Archivi della categoria: Acqua

SNPA e Arpat: Acque sotterranee in Toscana: monitoraggio 2016-2018 “variazioni in negativo” rispetto al triennio precedente

SISTEMA NAZIONALE per la PROTEZIONE dell’AMBIENTE e ARPAT: leggi il report

 

Lettera di Italia Nostra al Ministro dell’Ambiente, al Presidente della Regione Toscana, al Sindaco di Barberino di Mugello e al Presidente dell’Unione dei Comuni del Mugello, con proposte per costituire una “area libera da plastica” (“plastic free”) e di salvaguardia ambientale dell’invaso di Bilancino, con realizzazione di impianti di depurazione reflui civili ed industriali in grado di assicurare la qualità delle sue acque

Come tutti ben sanno, Bilancino costituisce di gran lunga la principale, se non l’unica, vera risorsa idrica per tutta la piana fiorentina ed oltre ma soprattutto la vera risorsa idropotabile. Per questa ragione, è necessario avere grandi attenzioni per la salvaguardia ambientale dell’invaso e per la qualità delle sue acque. Durante la sua costruzione, purtroppo, non si è provveduto a progettare ed eseguire opere di raccolta dei sedimenti prima che questi entrassero nell’invaso, in modo da poter aumentare il tempo di riempimento. Con le piogge violente che si stanno verificando ultimamente, il trasporto di materie solide (comprese foglie ed altri residui organici) è aumentato enormemente. Su questo aspetto sarebbe necessario poter avviare uno studio in tempi brevi, avvalendosi di ARPAT, e con valutazione del pregresso.

Continua a leggere →

Convegno “Arno ancora un pericolo o una risorsa per lo sviluppo?”

arnoconvegno28-01-17

Arno. Fonte di prosperità fonte di distruzione

Siamo lieti di invitarvi alla mostra sull’Arno all’Archivio di Stato di Firenze che si terrà domenica 9 ottobre alle ore 11.30.
Leonardo Rombai e Mariarita Signorini

Presentazione di “Lungo l’Arno” 22 luglio a Montevarchi

Frana a Firenze, Italia Nostra: città fragile che va tutelata. No a grandi e inutili opere

Quanto accaduto oggi a Firenze dimostra con evidenza quanto i nostri centri storici siano fragili e necessitino di grandi attenzioni e massima tutela. Italia Nostra si chiede quanti rischi la città d’arte possa correre se dovessero essere messi in cantiere l’attraversamento del centro storico di Firenze per far passare la Tramvia e il folle e incredibile progetto degli otto chilometri di tunnel per il sotto-attraversamento della Tav. Grandi e, noi aggiungiamo inutili opere, peraltro costosissime, assolutamente inadatte a centri storici come i nostri, per di più in una città tutelata dall’Unesco. Ci auguriamo che oggi chi ha in mano il governo di Firenze e anche il suo predecessore, ora Presidente del Consiglio, meditino sui gravissimi rischi che i progetti di sventramento della città possono arrecarle.

Dichiarazione congiunta di:
Marco Parini, Presidente nazionale Italia Nostra
Maria Rita Signorini, Presidente Toscana Italia Nostra

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: