Contro eolico e trivelle in Sicilia banchi patrimonio Umanità

Fonte: Via dal vento

Se di trivelle nel Canale di Sicilia si è ampiamente parlato, meno noti sono i progetti eolici ‘offshore’, uprintendente del Mare Tuna nuova minaccia che si va ad aggiungere a quella del petrolio. Un attacco su due fronti, dunque, ad aree di grande pregio marino, al quale questa volta ad opporsi non è un’associazione ambientalista ma la soprintendenza del Mare della Regione Siciliana.
La soluzione, per così dire, taglia la testa al toro: fare in modo che i ‘banchi’ del Canale di Sicilia, ecosistemi di eccezionale valore ecologico e ambientale, vengano riconosciuti dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

Fonte: L’Ora
Di: Miriam Di Peri

Pale eoliche nel canale di Sicilia? Tre progetti, un unico grande flop
Ecco come i rilievi della Soprintendenza del Mare hanno bloccato l’installazione di impianti off-shore in un tratto di mare lungo lo stesso asse: di fronte Mazara del Vallo,
tutto intorno all’isola di Pantelleria e nell’area del golfo di Gela

 

Visitare la Valle dei Templi, scalare il promontorio fino al Tempio di Giunone, ammirare il mare e scorgere in lontananza un parco eolico. In mare, proprio in quel canale di Sicilia di cui oggi si discute per le trivelle che andranno a cercare l’oro nero. È passato anche questodagli uffici regionali siciliani. Quello che sembra soltanto un paradosso ha corso invece il rischio di essere realizzato. Sono stati tre i progetti presentati per l’installazione di impianti eolici off-shore nel Canale di Sicilia, la striscia di mare tra le coste siciliane e quelle tunisine, da tre aziende accreditate nel settore delle energie rinnovabili: la Enel Produzione, la Tre (Tozzi) e la Four Wind. Tutti progetti largamente articolati, che spiegano nel dettaglio da dove partire e come costruire delle costosissime fondamenta in mare per piazzarci sopra pale eoliche alte, in alcuni casi, anche 60 metri.
Gli impianti dovevano essere realizzati in un tratto di mare lungo lo stesso asse: di fronte Mazara del Vallo, tutto intorno all’isola di Pantelleria e nell’area del golfo di Gela. Sulla carta sarebbe stato tutto pronto. Ma poi il primo alt è arrivato dalla Soprintendenza del Mare, uno stop che riguardava il terzo progetto, quello ricadente nelle acque tra Licata, Butera e Gela. “Proprio dove nel 256 a.C. – si legge nel parere avverso – si è svolta la battaglia di Capo Ecnomo,  passata alla storia come una delle battaglie navali più importanti, che ha visto il coinvolgimento di circa 700 navi”.
Parere negativo ribadito anche al progetto “Avventura”, proposto da Four Wind. In quel caso si contestava il fatto che l’insistenza di un parco eolico in quel lasso di mare avrebbe creato enormi danni ai flussi migratori di stormi che ogni anno dall’Africa si dirigono verso la Sicilia, per fare ritorno qualche mese dopo nelle zone sahariane. Il parere in questo caso è stato doppiamente sfavorevole. Il primo appunto: secondo numerosi studi ogni anno in una sola pala eolica possono perdere la vita quasi un migliaio di uccelli. Senza contare, poi, che questi flussi migratori sono tutelati dalla convenzione internazionale di Bonn, che cita espressamente l’Aewa (African-Eurasian Waterbirds Agreement). Secondo appunto: la distruzione delle praterie di posidonia oceanica, una pianta acquatica dal grande valore ecologico, che protegge la linea di costa dall’erosione.
In soldoni, un disastro ambientale che nonostante i rilievi della Soprintendenza del Mare è comunque approdato a Roma, al ministero per le Attività produttive, dove i progetti sono comunque stati rimandati al mittente, chiudendo di fatto la partita, almeno per il momento. Insomma, dalla Valle dei Tempi, se si ignorano gli impianti eolici già installati a terra e finiti al centro di mille polemiche, si potrà continuare a vedere soltanto il mare. Almeno fino a quando non arriveranno le trivelle.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: