Variante 13. Primi effetti della sentenza del TAR Toscana avversa al ricorso di Italia Nostra: Palazzo Pola e Todescan di Via Brunelleschi

La degenerazione del centro storico di Firenze: l’esempio di Palazzo Pola e Todescan di Via Brunelleschi

La degenerazione urbana che da tanti anni coinvolge Firenze, soprattutto nel suo centro storico, è del tutto favorita dallo strumento urbanistico vigente, con l’Amministrazione Comunale che, di fatto, non fa nulla per bloccare l’espulsione della popolazione residente, delle botteghe e dei negozi tradizionalmente al suo servizio, e limitare la massa sempre crescente del turismo mordi e fuggi che sta snaturando la città: lo strumento urbanistico asseconda, infatti, la domanda del mercato locale e globale che punta alla frammentazione delle unità immobiliari, con riconversione degli appartamenti in strutture adeguate agli affitti per periodi assai brevi e anche di durata giornaliera (cioè camere e miniappartamenti), molto concorrenziali nei riguardi delle strutture alberghiere. Il processo della terziarizzazione dell’economia fiorentina (incentrato, essenzialmente, sull’apertura di esercizi commerciali del tutto funzionali al soddisfacimento delle esigenze degli ospiti) si allarga anche alla cosiddetta gentrificazione (subentro di non pochi turisti di larghe disponibilità economiche, che possono permettersi soggiorni meno frenetici e che acquistano, anche per investimento, appartamenti di lusso trasformati in seconde case).

Non pochi storici palazzi e residenze signorili di Firenze hanno già imboccato – o stanno per imboccare – questa involuzione. Il caso del giorno è costituito dal Palazzo Pola e Todescan (conosciuto anche con nome di Casa Paggi) di Via Brunelleschi, angolo Via dei Pecori e Via del Campidoglio, in un’area caratterizzata dalla demolizione del Mercato Vecchio e dalla ricostruzione tardo-ottocentesca, classificata dal Regolamento Urbanistico “di trasformazione”, ovvero “soggetta ad intervento edilizio diretto convenzionato” (di cui alla Scheda norma AT 12.46).

Il massiccio palazzo di quattro piani oltre a quello interrato, con superficie utile lorda/SUL complessiva di 2554,45 mq, ospita tradizionalmente un istituto bancario e quartieri residenziali ed è descritto nel 1992 da Carlo Cresti come un immobile “pregevole” in stile modernista, edificato nel 1901-1903 su progetto dell’architetto Giovanni Paciarelli (come si legge nel Repertorio delle Architetture Civili di Firenze on line, a cura di Claudio Paolini), ma non protetto da vincolo conservativo diretto. L’immobile è comunque ubicato “nell’ambito del nucleo storico (zona A), classificato come emergenza di valore storico-architettonico-spazio edificato”.

Dopo la sentenza del TAR Toscana contraria al ricorso di Italia Nostra contro la Variante all’art. 13 del Regolamento Urbanistico, si può leggere in rete (webru.comune.fi.it) che, mediante specifica convenzione, la proprietà Dea Capital Real Estate SGR di Milano ha potuto così ottenere, assai rapidamente, tra dicembre 2019 e gennaio 2020, l’approvazione del progetto proprio di “ristrutturazione edilizia con le limitazioni di cui all’art. 13 comma 6.1 con i limiti dell’ambito di appartenenza”. Il palazzo sarà adibito alla funzione commerciale per il 75% e alla funzione direzionale per il rimanente 25%, con tanto di 638,61 mq “soggetti a cambio di destinazione d’uso”: il tutto, dietro versamento nelle casse pubbliche della modica cifra di euro 117.553,49 a titolo di “compensazione” e “monetizzazione […] degli impatti generati dall’incremento-modifica del complesso immobiliare”, per non avere aree da cedere al Comune a titolo di standard.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: