Italia nostra Valdichiana: in pericolo la chiesa monumentale della Consolazione per la variante di via del Plazzuolo

Italia nostra Valdichiana: in pericolo la chiesa monumentale della Consolazione
e tutta l’area circostante  per la variante di via del Palazzuolo di Castiglion Fiorentino

Poco fuori dalle mura del centro storico, uscendo da Porta San Michele, si trova la Chiesa della Consolazione, un oratorio della metà del ‘500 con pianta centrale ottagona e con forme classiche, all’interno come all’esterno, che ne riconducono il disegno a un grande architetto, forse Vasari, ma si parla anche di Antonio da Sangallo il Giovane. Sorge sul luogo di un piccolo tabernacolo contenente una Madonna col Bambino, attribuita alla scuola di Luca Signorelli. Il monumentale altare in pietra che contiene l’antica Maestà è opera di Filippo Berrettini.

Il comunicato di Italia Nostra

29 settembre 2008
Vogliamo ribadire la nostra crescente preoccupazione per il futuro della Chiesa Monumentale della Consolazione e per tutta l’area circostante.
Riteniamo che la variante di via del Palazzuolo di Castiglion Fiorentino, come già scritto in precedenza, non sia un necessario rimedio al traffico locale.
La nostra non è una sterile opposizione a nuove infrastrutture, di cui non vogliamo negare la necessità qualora se ne dimostri l’utilità e il corretto inserimento nel contesto ambientale
Italia Nostra chiede che infrastrutture come questa siano realizzate nell’assoluto rispetto dei monumenti, dei valori storici e architettonici presenti, che il Paesaggio sia salvaguardato tenendo conto dell’importanza dell’area coinvolta e che sia tutelata la salute dei cittadini.
La stessa Commissione Europea, sostiene e raccomanda che il traffico sia allontanato il più possibile dai centri storici, dalle zone limitrofe abitate e da tutte le zone di pregio, al fine di diminuirne l’inquinamento atmosferico e acustico e continua a denunciare, nel contempo, una situazione destinata a diventare sempre più critica.
Ci chiediamo allora come mai la nostra Amministrazione preveda di avvicinare il traffico al centro storico e alla chiesa della Consolazione, vero e proprio gioiello architettonico del Cinquecento.
Italia Nostra teme che la finalità dell’operazione sia invece quella di progettare nuovi insediamenti, invece di perseguire un reale interesse generale, pertanto preghiamo l’Amministrazione comunale di rassicurare noi e la popolazione locale in merito.
Consideriamo incoraggianti i recenti riconoscimenti ottenuti da Castiglion Fiorentino, e degno di nota l’inserimento di ” La Val di Chio e le sue colline” tra i 46 “PAESAGGI SENSIBILI” di tutto il Paese, promosso da Italia Nostra nazionale. Questo presupposto dovrebbe portare all’assunzione di precisi impegni da parte dell’Amministrazione comunale per salvare il Nostro patrimonio, valorizzandolo ed elevandolo al rango di obiettivo primario.
Corre l’obbligo a tal proposito di ricordare l’Art.9 della Costituzione Italiana:
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione
noi ne siamo convinti assertori e pensiamo che la tutela di questi beni comuni siano essenziali per valorizzare il territorio e salvarne anche l’economia.
Liliane Buffaut Mungo – Italia Nostra Sezione Valdichiana
Mariarita Signorini – Gruppo di lavoro mobilità e Consiglio nazionale d’Italia Nostra
Dal sito del Comune di Castiglion Fiorentino
Il comunicato è anche su Arezzo notizie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: