Archivi della categoria: Baratti e Rimigliano

Pineta di Rimigliano (San Vincenzo). Le Osservazioni di Italia Nostra al “Piano Attuativo di iniziativa privata “Tenuta di Rimigliano”

gonews.it, 9 marzo. Ai domiciliari per corruzione il sindaco di San Vincenzo, indagata mezza giunta (con video)

Brutte notizie dalla tenuta di Rimigliano

Fonte: Comitato per Campiglia

Con il progetto del podere Le Chiusacce inizia lo stravolgimento della tenuta di Rimigliano

Il progetto del Podere Le Chiusacce, presentato il 26-08-2013, segna l’inizio dell’attuazione della Variante del Regolamento Urbanistico approvata il 3 Ottobre 2010.
Il progetto prevede di mantenere l’edificio originario principale, a due piani e in parte ad un piano, di demolire quattro annessi a un piano, di cui tre in muratura e uno in pali e rete, e di trasferire dal Podere Poggettino-Contessa Lea, una superficie di mq.862,72 lì rappresentata da tettoie metalliche.
Il Podere Le Chiusacce comprende oggi mq. 670,17 di superfici di calpestio di cui mq.138,44 di semplici tettoie, questa superficie reale attraverso norme comunali urbanisticamente indecenti, diventano mq. 959,58.
In questo modo il Podere Le Chiusacce sarà formato dall’edificio preesistente con superficie di pavimento da ristrutturare di mq. 457,39, di mq. 502,19 di superfici virtuali e di superfici recuperabili dalle demolizioni nel Podere, e da mq. 862,72 trasportati dal Podere Poggettino-Contessa Lea per un totale di mq. 1.822,39 di superficie utile Usufruendo poi di un margine del 10% ammesso dal disciplinare, il progetto finale è costituito da tre edifici, in massima parte a due piani, per una superficie lorda di pavimento di mq. 1854,75 (pari a quattro volte la superficie del fabbricato originario). Il progetto prevede la realizzazione di otto appartamenti, sette dei quali dotati di piscina condominiale di mt. 19,70 per 6,70 e un annesso destinato a docce e spogliatoi; l’ottavo appartamento è dotato di piscina privata. Continua a leggere →

Sta per partire il massacro della spiaggia di Rimigliano. Ecco il progetto approvato

Fonte: San Vincenzo lavori in corso

La Provincia approva un Progetto devastante per la spiaggia di Rimigliano. 
FERMIAMOLO subito, o la prossima sarà l’ultima estate nella quale potremo
ancora ammirare quella meraviglia naturale.

Fonte: Il Tirreno del 2 febbraio 2012
Di: Francesca Lenzi

“Rimigliano, un piano da 774 mila euro per salvare le dune.
Dopo dieci anni di ritardi la Provincia approva il progetto necessario
al riassetto dell’intera costa sanvincenzina”

Un progetto per migliorare il sistema dunale della spiaggia di Rimigliano. È quanto previsto nel programma di interventi che la Regione ha pianificato nella delibera del 2001 nell’ambito del “Progetto di piano regionale di gestione integrata della costa ai fini del riassetto idrogeologico”, che considera anche i lavori sul golfo di Baratti.
Dopo oltre 10 anni anche la costa di Rimigliano sta per vedere la partenza dell’operazione di competenza della Provincia di Livorno. È già stato approvato il progetto definitivo e si stanno predisponendo le norme per attivare il bando.
Quanto a tempistica il responsabile del procedimento, Enrico Bartoletti, ipotizza la conclusione del bando di gara con l’apertura delle buste entro aprile/maggio, con l’avvio dei lavori subito dopo la stagione turistica estiva. C’è da dire che il piano messo in atto dalla Provincia non risponde all’esigenza di rimediare una situazione allarmante sul fronte erosione, come invece è presente ad esempio su Baratti.
«Non si tratta di un intervento di ripascimento – spiega Bartoletti – ma di un progetto di miglioramento e prevenzione». Rimigliano infatti non sembra soffrire dell’azione erosiva del mare, che invece affligge altre zone, in primis la Costa est. Basta dare un’occhiata alla spiaggia per rendersi conto dello stato tutto sommato buono del litorale sanvincenzino. La sabbia è fine e pulita, e in larghezza copre almeno 40 metri, in alcuni punti anche di più, salendo con un dislivello che arriva quasi ai due metri.”
Clicca qui per continuare a leggere

Rimigliano e la difesa del territorio. Se ne è parlato a Roma

Il Comitato per Campiglia prepara una iniziativa sull’importanza del paesaggio

Di Rimigliano e del progetto di realizzare più di cento appartamenti e un albergo in un’area destinata a parco, nella grande tenuta formatasi negli ultimi secoli su una zona di bonifica dove prima c’era un grande lago costiero, si è discusso sabato scorso a Roma, nella riunione nazionale del Consiglio scientifico della Rete dei Comitati per la difesa del territorio presieduta da Alberto Asor Rosa e della quale fa parte anche il Comitato per Campiglia.
L’incontro, che si è svolto all’Università La Sapienza presso la Facoltà di Scienze Umanistiche, ha fatto il punto sulle vertenze in atto sul territorio e si è concentrato particolarmente sul tema “territorio bene comune” (con una bella relazione di Alberto Magnaghi) e sull’analisi del modello toscano, stretto tra le logiche speculative e tendenze ad un nuovo corso dell’urbanistica regionale. Nell’introdurre i lavori Claudio Greppi, coordinatore del comitato scientifico, ha indicato i casi del No Tav di Firenze, del parco della piana fiorentina, dell’autostrada tirrenica, della Valdichiana, della Laika a San Casciano, di Casole d’Elsa e di Rimigliano  come le più significative vertenze attualmente aperte sul territorio toscano. Negli ultimi due casi (Casole e Rimigliano) si potrebbe arrivare alla convocazione della conferenza paritetica interistituzionale da parte della Regione, e ciò costituirebbe un fatto di grande importanza.
“Casi come quello di Rimigliano, come l’autostrada Tirrenica o come Baratti – ha detto lo storicoRossano Pazzagli, che fa parte del Consiglio scientifico della Rete – testimoniano una crescente emergenza costituita dall’area costiera e stanno ormai assumendo a livello regionale anche un valore per la riuscita o meno del nuovo corso urbanistico toscano e per la difesa del paesaggio, risorsa essenziale che insieme ai beni culturali e ambientali deve essere considerata ancora più strategica nell’attuale scenario di crisi.”
Proprio su questo il Comitato per Campiglia, insieme all’Associazione politico-culturale “Democrazia e territorio” ha già programmato un’iniziativa pubblica per il pomeriggio del 17 dicembre al Calidario di Venturina sul “Paesaggio come bene comune, risorsa e fattore d’identità” nel quale interverranno i professori Carlo Tosco del Politecnico di Torino e Franco Cambi dell’Università di Siena, autori di due importanti libri sul paesaggio storico e sull’archeologia dei paesaggi.
Comitato per Campiglia

Continua a leggere →

Colpo di scena: «Mai approvata la variante di Rimigliano»

Fonte: La Nazione 4.11.2011
Da: Comitato per Campiglia

Bertini del «Forum» fa esplodere un altro e del tutto inatteso polverone

“La storia infinita”. Crediamo che prendere in prestito il titolo di questo film sia del tutto pertinente alla vicenda. Infatti, una variante ampiamente discussa e che vede impegnare le forze politiche (e non solo) da oltre venti anni, e, quando si pensava di essere giunti agli atti finali, questa pare destinata ad avere un ulteriore proroga. Naturalmente, visti i trascorsi, non ci sarebbe da meravigliarsi più di niente, e quindi usare il condizionale appare veramente d’obbligo. Sicuramente si tratta di un «prorogo» inatteso, ma è ancora il gruppo di minoranza «Forum del Centrosinistra» ad alzare questo nuovo polverone. Insomma, una dichiarazione se, confortata dalla realtà, è destinata ad innalzare una ulteriore serie di dubbi in merito alla variante attuativa interessante l’area della ex Tenuta di .
«Infatti — dice testualmente Nicola Bertini — risultano “belle” le 77 pagine di delibera su Rimigliano pubblicate su internet: peccato che ne manchino parecchie. Le tre ore di discussione sulle controdeduzioni mancano; sono certo — dice l’esponente del Forum di Centrosinistra — che si dirà che non sono ancora state sbobinate ma crediamo che la ragione sia ben altra. Dalla registrazione degli ultimi istanti della seduta si evince chiaramente che la variante al regolamento urbanistico per la tenuta di Rimigliano non è mai stata approvata.

Continua a leggere →

Rimigliano – Per ora

Fonte: San Vincenzo lavori in corso

Sull’assemblea del 30 settembre di presentazione al popolo, da parte del Comune, della variante bis al Regolamento Urbanistico di Rimigliano è già stato riferito tutto quanto era possibile dire.
Per fare un minimo di ordine e non restare travolti dalla incredibile mole di irregolarità emerse da quella presentazione, si riepilogano di seguito le più evidenti ed incredibili assurdità (tecniche ed urbanistiche) esposte dagli illustratori della variante bis (Biagi, Bandini, Filippi e Giommoni): Continua a leggere →

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: