Archivi della categoria: Alberature urbane

Presentata la bozza di nuova Strategia Forestale Nazionale (SFN): una forte delusione per i contenuti e gli obiettivi del documento. Le osservazioni di IN e di altre Associazioni

COMUNICATO STAMPA 

La nuova Strategia Forestale Nazionale, l’ennesima occasione persa per rivedere un sistema allo sbando

 

È stata presentata la bozza di nuova Strategia Forestale Nazionale (SFN) per i prossimi 20 anni, su cui si è appena conclusa la consultazione pubblica. Il GUFI – Gruppo Unitario per le Foreste Italiane, insieme a USB – Unione Sindacati di Base e alle associazioni Grig – Gruppo Intervento Giuridico, ISDE Italia – Medici per l’ambiente, Italia Nostra Toscana, Italia Nostra Abruzzo, Italia Nostra Friuli Venezia Giulia, Italia Nostra Marche, Italia Nostra ABC Alleanza Bene Comune – La Rete, ALTURA – Associazione per La Tutela degli Uccelli Rapaci e dei loro habitat, CODACONS, Atto Primo: salute, ambiente e cultura, Comitato Tutela Alberi Bologna e Provincia, European Consumers, Forum Ambiente e Salute Lecce, Lipu Grosseto, Lupus in Fabula, Liberi Pensatori a Difesa della Natura, STAI-Stop Taglio Alberi Italia – Comitato Coordinamento Nazionale, CISDAM (Centro Italiano Studi e Documentazione per gli Abeti Mediterranei), Ecoistituto Abruzzo, Mila Donnambiente, Le Majellane e Centro Parchi Internazionale, esprimono una forte delusione per i contenuti e gli obiettivi del documento. Le associazioni firmatarie, bocciando l’impianto della Strategia nel suo complesso, hanno mandato al Ministero le seguenti osservazioni.

Continua a leggere →

Villa Favard, tagli alle alberature. La barbarie continua

riceviamo e divulghiamo condividendo

Spett. Italia Nostra Firenze

Mi rivolgo a Codesta Spett. Associazione per renderle noto il fatto assurdo e incredibile, ma reale, che è avvenuto a Firenze, nel Parco di Villa Favard a Rovezzano, fra le vie Aretina e Rocca Tedalda, mercoledì 10 giugno scorso. Nella mattina del 10 giugno, infatti, maestranze inviate dal Comune di Firenze, dopo avere collocato improvvisamente sulla strada un avviso con cui si comunicava che l’operazione avveniva ai sensi di PD 12770/2020, hanno abbattuto un grande e maestoso albero situato all’altezza dei numeri civici 509 – 511 di Via Aretina, nel Parco della Villa Favard di Rovezzano, area di grande rilevanza storica, artistica e ambientale, esistente dai tempi di Dante Alighieri, oggi sede di una prestigiosa istituzione culturale e di un frequentato e apprezzato giardino pubblico, come ampiamente descritto in: https://www.nove.firenze.it/la-villa-favard-di-rovezzano-e-il-suo-parco.htm

L’albero di cui parlo era maestoso e bellissimo, ricchissimo di foglie ombrose e quindi anche di carica ossigenante, e con molti nidi in nidificazione, e quindi quanto meno secondo la legge si sarebbe dovuto aspettare il termine della riproduzione degli uccelli per ogni intervento demolitivo al suo riguardo, come peraltro espressamente richiesto da alcuni cittadini anche con specifica diffida inviata via email e PEC al Comune.

Continua a leggere →

EMPOLI, VIALE 4 NOVEMBRE : I TIGLI NON SI TOCCANO!

Oltre e nonostante il CoronaVirus, un’altra pandemia estremamente contagiosa si sta diffondendo rapidamente fra le amministrazioni comunali: quella degli abbattimenti e delle sostituzioni delle alberature ornamentali urbane. Un nuovo importante focolaio si è manifestato ad Empoli dove l’Amministrazione ha annunciato e vuole procedere all’abbattimento della storica e bellissima alberatura di viale 4 Novembre.

Come Italia Nostra Firenze desideriamo dare il nostro sostegno al Comitato sorto in difesa dei tigli. Le motivazioni di questa battaglia sono chiaramente illustrate nella petizione appello lanciata dal Comitato che invitiamo a sottoscrivere e diffondere nonostante un primo importante risultato appena ottenuto da questa mobilitazione. Oggi, lunedì 15 giugno, il Sindaco ha annunciato il rinvio degli abbattimenti per difetto di informazione presente nella procedura seguita dalla sua amministrazione (sic!). Lo stesso Sindaco dichiara che i problemi che mostrano queste alberature sono determinati dall’assenza di cura e manutenzione (a carico della Amministrazione comunale) e ne riconosce l’errore, ciononostante sembra ribadire che una volta rimediato l’errore procedurale procederà all’abbattimento programmato adducendo, come “tradizione”, perizie tecniche che obbligherebbero agli abbattimenti, cosa che giustamente i cittadini chiedono di verificare e discutere in modo trasparente.

Firma la petizione 

Passeggiate fiorentine. Quarta passeggiata con Mario Bencivenni (vice presidente di Italia Nostra Firenze). Firenze fra ‘800 e ‘900: viale Lavagnini, piazza della Libertà e piazza della Vittoria.

Continuano in compagnia del professor Mario Bencivenni le passeggiate fiorentine di Stamptoscana, alla ricerca di ciò che è rimasto della Firenze fra Otto e Novecento, un periodo estremamente importante perché vide la grande e breve fase di Firenze Capitale, di cui protagonista indiscusso fu il Poggi coadiuvato dal grande giardiniere Attilio Pucci. LEGGI TUTTO

POTATURE, CAPITOZZATURE E ABBATTIMENTI DI ALBERI A FIRENZE DURANTE LA PANDEMIA. LETTERA E DOCUMETAZIONE FOTOGRAFICA INVIATA DA IN AL MINISTRO COSTA

A documentazione dell’intensa attività svolta dalla sezione fiorentina di Italia Nostra per tutelare e difendere le alberature fiorentine pubblichiamo la lettera esposto inviata il 5 maggio scorso al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa relativa alle drastiche potature e agli abbattimenti eseguiti dall’Amministrazione comunale di Firenze anche durante il periodo di blocco delle attività per contrasto alla pandemia La lettera esposto è accompagnata dalla sintesi dei casi documentati con alcuni esempi della documentazione fotografica inviata al Ministro.

 

GROSSETO, TAGLIO DEI PINI DI VIA MASCAGNI: INTERVIENE LA PROCURA DELLA REPUBBLICA

Riceviamo, condividendo e in previsione di interventi analoghi di altre Procure della penisola

Gruppo d’Intervento Giuridico onlus

5 maggio 2020

 

APERTO UN PROCEDIMENTO PENALE SUL TAGLIO DEI PINI DI VIA MASCAGNI, A GROSSETO.

 

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Grosseto ha aperto un procedimento penale in relazione all’avvenuto taglio, su iniziativa dell’Amministrazione comunale del Capoluogo maremmano, di 52 esemplari di Pinus lungo la Via Mascagni, oggetto di forti contestazioni popolari.

In proposito, su segnalazioni accorate di cittadini, l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus aveva inoltrato (17 marzo 2020) una specifica istanza al Ministero dell’ambiente, al Comune di Grosseto e ai Carabinieri Forestale, informando per opportuna conoscenza anche la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Grosseto.

….leggi tutto

Il Commento di Franco Tassi (Comitato Parchi Nazionali Italiani e Riserve Analoghe )

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: