Petriolo. Continua la battaglia delle associazioni ambientaliste

Pubblichiamo il bell’articolo del giornalista David Busato, sulla nostra battaglia di Terme di Petriolo

Fonte: Qui Siena

Petriolo. Continua la battaglia delle associazioni ambientaliste
Tra breve potrebbero esserci novità sulla questione Petriolo e
raddoppio della Siena-Grosseto nella zona.

Siena – Non demordono gli Amici dei Bagni del Petriolo e Italia Nostra. La battaglia per salvaguardare ed evitare “colpi di mano” continua. Petriolo e la sua storia vanno salvaguardati. Il previsto raddoppio della E78 nella zona continua a far discutere. Il 13 Settembre, su Qui Siena, ci eravamo già occupati della vicenda con la denuncia da parte di Italia Nostra sulla delicata situazione della zona. Dopo poco più di due mesi ci sono state delle novità. Per capire meglio la vicenda, è necessario fare un piccolo passo indietro ed andare ad Ottobre. In conseguenza dell’accordo istituzionale del 7 Ottobre 2013, le associazioni hanno diffuso, pochi  giorni dopo, un articolato comunicato che affermava: “ La nuova stesura, diffusa il 7 ottobre u.s. dell’ Accordo Istituzionale per la gestione del Cantiere del Maxilotto della E78 non contiene sostanziali aggiornamenti rispetto alla versione del 9 agosto e, soprattutto, non sono stati recepite – anzi nemmeno menzionate – le osservazioni e le richieste presentate dalle scriventi associazioni; inoltre nell’ultimo incontro del 29 luglio si era proposto una successiva riunione per il mese di settembre per la quale si attende ancora la convocazione.  Siamo quindi costretti a ribadire quanto già esposto, in particolare riaffermiamo che il documento proposto non può essere considerato un “accordo istituzionale” per la sua approssimazione nel riportare quanto emerso negli incontri di luglio, perché non sono indicate le parti che dovrebbero sottoscrivere tale “accordo”, perché non è chiara quale sia la veste “istituzionale”.  In primo luogo ricordiamo che a nostra fondamentale richiesta della presenza di un nostro tecnico di fiducia a tutte le operazioni di monitoraggio dell’impatto del cantiere sui beni storici ed ambientali dei Bagni di Petriolo è stata completamente ignorata. La premessa ed i singoli punti dell’”accordo” sono spesso generici ed indeterminati…”.
Qualche giorno fa, le associazioni hanno diffuso un altro comunicato ribattendo ad un articolo del Sole 24 Ore del 30 Ottobre. L’articolo, titolato “ Prove di debat public alla toscana”, a firma del giornalista Giorgio Santilli, riportava circa lo sblocco di questi 12 km e parlava di “Debat public” alla toscana e di un modello ancora “acerbo” perché non regolamentato da norme nazionali e sostanzialmente informale. La Toscana, però, continuava l’articolo ha una legge sulla partecipazione, la 69 del 2007 che facilita il confronto sulle opere pubbliche: “ E non è stata impresa da poco per il Sottosegretario alle Infrastrutture D’Angelis mettere d’accordo sui 12 km Regione Toscana ecc…” E di seguito l’elenco degli altri interlocutori. D’Angelis aveva dichiarato che: “ Il nuovo format del debat public per l’Italia ha consentito di raggiungere una soluzione condivisa, ora il Parlamento riveda la legge urbanistica”.
Ecco il comunicato di risposta degli Amici dei Bagni di Petriolo e di Italia Nostra all’articolo del Sole 24 Ore che contesta la realtà descritta dal pezzo: “ Le associazioni “Italia Nostra” ed “Amici dei Bagni di Petriolo” , con riferimento all’articolo “Prove di debat public alla toscana” pubblicato il 30/10/2013 sul “Sole 24 ore” a pag. 41, invitano Giorgio Santilli, estensore dell’articolo, a visitare i bagni di Petriolo per rendersi conto che la realtà è ben diversa da quantoenfaticamente  pubblicizzato dall’esimio sottosegretario Erasmo D’Angelis. Il “debat public”, tanto propagandato, si è finora svolto in modo assolutamente informale, non certo nelle forme previste dalla normativa regionale (L.R. 69/2007), evidentemente sconosciuta al sottosegretario ed anche ai funzionari regionali presenti agli incontri tenutesi nel mese di luglio.
Preme ricordare che l’argomento del “debat public” non è il tracciato della strada, il cui necessario ampliamento è atteso da anni (la prima valutazione di impatto ambientale risale al 1993) ma la tutela e la rivalutazione dell’area dei Bagni di Petriolo che, lasciata da anni in colpevole degrado dagli enti locali competenti, è ora minacciata dalle piste di cantiere che l’attraversano, con un impatto – molto diverso da “zero” – sull’ambiente della valle del Farma, un vero “santuario della Biodiversità”.
Le scriventi associazioni hanno proposto l’istituzione di un tavolo di concertazione fra tutte le componenti, pubbliche e private, interessate alla tutela e gestione dell’area, hanno richiesto di partecipare ai monitoraggi dell’impatto del cantiere sulle strutture storiche e sulle fonti termali, hanno richiesto il rispetto delle prescrizioni imposte dalla Soprintendenza a tutela degli immobili storici, hanno richiesto la pubblicazione su un sito internet dedicato di tutti gli atti a rilevanza pubblica; tutte richieste completamente disattese, nonostante mirabolanti impegni e roboanti promesse dell’esimio sottosegretario Erasmo D’Angelis… esprimiamo le nostre obiezioni e perplessità, denunciando la superficialità e l’incompetenza di alcune proposte; ci dichiariamo disponibili a dare il nostro contributo affinché il patrimonio, sia storico che ambientale di Petriolo, possa essere  goduto nel migliore dei modi anche in futuro”
La questione, come è evidente,  è ben lontana da una risoluzione nel breve periodo, e tra pochissimo tempo, potrebbero esserci importanti novità sull’intera vicenda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: