Truffa, sequestrata la serra fotovoltaica più grande del mondo

Fonte: Affari Italiani, 02/7/20015

Una società indiana avrebbe incassato 62 milioni di euro di contributi per colture orticole mai realizzate nei mega impianti fotovoltaici costruiti in Sardegna

E’ stata sequestrata dal corpo forestale a Villasor, nel Medio Campidano, la piu’ grande serra fotovoltaica del mondo per una presunta truffa milionaria. Il provvedimento, eseguito su ordine della magistratura, riguarda un’area di 193 ettari di cui 20 di serre fotovoltaiche della societa’ Twelve Energy costituita per gestire l’impianto dall’indiana Moser Bauer. Otto le persone indagate ai quali vengono contestati la truffa aggravata, la realizzazione abusiva dell’impianto in violazione della normativa urbanistica e la falsificazione di documenti.
Il corpo forestale ha effettuato un sequestro per equivalente pari a sei milioni di euro ma la cifra contestata sarebbe di molto superiore, indiscrezioni parlano di un giro di 62 milioni e 400mila euro che la Twelve energy, srl di Nuova Delhi, avrebbe incassato illegittimamente dal 2010.
Tutto ruota intorno a 130 ettari dove si sarebbero dovuti coltivare pomodori e patate, parallelamente alla produzione di energia “verde”. Ma “colture orticole”, come previsto nella relazione agronomica allegata al progetto, “non se ne sono mai viste”, è scritto nelle indagini. Tuttavia, la società di Nuova Delhi avrebbe ugualmente preso gli incentivi previsti per il fotovoltaico in campagna. Così risulta dalla ricostruzione del Corpo Forestale che ha passato al setaccio ogni passaggio dell’impianto, il più grande del mondo nel settore, con 105 megawatt richiesti e 20 attivati.
Le serre fotovoltaiche di Villasor erano state autorizzate nel 2009, con una conferenza di servizi ma nelle campagne dell’Isola fu un fiorire di serre coi pannelli solari sul tetto: oltre agli indiani, i cinesi nel 2009 hanno fatto partire l’impianto di Narbolia e gli spagnoli sono attivi a Uta e a Giave. Ma pure i tedeschi stanno puntando sulla Sardegna.  La truffa starebbe proprio nell’assenza di sviluppo agricolo, a fronte dei contributi incassati come previsto nel Conto energia, soldi che tutti i contribuenti italiani pagano attraverso la bolletta Ene

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: