Italia Nostra Firenze: no all’eolico frutto di speculazione sui crinali dell’Appennino

Venerdì 13 settembre alle 21,00 presso la sede del Comitato di Frazione di Montecarelli a Barberino del Mugello ci sarà un incontro con la popolazione per affrontare il tema dell’impatto ambientale dell’impianto eolico di Monte Gazzaro (progetto già autorizzato).
Interverranno:

  • cittadini dei comitati dell’Alto Mugello
  • rappresentanti della “Rete della Resistenza sui Crinali”

Nel mese di giugno la Regione Toscana ha autorizzato un progetto che prevede l’installazione di una centrale eolica sul crinale che va dal Passo della Futa al Monte Gazzaro.
Le pale saranno alte fino a 95 mt ed essendo poste ad oltre 1000 mt d’altitudine saranno visibili da gran parte dell’Appennino settentrionale e dalle valli circostanti, sia sul versante toscano che su quello emiliano-romagnolo.
L’area del Monte Gazzaro è attraversata dalla “Via degli dei”, l’importante itinerario che unisce Firenze e Bologna attraverso i sentieri, le pale inotre saranno posizionale sul crinale principale, dove corre il  famoso sentiero 00 CAI e la G.E.A. (Grande escursione appenninica).
Per consentire l’arrivo delle pale occorrerà allargare la strada a partire dalla località L’Apparita e costruire un tratto ex-novo, abbattendo la faggeta, in modo da consentire il transito di automezzo lunghi fino a 32 mt.
Pale come quelle che si vogliono installare sul Gazzaro hanno un impatto gravissimo sull’ambiente circostantesulla fauna migratoria e stanziale, sul valore del paesaggio e quindi sulle attività turistiche, possono inoltre provocare gravi disturbi alla popolazione residente nei dintorni.
L’eolico industriale è un affare soprattutto per chi lo costruisce: nonostante in Italia siano già stati raggiunti gli obiettivi di produzione di energia da rinnovabili fissati per il 2020, la produzione di energia è sovvenzionata da grossi contributi che incentivano la costruzione di impianti scarsamente produttivi. I cittadini dei territori che ospitano gli impianti invece non hanno alcun beneficio e anzi pagano, come tutti in bolletta, la pesante quota che serve per finanziare questi scempi.
Per saperne di più e far sentire la nostra voce incontriamoci venerdì 13 settembre alle 21 presso la sede del Comitato di Frazione di Montecarelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: