Incentivi rinnovabili in bolletta

Fonte: LIPU-Capitanata

In questo video si comprende abbastanza la distorsione del sistema incentivante alle rinnovabili del tutto ingovernato.
E’ opportuno aggiungere qualche utile considerazione, come invocato inutilmente da anni da una parte dell’ambientalismo più etico e sensibile al territorio.
Gli incentivi alle rinnovabili erano troppo lucrosi e avrebbero dovuto essere mediati da regole serie. Almeno evitando l’insulto dell’insediamento sui terreni agropastorali ed evitando il “tutto e subito”, con cui l’Italia ha fatto da cavia contribuendo all’abbassamento dei costi a beneficio di altri paesi che hanno adottato politiche più graduali fino al 2020.
Come si nota nel video, innumerevoli impianti realizzati al suolo sono di potenza appena inferiore a 1 MW (pari a 2-3 ettari di superficie per il fotovoltaico o una torre eolica di circa 100 m di altezza complessiva con rotore fino a 80 m di diametro).
In diverse regioni questa soglia è stata vergognosamente deregolamentata a semplice DIA (Dichiarazione di Inizio Attività) grazie a norme nazionali permissive.
Si sono cosi evitate le pur misere norme di valutazione ambientale e territoriale, grazie a una politica scandalosa, al servizio della casta delle rinnovabili speculative.
Con questo sistema elusivo si assiste anche allo “spacchettamento” di progetti con soglie superiori trasformandoli in tanti impianti “singoli” fino a 1 MW.
Nel caso del Fotovoltaico, dopo l’interdizione degli incentivi per gli impianti al suolo, ci si è inventati le “serre fotovoltaiche” per insediare il FV sulle serre agricole. In realtà un escamotage con cui giustificare anzitutto altro fotovoltaico con la scusa di utilizzare (poi) la parte sottostante per dubbie coltivazioni. Di fatto altro consumo di territorio.
Paradosso scottante è osservare paesaggi rurali con il morbillo di pale pannelli mentre zone industriali, capannoni, parcheggi, edifici cittadini e altri territori urbanizzati in gran parte “immacolati”.
Per altro, limitando gli incentivi al solo fotovoltaico sulle superfici urbanizzate, ci sarebbe stata almeno la positiva compartecipazione di famiglie, condomini e piccole imprese al beneficio degli incentivi, invece di favorire gli speculatori di turno.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: