Il nuovo Frantoio Buonamici di Montebeni (Fiesole). L’impatto paesistico intollerabile della struttura industriale in cantiere nella Val di Sambre

Il nuovo “frantoio” ripreso dall’alto (satellite), da Vincigliata e da Ontignano

visualizza altre foto (uno due tre quattro cinque )

Il nuovo “Frantoio” Buonamici di Montebeni, l’adiacente Circolo Arci La Montanina e il distretto biologico di Fiesole in una lettera di denuncia, ad oggi priva di risposta, inviata dal nostro Presidente a Sindaco e Assessore di Fiesole, Dirigenti Città Metropolitana e Regione (le tre Sezioni competenti) e Soprintendente

Il residente o l’escursionista che passeggia, scendendo o risalendo le vie dei versanti della piccola Val di Sambre – ambientalmente e paesisticamente pregevoli per la permanenza di un paesaggio agrario che mantiene molti contenuti storici e tradizionali (coltivazioni per lo più ad olivi, intervallate a cipressete e a boschetti di latifoglie e conifere, antiche case contadine spesso turrite e stradine bianche poderali, sistemazioni orizzontali dei versanti, ecc.) – da molti punti di visuale della testata e del versante orientale avverte la sgradita sorpresa, o vero e proprio ‘pugno nell’occhio’ o shock panoramico, di una nuova e assai grande struttura agroindustriale in costruzione, che si presenta a breve distanza dal Circolo Arci La Montanina e dal piccolo centro abitato di Montebeni, in Comune di Fiesole: precisamente nel versante collinare dominato dall’oliveto – che, ovviamente, nell’area di cantiere, è già stato privato della sua copertura arborea e massicciamente sbancato – di proprietà della Società Agricola Buonamici srl, impresa assai nota e da lungo tempo specializzata nella produzione di olio, cui si accede da Via Montebeni 11. […] Ed è anche da rilevare il fatto che l’area fa parte del distretto biologico di Fiesole, di cui proprio l’imprenditore Cesare Buonamici è Presidente: un organismo che programmaticamente fa leva sul metodo di produzione biologico “come modello di gestione sostenibile delle risorse”, e come sistema idoneo a “salvaguardare e valorizzare il paesaggio”, mediante “interventi e servizi finalizzati al miglioramento delle condizioni dell’ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali.

Leggi l’intero contenuto della nostra lettera di denuncia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: