Appartamenti accanto Palazzo Diavoli. Italia Nostra: “Le autorità si pronuncino ufficialmente”

Fonte: Qui Siena
Di: David Busato

Pronti entro la fine del 2014? L’associazione, nel recente forum sulla Francigena,
è ritornata sulla vicenda.

Sei appartamenti da affittare adiacenti a Palazzo Diavoli. La lottizzazione di Palazzo dei Diavoli procede a ritmo spedito. Le voci parlano di fine lavori per fine 2014. E si riapre la questione. Gli appartamenti, infatti, sono in fase di ultimazione e l’associazione Italia Nostra, ritorna sull’argomento, dopo aver, nel corso di questi anni, insieme ad altre associazioni, battagliato sulla questione (nel febbraio del 2013 ha presentato un esposto in Procura respinto nel Giugno dell’anno scorso). Continua a tenere banco, quindi, la questione relativa alla costruzione di 6 case per un progetto della società esecutori delle Pie disposizioni in un’area adiacente allo storico Palazzo Diavoli edificio “tutelato come bene di rilevanza storico architettonica”.
“Da lì ci passa la Francigena. “L’errore è stato concedere i permessi in una area di pregio..” afferma Lucilla Tozzi, Presidente della sezione senese di Italia Nostra.
Ma facciamo un passo indietro. La possibilità di edificare in quell’area si deve al Piano Secchi del 1991. La vicenda, però, esplode nel 2012, quando i lavori iniziano, come da indicazione, il 12 Giugno.
La consigliera comunale di Sinistra per Siena, Laura Vigni, più volte, ritorna sull’argomento. “La possibilità data dal Comune di Siena – afferma la Vigni il 18 Luglio 2012 – di costruire nuovi edifici accanto a Palazzo Diavoli, per quanto prevista dal Regolamento Urbanistico, appare assurda e in contrasto con tutte le più elementari norme di rispetto del patrimonio architettonico storico della nostra città. Nell’anno in cui sono stata consigliere comunale ho cercato di oppormi alla prosecuzione di questa linea politica, anche contestando il Regolamento Edilizio, ma purtroppo la crisi finanziaria in cui è precipitato il Comune ha indotto a far costruire dovunque pur di incassare un po’ più di oneri di urbanizzazione e anche a vendere pezzi di patrimonio pubblico come il terreno di cui si parla, che è stato acquistato dalla Società Esecutori Pie Disposizioni…. E non nascondiamoci per favore dietro il fatto – concludeva Laura Vigni – che le case saranno destinate all’affitto: ce ne sono decine di case nuove a Siena sfitte e invendute; non si sentiva proprio il bisogno di costruirne ancora!”
Il 29 Luglio 2012, interveniva sulla questione, l’architetto Augusto Mazzini scrive al Corriere di Siena: “ Perché questo silenzio attorno all’operazione? E’ un potente pezzo della città strappato dalle sue mura”
Nel Settembre di quello stesso anno, la Vigni, ritorna sull’argomento: “ Quale sarà il futuro di Palazzo Diavoli? Dal Comune silenzio totale sulle nuove edificazioni. Sul futuro delle nuove edificazioni accanto a Palazzo Diavoli, dopo due iniziative pubbliche promosse da Italia Nostra e dall’Associazione Ricerche Archeologiche Senese, un incontro con le Pie Disposizioni e uno scambio di corrispondenza con la Soprintendente dott.ssa Carpani, è ora il momento di far il punto. Dal Comune silenzio totale; le Pie Disposizioni continuano a rivendicare la legittimità del loro operato e mostrano irritazione per tutte le iniziative di protesta; la Soprintendenza ai Beni Architettonici si nega ad incontri con i promotori della protesta, ma quando le viene segnalata la presenza di un edificio rurale presente fin dal 1897 si premura di sospendere i lavori, provocando la reazione stizzita delle Pie Disposizioni secondo cui le autorità competenti hanno negato interesse storico alla costruzione. E adesso?” Concludeva la Vigni.
Il 27 Ottobre sempre del 2012 da Siena news: “Palazzo Diavoli, proseguono le proteste di Italia Nostra: polemica su un cumulo emerso dagli scavi”. Italia Nostra ha anche chiesto la sospensione dei lavori e di apposizione di un vincolo di tutela indiretta.
Il 20 Luglio 2012 sul Corriere di Siena, l’ex Assessore all’urbanistica Paola Rosignoli affermava che: “ Nessuno aveva posto il problema e che l’edificabilità è precedente alla nostra amministrazione”.
La questione pare tutt’altro che finita. Anzi. Il 28 Dicembre del 2013, sul Corriere di Siena la Tozzi affermava: “Inglobato dalle case, Palazzo Diavoli non è più visibile. L’antico ospizio lungo la Via Francigena era un valore per la città. Incomprensibile. Recentemente, (il 17 Dicembre) abbiamo chiesto al Sindaco Valentini di promuovere un colloquio tra le Pie Disposizioni e le Associazioni. Nessuna delle istituzioni ha difeso il Palazzo Diavoli”.
L’Assessore Stefano Maggi, ha detto, recentemente, che si occuperà della questione.
Recentemente, il 18 gennaio del 2014, al Forum dei comuni della provincia di Siena sulla Via Francigena, svoltosi ad Abbadia a Isola, Monteriggioni, Italia Nostra ha diffuso un volantino dal titolo: “ Cementificazione a Palazzo Diavoli, ospizio della Francigena alle porte di Siena… purtroppo a Siena la salvaguardia è mancata. L’associazione Italia Nostra ha segnalato la presenza del cantiere alle Autorità quando ancora non erano iniziati gli scavi per le fondamenta e da quel momento ha iniziato a chiedere interventi di salvaguardia ma nessuno delle istituzioni ha raccolto il suo appello. Oggi gli appartamenti sono in via di completamento e il Palazzo Diavoli non è più visibile né fotografabile nel suo prospetto di Nord-Est, occluso dal cemento delle nuove case. Così non verrà più realizzato quel camminamento che sarebbe stato un grande progetto di valorizzazione della Francigena. Chiediamo, conclude Italia Nostra- che le Autorità presenti al Forum si pronuncino ufficialmente su questo grave danno inferto al patrimonio storico senese, perché la vicenda di Palazzo Diavoli non deve passare sotto silenzio”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: