Archivi Mensili: dicembre 2012

Siena: donate alle Scuole 4 mila risme di carta riciclata, premio per la raccolta differenziata e il riciclo

Fonte: Agorà Magazine

Anche quest’anno Sienambiente, come già nel 2010 e 2011, ha deciso di far trovare sotto l’albero di Natale un dono utile ed ecologico, destinato alle scuole della provincia. Sono in arrivo infatti per le scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio oltre 4000 risme di carta riciclata al 100%. Un regalo utile, un supporto semplice e basilare per l’attività didattica di tutti i giorni, ma allo stesso tempo anche un riconoscimento all’impegno del mondo della scuola senese verso la cultura della raccolta differenziata e del riciclo.
L’iniziativa anche quest’anno ha visto la condivisione attiva dell’Amministrazione Provinciale di Siena, e la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale. afferma l’assessore all’istruzione e formazione, Simonetta Pellegrini: “Utilizzando la carta riciclata i bambini hanno modo di toccare con mano il frutto concreto della raccolta differenziata su cui sono impegnati sia a scuola che a casa”
Il messaggio profondo che ancora una volta Sienambiente intende lanciare attraverso questa iniziativa è , nelle parole del presidente Fabrizio Vigni, “ che per costruire un futuro desiderabile per noi e per le generazioni di domani, dobbiamo scommettere sempre più sulla scuola, sull’economia ecologica e su diversi stili di vita. Per farlo occorre partire anche da semplici gesti quotidiani, come la corretta separazione dei rifiuti e l’utilizzo di materiali riciclati”.
Le risme saranno distribuite agli istituti nei primi giorni del 2013, al rientro dalle vacanze di Natale.

Annunci

Buon Natale ai sindaci che proteggono i territori

Fonte: Contro Fotovoltaico ed Eolico nelle Aree Naturali

Come i sindaci di Soleto e Corigliano che
lottano contro le speculazioni eoliche.

Non sono molti i sindaci e più in generale i politici che si impegnano per tutelare i territori a loro affidati. In un sud devastato dalle speculazioni eoliche non possiamo che accogliere con un sospiro di sollievo e con ammirazione l’impegno dei sindaci di Soleto e Corigliano d’Otranto, in provincia di Lecce, a lottare per non consentire la realizzazione di un mostruoso impianto eolico industriale che se costruito distruggerebbe in modo irreparabile l’identità culturale, paesaggistica e naturalistica dei territori da loro amministrati.
Speriamo siano di buon esempio per molti altri loro colleghi.

Clicca qui per continuare a leggere

Premio Roma Capitale delle Donne a Vanna Mannucci, Vice Presidente di Italia Nostra Roma

Fonte: Italia Nostra Roma

Cari amici e visitatori del blog di Italia Nostra,
è con molto piacere che vi informo che la Vice Presidente di Italia Nostra Roma, Vanna Mannucci, è stata oggetto di attenzione da parte dell’Assessorato per le Pari Opportunità di Roma Capitale che le assegnerà il Premio “Roma Capitale delle Donne”che verrà conferito l’8 gennaio 2012 alle ore 10,00 presso la Sala della Protomoteca in Campidoglio.
Il premio  è stato deciso “per personali e rilevanti meriti nella sua vita attiva di intellettuale, madre lavoratrice, in particolar modo impegnata sulle complesse realtà della nostra città a cui ha riservato e riserva tutte le sue energie e la sua competenza”. Provo un senso di orgoglio, nella mia qualità di Presidente di Italia Nostra Roma, nel vedere riconosciuta la capacità e validità di uno dei Vice Presidente della Sezione e della Sezione tutta. A Vanna Mannucci formulo i miei personali ringraziamenti per l’opera svolta e gli auguri perché voglia proseguire nella sua attività sempre con  maggiore interesse.
A voi tutti auguro buone feste.
Il Presidente Carlo Ripa di Meana

Agsm Verona: multa Antitrust

Per l’impianto eolico di Riparbella è sempre pendente il ricorso che Italia Nostra, WWF Sascia Lucibello, insieme a comitati cittadini locali e la Lista civica “Insieme per cambiare” di Riparbella, hanno fatto al Consiglio di Stato. Si starà a vedere che succede, certo che ormai l’impianto eolico è fatto e il danno all’ambiente e al paesaggio è notevole.

Fonte: Cronache
Di: Paolo Fior

Mentre si aspettano da mesi le conclusioni del procedimento sanzionatorio dell’Authority per l’Energia, l’Autorità per la concorrenza e il mercatoha recapitato a Verona il suo dono natalizio: una sanzione amministrativa pecuniaria da 50.000 euro (clicca qui per scaricare il documento) per aver continuato ad operare in violazione della legge (che prescrive la separazione societaria per i gruppi che operano sia in regime di concorrenza, sia in regime di monopolio) e in violazione delle prescrizioni dello stesso Antitrust che già nel 2010 aveva sanzionato Agsm per lo stesso motivo. La reiterazione delle infrazioni, la non volontà di conformarsi alle disposizioni di legge e dell’Antitrust sono sintomatiche di un certo modo d’intendere il business, tanto più in una società al 100% a controllo pubblico. Sintomatico anche il fatto che le violazioni e la loro reiterazione siano state denunciate da un comitato di cittadini, il Comitato del Monte dei Cucchi, che si è battuto con successo contro la devastazione eolica sui crinali dell’Appennino tosco-emiliano. Un comitato sorto in un’altra regione, spinto ad agire per legittima difesa. Ilsocio pubblico, cioè il Comune di Verona guidato dal leghista Flavio Tosi, si è ben guardato dal pretendere il rispetto della legalità da parte della sua controllata che nel frattempo a continuato a costruire impianti contra legem (da poco è stato inaugurato quello di Riparbella, in provincia di Pisa).
A questo punto sarebbe interessante capire se le sanzioni Antitrust possano essere utilizzate dai comitati per rivalersi sulla stessa Agsm Verona che da oltre dieci anni opera in aperta violazione alle regole della concorrenza. Colgo l’occasione per augurare nuovamente buone feste a tutti i lettori di Cronache: a risentirci nel 2013.

Italia Nostra contro l’installazione forzata di un parco eolico nelle Marche

Attraverso un ricorso presentato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, la  intende superare il parere negativo e determinante della Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici che, congiuntamente alla Regione Umbra interessata per contiguità territoriale, si oppone all’installazione del  parco  della Comunità Montana di Camerino.
Il sito individuato si troverebbe sopra Colfiorito (frazione di Foligno), ma in territorio marchigiano. Su quest’area, vincolata per legge sotto l’aspetto paesaggistico-ambientale, si intendono costruire 17 torri eoliche di 105 metri.
 intende opporsi alla forzatura legislativa e ambientale perpetrata dalla Regione Marche presentando ricorso al Tar Marche con richiesta di sospensiva contro il decreto dirigenziale della Regione Marche che dispone l’inizio dei lavori. Il ricorso si basa sul principio che è nulla un’autorizzazione unica ottenuta in presenza di dissenso espresso dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici della Regione Marche. Gli ambientalisti fanno inoltre notare che, in fase di progettazione, non sono state affatto tenute in considerazione le modifiche indicate dalla Soprintendenza come necessarie al fine di ottenere un parere positivo di compatibilità paesaggistica, omettendo in maniera assoluta di valutare i fondamentali aspetti ambientali e paesaggistici connessi all’opera in oggetto.
Al ricorso, sostenuto economicamente da  e semplici cittadini, si affianca la raccolta di firme per una proposta di legge di iniziativa popolare che, se approvata nel testo proposto, impedirebbe in futuro la realizzazione di tali progetti in aree tutelate.
L’udienza per valutare la richiesta di sospensiva è fissata avanti al TAR Marche per il 10 gennaio 2013.

AUGURI di BUON NATALE a tutti da ITALIA NOSTRA FIRENZE!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: