La Centrale che non c’è

Fonte: Casolenostra, 24/12/2014

La domanda è semplice. La prima che verrebbe in mente a un bambino. E’ stata rivolta ai dirigenti della Magma il 26 maggio 2012, a Casole d’Elsa e poi di nuovo qualche giorno fa in assemblea pubblica a Montecastelli. In entrambi i casi (e a dire il vero anche in altre occasioni) la Magma non è stata in grado di fornire una risposta.
La domanda è semplice: “Potete mostrarci un esempio delle centrali e dei pozzi innovativi che volete costruire?”. La risposta è stata sempre la stessa, la Magma non è in grado di indicare alcun esempio di pozzi o centrali senza quell’impatto che è inaccettabile per i cittadini e per il PIT.
Nonostante avessero avuto anni per preparare una risposta, a Montecastelli i dirigenti Magma hanno dapprima indicato la centrale di Sauerlach (visibile in figura) poi, dopo la protesta di una cittadina tedesca, che ha spiegato i problemi causati da quella centrale, hanno fatto retromarcia dicendo che ce n’è una alle Haway, senza dire dove.
Una centrale come quella di Sauerlach è impensabile a Montecastelli, per non parlare dei pozzi, ancora più distruttivi del paesaggio. Se ne deduce che le centrali e i pozzi che Magma promette semplicemente non esistono. A meno che la Magma non abbia in mano i brevetti del nuovo tipo di centrale geotermica e di pozzo, ma in questo caso avrebbe avuto il dovere di mostrarli ai cittadini. Se non l’ha fatto possiamo realisticamente pensare che non abbia in mano nulla. Quindi ciò che la Magma vuole fare è sperimentazione.
Niente di male, ma quando si fa sperimentazione, si sa che l’esperimento può avere successo o rivelarsi un fallimento. Per limitare i danni di un possibile fallimento generalmente si usano cavie, oppure si sperimenta dove un fallimento non produce danni. Non è questo il caso di Montecastelli. Il territorio di Montecastelli non è una cavia geotermica e tantomeno sono cavie i suoi abitanti o l’economia del paesaggio che stanno sviluppando. L’esperimento della Magma-Graziella rischia di bloccare questo sviluppo.
La sperimentazione, secondo tutti i protocolli mondiali, secondo la Comunità Europea, secondo il buon senso, va quindi fatta in una zona desertica o già degradata. Per esempio, come correttamente suggerito da un abitante di Montecastelli potrebbe essere fatta su uno dei tantissimi pozzi inutilizzati che ENEL ha distribuito nel territorio di Castelnuovo Val di Cecina. A questa proposta la Magma risponde che “ENEL non ce li fa fare”. Stiamo scherzando? Con tutti i soldi che abbiamo speso (noi cittadini-stato) per pagare lo stipendio al dirigente Magma quando era senatore dei verdi, ancora non è chiaro che questo non è compito di ENEL, ma della politica? Non è ENEL che deve dare il permesso, ma la politica, se questa parola ha ancora un senso.
L’ex senatore dei Verdi Stefano Boco, oggi a capo della Magma, ha tutti, proprio tutti gli strumenti e gli argomenti per richiedere alla Regione e allo Stato una normativa che consenta alla Magma-Graziella di iniziare una sperimentazione di questi nuovi pozzi e delle nuove centrali nelle aree ENEL. Quando queste centrali saranno produttive i cittadini potranno visitarle, misurarne l’impatto e valutare se sono esportabili in aree di grande interesse paesaggistico. Sulla base di questa e di altre valutazioni si deciderà se farle o meno. Questo è l’unico modo di procedere. Tutto il resto è chiacchiera. La Magma-Graziella ha avviato l’iter per questa sperimentazione, dopo la proposta di Montecastelli? Se non l’ha fatto perché non l’ha fatto, dal momento che gli stessi cittadini non più tardi di due giorni fa sono andati a discutere questa ed altre proposte con il Presidente del Consiglio Regionale?
Per il momento i cittadini hanno in mano solo due informazioni: che le centrali che vuole Magma-Graziella non esistono, e che i pozzi previsti dalla Magma-Graziella D.CV.110.MAG.14.137B.02 – MEN 02 – STATO DI PROGETTO PROSPETTI non hanno niente di diverso da quelli che hanno irreversibilemente devastato una parte del nostro territorio.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: