendo beni comuni come l’acqua, l’aria e il paesaggio.
Gianni Mori Presidente di un forte comitato – Comitato per la Tutela della Valdichiana – parlando dell’iniziativa, ci spiega come la politica ad oggi, affronti ancora questi temi con approcci incompetenti e forme di mentalità collegate a vecchi stereotipi di sviluppo che nulla hanno a che fare con i veri interessi delle popolazzioni locali.

Foto di Roberto Rossi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: