Poste Bailey: l’Assessore Ceccarelli non fuga i dubbi sul rischio idraulico

Fonte: Firenze Post, 14/01/2015
Di: Paolo Padoin

Mugnone, la Regiuone assicura: il Ponte Bailey sarà eliminato a fine 2015

Un esposto è stato presentato da alcuni cittadini alla Procura della repubblica di Firenze in quanto, per la costruzione del ponte provvisorio sul Mugnone, non sarebbero stati acquisiti tutti i permessi e le relazioni tecniche necessarie, in particolare per quanto riguarda il rischio idraulico. Fratelli d’Italia ha presentato un’interrogazione in Consiglio regionale, questa la risposta dell’Assessore competente, Vincenzo Ceccarelli: “Il concessionario ha ottenuto autorizzazione idraulica con omologa del genio civile di Firenze, che è stata rilasciata il 30/7/2012, in cui si autorizza l’installazione del ponte Bailey per tre anni, tre mesi e 12 giorni, quindi fino al 21/11/2015, e comunque non oltre il completamento delle opere relative al by pass del Mugnone correlate alla realizzazione della stazione per l’Alta velocità ferroviaria”. L’assessore ha fatto riferimento a informazioni di dettaglio ottenute dal Comune di Firenze e ha precisato che sulla presunta pericolosità idraulica del ponte esiste anche una nota informativa del 10/12/2014 del Settore sismica regionale, in cui si evidenziano l’iter e le valutazioni istruttorie sulla base delle quali è stata rilasciata l’omologazione idraulica da parte del Genio Civile. Ceccarelli ha ricordato che il ponte provvisorio sul torrente Mugnone, che collega viale Milton con via XX settembre, è inserito nel programma per la realizzazione della linea 3 della tranvia di Firenze. Il nuovo attraversamento ha carattere temporaneo e deriva dalla necessità di assorbire parte del flusso di traffico sul collegamento Firenze-Statuto per la realizzazione del sottopasso Milton-Strozzi e per interventi sul ponte esistente sul Mugnone.
Donzelli – Il capogruppo Fdi Giovanni Donzelli, ha replicato sottolineando che l’autorizzazione è stata concessa fino al 21 novembre 2015 solo sulla base di una valutazione dell’andamento delle piene, che in questo periodo non dovrebbero essere tali da causare problemi di sicurezza.
TAV – In effetti la risposta di Ceccarelli dà atto di un’autorizzazione idraulica per la durata di tre anni, tre mesi e 12 giorni, cioè la durata dei lavori correlati alla stazione dell’Alta velocità fiorentina. Precisa inoltre che il servizio sismico regionale, con una nota dello scorso dicembre, avrebbe evidenziato iter e valutazioni istruttorie del genio civile, ma senza esporre in dettaglio le valutazioni e senza esprimere alcun giudizio. Ma quale fondamento ha una valutazione di rischio idraulico ‘a tempo’, senza verificare in assoluto se il manufatto costituisca o meno un pericolo? Forse sarà bene attendere anche eventuali accertamenti e valutazioni della magistratura.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: