Nuovo aeroporto di Peretola: i Comitati…non hanno letto bene il PIT?!?

Pubblichiamo la lettera dei Comitati in risposta al Governatore Rossi sulla valutazione alla Variante PIT

Coordinamento Comitati/Associazioni contro il Nuovo Aeroporto di Peretola

Egregio  Governatore Rossi,
rispondiamo direttamente alle sue asserzioni circa la nostra carenza di valutazione della Variante al  PIT, che invece abbiamo letto molto bene, a differenza di Lei che un anno fa ha preteso l’adozione con minaccia di dimissioni, per arrivare in fretta e furia alla definitiva approvazione nell’anno corrente.
Infatti, da più parti e non solo da noi Comitati, nel licenziare definitivamente la Variante. sono state rilevate superficialità macroscopiche, vizi procedurali ecc…, ma Lei, con subalternità, ha fatto sì che tutto fosse approvato, rinviando  sine die  le criticità che anche gli uffici regionali  avevano evidenziato, che anche noi Comitati/Associazioni denunciavamo nella nostra email indirizzata a Lei e a tutti i Consiglieri del 2 Luglio u.s., ma che, escluso pochi,…..avete preferito eludere.
Basta verificare i verbali delle commissioni del 8 e 9 Luglio per constatare che le questioni erano più di circostanza, che di competenza e sostanza. Poi a nostro avviso la “fuga tattica” di ENAC per evitare di rispondere a qualche domanda imbarazzante, col rischio quasi sicuro di dover rinviarne l’approvazione, facendo così slittare certe tempistiche poi non compatibili con i tempi del decreto SbloccaItalia.
Però egregio Governatore, “i nodi iniziano a venire al pettine”,  perché come recentemente dimostrato:

  • non è vero che la pista sarà monodirezionale come avete sempre sostenuto;
  • non è vero che Firenze verrà sorvolata solo in caso di emergenza;
  • non è vero che gli eventuali dirottamenti saranno solo il 2%;
  • non è vero che sarà in City Airport 3C ma un aeroporto Intercontinentale 4D.

Inoltre se Lei e/o i suoi collaboratori aveste letto bene le carte, quelle che vi abbiamo inviato, avreste visto che i “fantomatici boschi della piana” sono incompatibili con il Nuovo Aeroporto e le relative valutazioni di rischio volo, come lo sono le discariche, gli inceneritori, i tratti autostradali, i depositi di benzina, i luoghi ad alta affluenza, senza parlare del Fosse Reale regimatore principe di tutto il reticolo delle acque, che con tutte le “vostre belle parole” circa il rischio idrogeologico vorreste spostare. Non si può sempre “riparare al male fatto ex postem” vedi Carrara oppure a quanto riportato da organi di stampa il Nuovo Ospedale Apuane a rischio esondazione del torrente Scilia, perché qualcuno in fase di programmazione non si è/era accorto del potenziale Rischio Idrogeologico!!
Di tutto ciò ne è prova la documentazione allegata, dove pure il Ministero inizia timidamente e in politichese a confermare tali impedimenti, parlando di Stadio, ma non di Scuola Marescialli che con un investimento di circa 270M di soldi pubblici dovrebbe essere abbattuta, per far posto al Nuovo Aeroporto!!
Inoltre egregio Governatore le alleghiamo anche una lista di aereporti Europei, con gli anni di costruzione e la distanza dai centri abitati, noterà come la maggioranza sia almeno a 10/12 km,  e quelli più vicini siano comunque  di “vecchia progettazione” e che Peretola sia in “Primis” il più vicino di tutti, ma il” buon senso” non ci appare una Sua prerogativa.
Stante l’attuale situazione in cui “mezza” Toscana finisce puntualmente sott’acqua, volere insistere, attraverso la realizzazione del Nuovo Aeroporto di Firenze, nella continua cementificazione del suolo,  nella distruzione dell’equilibrio idrogeologico raggiunto con tanti sacrifici nella Piana, continuare a non ascoltare la stessa Arpat che definisce (osservazioni PIT) il Parco della Piana “incompatibile” con quella infrastruttura, oppure il magnificarsi delle “colture biologiche proposte nel Piano” senza specificare che tale coltivazione avverrà sotto le rotte e quindi dei residui incombusti degli aerei; secondo il nostro parere, significa praticare una politica che  sostiene il vantaggio di pochi, a scapito di tutta la collettività, sia per la parte ambientale che patrimoniale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: