Cantone indaga su costi e ritardi della Tav fiorentina

Fonte: La Repubblica Firenze

L’Autorità nazionale anticorruzione avvia un’istruttoria sullo “stato di attuazione dell’opera
e il rispetto delle norme” dopo un esposto presentato dall’associazione ambientalista Idra

Tav, un altro colpo di scena. Dopo la magistratura ora è l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) guidata dal magistrato Raffaele Cantone ad avviare un’istruttoria sul passante di Firenze. Un’indagine aperta lo scorso 28 agosto sulla base del documentato esposto ricevuto lo scorso 7 agosto da Idra, l’associazione ambientalista guidata da Girolamo dell’Olio che da anni si batte contro gli scavi della stazione Foster e dei tunnel da 7,5 chilometri sotto la città. In quella nota l’associazione evidenziava il «rilevante incremento» dei costi dell’opera e il «consistente ritardo nell’esecuzione dei lavori». Entrambi fronti su cui l’Authority guidata dall’uomo che Renzi ha voluto prima alla guida della task force per Expo 2015 e ora all’Anac ha deciso di fare accertamenti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: