Italia Nostra si complimenta col sindaco di Roccastrada

Fonte: Il Corriere di Maremma, 12 Aprile 2012

Italia Nostra si complimenta col sindaco di Roccastrada
L’associazione ambientalista aveva segnalato un’inutile spreco di denaro pubblico nel tenere accese delle luci, definite “una luminaria”,
nella campagna incolta del Madonnino.

Roccastrada: “Le polemiche, le critiche e le proteste sono il sale della democrazia. Guai se non ci fossero, guai se tutti dicessero sempre sì a chi ci governa e ci amministra – scrive Michele Scola, presidente di Italia Nostra Grosseto – Purtroppo, però, qui in Maremma questo fondamentale principio democratico stenta ad affermarsi, le critiche sono recepite con fastidio, in particolare se vengono espresse attraverso la stampa e gli altri mezzi di comunicazione. Ne sappiamo qualcosa noi di Italia Nostra, che, tanto per fare un paio di esempi, per aver criticato gli eccessi della caccia al cinghiale e gli scempi edilizi, siamo stati siamo stati fatti oggetto di risposte beffarde e ostili, e addirittura siamo stati minacciati di querela. Nella migliore delle ipotesi, i detentori dei poteri locali, anziché accettare correttamente il confronto pubblico, si chiudono nel silenzio.
Un piccolo ma significativo esempio dell’utilità delle critiche esercitate dagli ambientalisti lo si è avuto recentemente in occasione di una segnalazione fatta da Italia Nostra circa lo spreco energetico compiuto dall’amministrazione comunale di Roccastrada tenendo accesi, dal tramonto all’alba, ottanta potenti lampioni nella campagna incolta nei pressi della località Madonnino, a breve distanza da Braccagni. Un luogo dove si vorrebbe far sorgere, in futuro, un Polo industriale a nostro parere del tutto campato per aria. La nostra attenzione si era rivolta su quell’inutile luminaria innanzitutto per lo spreco di energia elettrica, ma anche per quella particolare forma di offesa all’ambiente che è l’inquinamento luminoso, un fenomeno sempre più diffuso, che impedisce la perfetta visione di quell’affascinante spettacolo naturale costituito dal cielo stellato. Ma c’era un altro dettaglio che ci incuriosiva: poche settimane prima, precisamente il 17 febbraio scorso, si era celebrata in tutta Italia la campagna sul risparmio energetico intitolata M’illumino di meno – continua Scola – Vari comuni maremmani, e fra questi Roccastrada, vi avevano aderito, spegnendo le luci degli edifici pubblici. L’uscita, su questo giornale, dell’articolo col quale chiedevamo spiegazioni ai responsabili dell’inutile luminaria del Madonnino, apparentemente non produsse nessun risultato: i lampioni rimasero accesi. Ma poi, trascorsi alcuni giorni, i lampioni, come per magia, si spensero, e da allora non furono più riaccesi.
Complimenti, signor sindaco di Roccastrada. Lei non è molto loquace, ma almeno, a differenza di certi suoi colleghi, ha orecchi per sentire” conclude il presidente della sezione locale di Italia Nostra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: