Multiplex = inquinamento

Di: Pietro Cipollaro, 12.11.2009

Laudatores temporis acti: gli ambientalisti sono costretti ad assumere il ruolo di nostalgici dei tempi passati. Finalmente siamo moderatamente soddisfatti dell’odierno gran parlare, benché pochi fatti, sull’ambiente; ma siamo inguaribili nostalgici del buon tempo antico. C’era una volta un cinema in quasi ogni quartiere; passando si guardavano i cartelloni della programmazione con le sovrascritte “oggi”, “domani”, “prossimamente” e quando c’era qualcosa di attraente, con due passi a piedi ci si andava.
E’ storia nota: pantofole, camicia o giacca di casa, pigrizia, la televisione ha causato il crollo dei frequentatori e la chiusura di molte sale cinematografiche. E’ passata la moda dei “drive-in”, americanata, sinonimo di fesseria, basata sul concetto che si va al cinema, al bar, in banca ed altri posti senza alzare il sedere dall’automobile; ma sui gestori, che hanno resistito, si abbatte un’altra jattura.
Ora va di moda la multisala: un complesso di più sale cinematografiche, che lo stesso giorno presenta più film; con una leggera diminuzione del personale di biglietteria e controllo. E’ un aumento dell’offerta ad un pubblico viziato dall’ampia scelta dei canali televisivi; il gestore presenta 3 film, sperando di raccogliere nel complesso più spettatori. Non sarebbe male, se il cinema multisala rimanesse nel quartiere; ma di solito è impossibile moltiplicare lo spazio; allora il piccolo cinema di quartiere chiude, si trovano i capitali e si costruisce una multisala in qualche area dismessa o dove l’estrema periferia gli dà spazio.
E’ l’ennesimo consumo di territorio, pazzesco secondo i dati statistici, verificabile quando arrivano i nubifragi e l’acqua non assorbita del terreno fa disastri. Un multiplex, come si chiamano le multisale moderne, consuma, impermeabilizza qualche ettaro, per le sale e per i grandi parcheggi; perché il posto è, sovente fuori mano, è pensato per un accesso automobilistico.
A Firenze, dopo dura battaglia, si apre una speranza: sequestrato il cantiere di un multiplex da 2.200 posti e 9 schermi sull’area ex Fiat di Novoli, che in quanto a cinema avrebbe desertificato la città. Fa anche ridere e piangere insieme un politico fiorentino inquisito, un certo Formigli, ancora a piede libero; che quando si discuteva di tram, per cercare motivazioni, diceva che il tram avrebbe rianimato la città, perché la gente sarebbe andata al cinema in tram.
L’ultimo caso è l’inaugurazione di un colossale multiplex da 3.500 posti e 14 schermi, cioè sale a Prato Capezzano, presso l’uscita autostradale Prato Ovest; la posizione è strategica, perché adesso per andare al cinema si viaggia in autostrada. C’era una saggia legge regionale del 2004 sulla distanza minima tra multiplex; era appena entrata in vigore nel 2006, quando tale parametro è stato eliminato; pertanto è stupido ma legale costruire un multiplex a soli circa 8 km dal Vis Pathè di Campi Bisenzio. Questo multiplex di analoghe dimensioni, colpevole della chiusura delle superstiti sale cinematografiche, 5 a Prato, 4 a Pistoia, domina il mercato della Toscana di Nord-Ovest, raccogliendo circa 1 milione di spettatori/anno. Adesso tale cifra andrà divisa tra 2 contendenti; la recessione passerà, ma arriva la televisione digitale, con tanti canali e più ampia scelta di film, serials, telenovelas per passare la serata.
Il cosiddetto progresso impone, che nella molto abitata Toscana di Nord-Ovest per andare al cinema si percorrano decine di chilometri; è il trionfo del più stupido consumismo automobilistico, il trionfo dell’inquinamento. Pertanto, una volta eliminati gli ottimi cinema di quartiere e ci dispiace molto soprattutto per gli anziani senza auto, che non possono più andare al cinema, gli ambientalisti tifano per la televisione digitale; perché significa meno traffico e meno inquinamento: che tutti restino in casa e che i dannati multiplex falliscano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: