Montaione: La seconda giovinezza di Castelfalfi

Fonte: La Nazione, Cronaca di Empoli 4/10/07
Di: Leonardo Landi

La seconda giovinezza della tenuta di Castelfalfi
Da azienda agricola a complesso turistico e il comun denominatore del rispetto ambientale

Montaione – Emergono maggiori particolari del cosiddetto progetto Castelfalfi, la Tenuta posta nel Comune di Montaione acquistata dalla multinazionale Tui Ag nel 2006 e che verrà di fatto raddoppiata in seguito agli innumerevoli interventi di riqualificazione ed ampliamento previsti.
Grazie alle sue caratteristiche distintive, la tenuta di Castelfalfi rappresenta infatti per l’azienda tedesca la località ideale per lo sviluppo sostenibile di un progetto turistico ambizioso (250 milioni di euro l’investimento complessivo).
La multinazionale teutonica ha definito un progetto di sviluppo che si articola in tre punti principali: valorizzazione e potenziamento delle costruzioni esistenti, recupero e riqualificazione della dimensione agricola del territorio, ampliamento delle strutture sportive. Il progetto di fattibilità presentato al Comune di Montaione prevede innanzitutto la realizzazione di un hotel, situato nella zona ovest della Tenuta, rinnovato negli arredi interni e trasformato in un 5 stelle, con all’esterno un ampio giardino. Verranno inoltre realizzati un centro benessere e un centro congressi, quest’ultimo ricavato dall’ex fabbrica di tabacco.
Il borgo sarà interessato da interventi sulle aree degradate, che consentiranno di ripristinare le attività commerciali e di creare appartamenti e zone residenziali destinate sia ai turisti che allo staff di Tui. Il borgo verrà inoltre arricchito di nuove piazze e aree pedonali, in modo da consentire ai visitatori di stare a completo contatto con la natura. Anche la chiesa romanica, ricostruita nel 1511 ed attualmente inagibile a causa del crollo del tetto, verrà restaurata, così come il castello, eretto in epoca longobarda e recentemente adibito a ristorante, verrà trasformato in una locanda di lusso con bar e ristorante al pianterreno e alcune camere al piano superiore. Come se non bastasse, su una delle colline circostanti sorgerà un resort di lusso, un Robinson Club, mentre il campo da golf attualmente esistente verrà di fatto raddoppiato con ulteriori due green da 9 e 18 buche. Cambiamenti ci saranno anche dal punto di vista urbanistico, visto che la strada provinciale che divide la Tenuta verrà spostata sul limite nord del terreno, mentre le vie d’accesso al borgo saranno integrate da una nuova strada centrale. Un tema caldo riguarda la riqualificazione dei terreni agricoli, che dovranno contribuire in maniera significativa alla produzione autoctona di materie prime destinate alla ristorazione.
TUI promette che, una volta conclusi i lavori di ristrutturazione e di nuova edificazione, il 90% della Tenuta resterà costituito da boschi, superfici verdi ed aree destinate alla produzione agricola. In poche parole, una rivoluzione indolore. Inoltre si rassicura sul fatto che tutti i progetti verranno realizzati nel più completo rispetto della flora e della fauna esistenti, e che tutte le tecnologie innovative saranno all’insegna della sostenibilità ed implementate per ridurre la produzione di anidride carbonica. Al di là delle promesse e delle buone intenzioni, uno degli aspetti senza dubbio più incoraggianti riguarderà la creazione di 300 nuovi posti di lavoro, che per il Circondario potrebbero rappresentare una boccata d’ossigeno sul piano occupazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: