Archivi della categoria: Castello

Castello: nuovo inceneritore e ampliamento aeroporto. Un dossier per capire cosa si muove

Fonte: Inventati.org

Scarica QUI il dossier in formato Pdf, o QUI la versione per la stampa.

Riceviamo dall’Assemblea per la piana contro le nocività questo dossier sulla situazione della piana di Castello: una prima ricerca/inchiesta che fa luce su cosa si sta muovendo in un’area di interesse strategico come questa. Qualche giorno fa avevamo ripreso questo post, nel quale erano presenti ulteriori particolari sulle manovre istituzionali, in particolare del Partito Democratico metropolitano, della piana e regionale, rispetto alla costruzione dell’inceneritore di Case Passerini e all’ampliamento dell’aeroporto Vespucci.
Cliccate qui per continuare a leggere

Inaugurato in sordina lo scavalco ferroviario Rifredi-Castello. L’ad Moretti definisce “4 fessi” coloro che temono per il David di Michelangelo

Fonte: ANSA, 1 dicembre

Alta Velocità: Moretti, vibrazioni a Firenze? No timori, parole di 4 fessi

”Non c’è ragione per aver timore solo perchè quattro fessi continuano a dire che il David di Michelangelo avrà problemi per le vibrazioni”. Lo ha detto Mauro Moretti, amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, parlando dei lavori per la Tav a Firenze. ”Sono più le vibrazioni fatte da un treno locale – ha affermato, a margine della presentazione dello ‘scavalco’ ferroviario tra Rifredi e Castello – di quelle di un treno ad alta velocità, che è molto più leggero e scarica sui binari molte minori forze”. Moretti ha quindi sottolineato che ”sotto Firenze non si va a 300 all’ora, si va al massimo a 100: quindi non c’è nessun timore”. L’amministratore delegato delle Fs ha quindi aggiunto che ”i lavori più vicini alle case come quelli che dobbiamo fare a Firenze li abbiamo fatti a Bologna e soprattutto a Torino. Se si va a chiedere ai torinesi qual è il lavoro più bello che hanno avuto negli ultimi anni, dicono che è il passante ferroviario”.

Alta Velocità: comitato contro, inaugurato di nascosto inutile scavalco

”Si inaugura senza spettatori lo ‘scavalco’, il primo pezzo di una inutile struttura ferroviaria: le istituzioni, sempre più lontane dai cittadini, si nascondono da ogni dissenso”. Continua a leggere →

Castello: interrogato Casamonti

Fonte: La Repubblica, 14/12/2008
Di: Franca Selvatici

Inchiesta Castello, interrogato Casamonti
Casamonti tre ore dal gip: “Volevo solo progettare belle opere”
Dopo l’interrogatorio il giudice concede gli arresti domiciliari al professionista.
I legali: ma non è una gola profonda

«Volevo progettare belle opere». Così l’architetto Marco Casamonti, indagato anche nell’inchiesta Castello, durante l’interrogatorio a cui è stato sottoposto dopo essere stato arrestato per turbativa d’asta a Terranuova Bracciolini. Tre ore davanti al Gip, l’architetto ha risposto alle domande. E il magistrato gli ha concesso gli arresti domiciliari.
L’architetto Marco Casamonti, arrestato giovedì sera per turbativa d’asta aggravata nella gara per la ristrutturazione degli ex Macelli a Terranuova Bracciolini, ha ottenuto nel pomeriggio di ieri gli arresti domiciliari dopo un interrogatorio durato tre ore davanti al gip Rosario Lupo. Alle undici del mattino, quando è arrivato al secondo piano del tribunale scortato dagli agenti di polizia penitenziaria, l’architetto Casamonti era visibilmente prostrato. Gli occhi smarriti, i capelli un po’ in disordine, i bei pantaloni di velluto cascanti perché come a tutti i detenuti gli era stata tolta la cintura. Continua a leggere →

Lettera aperta, vicenda Castello e querela di Domenici a Repubblica

Ieri, presso la libreria Liberi libri è stata presentata alla cittadinanza la Lettera aperta ai cittadini di Firenze, proposta e firmata da Mario Bencivenni, Paolo Celebre, Domenico De Martino, Vincenzo Ramalli, Francesco Re, Deanna Sardi, Mariarita Signorini, Vincenzo Simoni.
A fronte della drammatica situazione fiorentina, già denunciata da anni da comitati, movimenti e associazioni di cittadini, e ora davanti agli occhi di tutti attraverso le intercettazioni che hanno portato a indagini della magistratura, i firmatari intendono stimolare la formazione di un ampio schieramento elettorale, espressione della società civile, in grado di competere da protagonista nelle prossime elezioni amministrative, sulla base di un’esplicita discontinuità con le precedenti amministrazioni e della condivisione di alcuni punti qualificanti: centralità dei cittadini, difesa dei beni pubblici (territorio, verde, aria, acqua), blocco e ridiscussione delle grandi opere infrastrutturali (TAV, tramvie, tubone ecc.), attenzione alle problematiche sociali (casa, accoglienza, ecc.). Continua a leggere →

Dimesso assessore Firenze, Biagi Indagato per corruzione in ambito inchiesta su area Castello

Fonte: ANSA
Firenze, 27 nov -L’assessore all’urbanistica del comune di Firenze, Gianni Biagi, si è dimesso dall’incarico in seguito all’inchiesta sull’area di Castello.
L’indagine, avviata dalla procura fiorentina e che riguarda la trasformazione urbanistica della zona, ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati per ipotesi di corruzione, tra gli altri, del presidente onorario di Fondiaria-Sai Salvatore Ligresti e dell’assessore Graziano Cioni.
Le dimissioni di Biagi sono state accolte dal sindaco Domenici.

 

Firenze Castello: Il Piano Fondiaria, gli affari di Salvatore Ligresti e gli interessi della città

Firenze, giugno 2005

Mentre cresce la sensibilità civica per i problemi ambientali e per la salvaguardia del paesaggio e dei beni culturali (come ben dimostra la vicenda del parcheggio della Fortezza da Basso), e mentre l’operazione “Nuovo Piano Strutturale” di Firenze è stata presentata dall’Amministrazione Comunale come un’occasione innovativa di pianificazione partecipata e condivisa atta a porre fine alla strisciante e disordinata politica edilizia che negli ultimi decenni ha prodotto il consumo di tanto territorio e ha aggravato in modo irreparabile le condizioni di vivibilità della città, le Associazioni Amici della Terra, Firenze Viva, Italia Nostra, Legambiente e WWF denunciano la stridente contraddizione relativa all’episodio di “urbanistica contrattata” pilotata “dall’esterno” concernente la convenzione sull’area di Castello stipulata tra il Comune di Firenze e Fondiaria-Sai. Continua a leggere →

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: