Piazza del Carmine, addio alle macchine

Fonte: La Repubblica Firenze 9/11/2013
Di: Massimo Vanni

Rivoluzione in Oltrarno, l’annuncio del sindaco. L’operazione all’inizio del 2014
Il sindaco deciso a intervenire senza aspettare quello sotterraneo

Fuori le auto da piazza del Carmine. Senza neppure aspettare il previsto parcheggio sotterraneo, tanto osteggiato dai residenti. Fuori subito, a partire dai primi giorni dell’anno. Dopo la Befana. Quando scatterà la pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita e anche la rivoluzione dei lungarni e dell’Oltrarno. Ad annunciarlo, il sindaco Matteo Renzi nella Enews diffusa ieri sera.
«ADESSO una fase di ascolto in città e con i comitati, alcuni dei quali sono professionisti della critica: poi si parte. E confermo l’impegno per liberare piazza del Carmine dalle auto». Scrive così il sindaco nella Enews, usando la parola «confermo». Che però annuncia la sorpresa dei tempi. Perché se fino ad oggi, l’idea di togliere le 200 e passa auto oggi parcheggiate davanti alla Chiesa del Carmine e alla Cappella Brancacci contenente gli affreschi di Masaccio era legata al progetto del parcheggio sotto la piazza, adesso è legata alla pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita. Slittata dal 10 novembre prossimo a dopo le feste.
Lo sfratto delle auto potrebbe in realta arrivare alcuni giorni dopo il Ponte Santa Trinita e i cambi di circolazione previsti per i lungarni e per l’Oltrarno. Ma a Palazzo Vecchio si stanno ormai studiando le soluzioni alternative per le auto dei residenti: sulla scrivania del sindaco ci sono tre ipotesi diverse. Anche se, qualunque sarà la decisione finale, sembra ormai chiaro che per recuperare e riservare posti auto ai residenti sfrattati dal Carmine verranno cancellate molte delle strisce blu della zona. Cioè molta dell’attuale sosta a pagamento.
Nell’ultimo scorcio Renzi pare del resto deciso a puntare di nuovo sulle pedonalizzazioni che proprio all’inizio del suo mandato (piazza Duomo anzitutto) gli avevano regalato tanta visibilità. Collegate comunque a rivoluzioni della circolazione. Perché la chiusura al traffico del Ponte Santa Trinita, per la quale non c’è ancora una data esatta, si porta dietro anche l’inversione dei sensi per via Romana e via Maggio da una parte e via de’ Serragli dall’altra. Quest’ultima non servirà più ad uscire dal centro, ma come ingresso. Mentre i lungarni, una volta eliminato l’attuale giro dei ponti, correreanno in senso inverso: quelli dalla parte del centro dal Ponte Vecchio in direzione di piazza Goldoni, quello d’Oltrarno dal ponte Vespucci fino a via Maggio e poi Borgo San Jacopo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: