Weekend nel Chianti sulle tracce dei grandi del passato

Fonte: StampToscana, 08/08/2015

Arte e cultura nel Chianti in compagnia dei grandi del passato. Un week-end fuori porta ricco di proposte da condividere in famiglia, luoghi e monumenti da visitare e riscoprire nel cuore della campagna toscana sulle tracce di alcuni dei più illustri intellettuali e artisti del Rinascimento fiorentino. I sindaci Pescini, Baroncelli, Trentanovi e Sottani suggeriscono un itinerario tra borghi storici, palazzi, pievi e antiche abbazie.

Iniziamo il viaggio da un luogo senza tempo, Sant’Andrea in Percussina borgo nel Comune di San Casciano, che lega indissolubilmente la sua storia e quella del Chianti a Niccolò Machiavelli. E’ qui che l’intellettuale fiorentino ha composto il suo capolavoro Il Principe nel luogo dell’esilio all’Albergaccio, la casa museo, dove sono conservati stemmi, alberi geneaologici, oggetti e mobili originali. Sant’Andrea è un delizioso borgo medievale immerso tra le colline sancascianesi. Dalla finestra della villa di Machiavelli si vede la straordinaria cupola di Giotto. “Ai visitatori – commenta il sindaco Massimiliano Pescini – propongo la visita alle cantine storiche della villa e il passaggio sotterraneo che conduceva da casa Machiavelli, passando sotto la strada principale, all’osteria dove l’intellettuale fiorentino giocava a tric e trac con il contado sancascianese e coltivava qualche amore”.
Altri due illustri inquilini che ci portano alla conquista del sapere coltivato, insegnato nelle aree di campagna sono Leonardo da Vinci e Domenico di Ghirlandaio a Badia a Passignano, nel Comune di Tavarnelle. L’abbazia millenaria è una delle più antiche della penisola, incastonata tra le colline del comune chiantigiano. E’ famosa per il cenacolo affrescato dal Ghirlandaio, al momento in fase di restauro e per essere stato luogo di studi e insegnamento di Galileo Galilei. “Vale la pena una visita all’esterno e all’interno del complesso architettonico – aggiunge il sindaco David Baroncelli – qui Galileo Galilei, il padre fondatore della scienza moderna, salì in cattedra per insegnare ai monaci vallombrosani le leggi dei cerchi, dei triangoli e di altre figure geometriche”.

pieve di sant appianoAltre due tappe obbligate sono la Pieve di Sant’Appiano (nella foto accanto) e la cappella di San Michele Arcangelo a Petrognano.“Straordinari sono gli affreschi recentemente restaurati – spiega il sindacoGiacomo Trentanovi – all’interno della pieve eseguiti tra il 1486 e il 1487 e riconducibili alla bottega del Ghirlandaio e alla mano dell’allievo Filippo di Antonio Filippelli; di particolare interesse è anche la Cappella di San Michele Arcangelo costruita nel 1597 dal Santi di Tito, una perfetta riproduzione in scala 1:8 della Cupola del Duomo di Firenze, costruita sul luogo dove sorgeva l’antica città di Semifonte, completamente rasa al suolo dai fiorentini nel 1202”.
Intorno alla Cupola c’è un’antica tradizione contadina, ancora oggi osservata, secondo la quale tre giri a braccetto dell’amata compiuti intorno alla Cupola sono di buon auspicio per tutte le coppie di innamorati che, a qualunque età, intendono impegnarsi in un progetto di vita e scambiarsi concretamente una promessa d’amore.
Il percorso suggerito dalle amministrazioni comunali non può fare a meno di contemplare le pievi romaniche, tra le più antiche del territorio, quella di San Pietro in Bossolo affiancata dal museo di arte sacra, e la pieve romanica di San Donato, frazione tavarnellina quest’ultima dove vale la pena soffermarsi per una visita al borgo e al palazzo Malaspina di origine rinascimentale.
La storia che parla attraverso i suoi borghi lancia un’eco da Montefioralle (foto in alto), borgo di straordinaria bellezza nel Comune di Greve in Chianti. “Montefioralle – conclude il sindaco Paolo Sottani – la sua chiesa, le sue mura, le sue stradine, i suoi vicoli, sono alcuni dei più grandi tesori chiantigiani che insieme alla piazza di Greve e Panzano rendono questo territorio unico al mondo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: