Archivi della categoria: Castiglione della Pescaia

Domenica 25 ottobre h 11. Inaugurazione della mostra documentaria “Castiglione della Pescaia nei secoli XVI-XIX”

Saranno presenti i curatori Anna Guarducci e Leonardo Rombai. Alle  carte storiche di Castiglione della Pescaia e della pianura grossetana si accompagna il catalogo a stampa. Nel corso della mattinata la proiezione del cortometraggio “La Casa Rossa”

Guarda la locandina

Castiglione della Pescaia. Italia Nostra, Soprintendenza e Regione Toscana chiedono la procedura di VIA per le opere di difesa del litorale.

Il Progetto che prevede la posa a mare di  16 pennelli trasversali, 5 barriere parallele e 5 “isole” sommerse lungo i circa 7 km che corrono dalla spiaggia delle Rocchette al porto di Castiglione, incontra l’opposizione del Comitato Save the Coast Cdp  sostenuto da Italia Nostra.

L’intervista a Laura Salvadori e Lorenzo Petrini rispettivamente portavoce e Presidente di Save The Coast CdP

Italia Nostra Toscana chiede di sottoporre il progetto a procedimento di VIA (Intervista a Mariarita Signorini)

approfondisci

Intervista al Dott. Massimo Felicioni: Chi sì cela dietro al piromane di Castiglione?

Fonte: Qui Grosseto

Che intende Architetto con questo Suo rivolgersi pubblicamente su un tema così delicato come quello degli incendi a Castiglione della Pescaia?
R
Nostro padre è stato il costruttore della ex Lottizzazione di Poggio alle Trincee fine anni ’60 (fatta salva dalla regione e riconosciuta anche nei confronti dell’allora Ministero del Turismo Italiano), siamo ancora oggi proprietari di gran parte del patrimonio utilizzato pubblicamente su questa parte del territorio comunale (linee dell’acquedotto comunale, serbatoi acqua potabile, strade come il tratto centrale della Panoramica, … ed altro tanto per fare un esempio comunque sempre riguardanti la pubblica utilità), viviamo e frequentiamo assiduamente Castiglione della Pescaia che adoriamo da sempre. Oggi nel subire tutti questi ripetuti incendi che delineano una traccia tra l’altro a mio parere non troppo casuale, siamo impauriti e preoccupati. Ci siamo rivolti formalmente con un Esposto giorni addietro al Sindaco, agli uffici della Provincia, Forestale ed anche al Sig. Prefetto perché preoccupati del danno che tutta questa incuria e disattenzione pubblica e privata riguardo alla gestione del territorio arreca alla Comunità e Collettività, turismo compreso . E’ un problema di SICUREZZA in primis; il fuoco lambisce anche le case e la gente giustamente scappa. Forse non ci tornerà più a Castiglione al di la delle 5 vele blu, come ha detto stamani una turista settentrionale al Capo Squadra della Provincia. Comunque sia non abbiamo ricevuto nessuna risposta ed una settimana fa abbiamo esposto la questione al Comando Provinciale dei Carabinieri.
Lei Architetto ha detto una cosa preoccupante, ha parlato di una ”traccia “ nel citare gli incendi ad oggi; che intende?
R Intendo dire che se noi prendiamo una cartina geografica di Castiglione della Pescaia e segniamo con un puntino rosso i punti dove sono stati ad oggi gli incendi vediamo una traccia ben precisa al di la di altri casi sporadici e forse anch’essi non casuali come quello a Macchia Scandona, o il tentativo di Casa Mora. Dicevo, Lei potrà notare che si colpisce sempre la base di Poggio alle Trincee versante Poggio d’Oro, versante centrale Cimitero, versante Panoramica Capezzolo. Io non vorrei pensare male e per abitudine non lo faccio ma talvolta a pensare male si fa bene.
Cioè?
R Cioè, sarà un caso che i terreni nostri di Poggio alle Trincee oggetto di storico contenzioso con il Comune (Cassazione e Consiglio di Stato) ed oggi presenti, per redimere il contenzioso pubblico, come “attività negoziata” nella definitiva Pianificazione del Regolamento Urbanistico Comunale che dovrà essere approvata dal Consiglio Comunale giovedi prossimo 31 luglio 2014 dopo ben 34 anni, siano i terreni prevalentemente lambiti – interessati in termini percentuali dai tentativi di incendio innescati dai primi del mese di luglio?
Scusi solo i Suoi e solo Lei ricade in questa perversa e pericolosa coincidenza del binomio urbanistica- incendi?
R Ritengo di no. Infatti se andiamo ad analizzare gli incendi versante strada panoramica – Capezzolo, interessano l’ex Comparto edificatorio CR06 facente anch’esso parte di una vecchia questione con il Comune di Castiglione e che oggi rientra anch’esso tra le schede urbanistiche da riadottare con l’approvazione definitiva del nuovo R.U.C. interessante no? Comunque se il fuoco proseguisse versante monte dai quei terreni interessando le case si arriverebbe sempre a Poggio alla Trincee.
Concludendo Lei cosa chiede?
R Di non rimanere soli, che non si taccia con la scusa di non disturbare le operazioni di indagine come qualcuno ha detto in giro. Che si accendano i riflettori dell’interesse pubblico e di quello giudiziario su questioni che devono essere vigilate e che il singolo cittadino non può più continuare a difendere e portare avanti da solo. Non è giusto. Qui stiamo parlando di diritti, di doveri, di stati di inerzia e di soprusi, una situazione in piccolo grave esattamente come quella quotidiana che riguarda il nostro paese. Chiediamo che Istituzioni pubbliche e cittadini, proprietà private ed imprenditori possano fare squadra sinergicamente in un interesse collettivo dove ovviamente possa stare purchè sia legittimo anche l’interesse privato. Serve una corretta attività di Polizia, serve far rispettare la attività di Prevenzione e cura del territorio a tutti, pubblico e privato. Vede, e concludo, noi ogni anno pur con le difficoltà economiche di gran parte degli italiani, provvediamo a pulire, mantenere, tenere in Sicurezza i nostri terreni; c’è stato anche chi ci ha attaccato sulla stampa locale due anni fa circa. Se tutti facessimo il nostro dovere, vivremmo in modo più giusto, più sicuro ed anche economicamente più vantaggioso.
La ringrazio
R Sono io che ringrazio Voi per accettare di affrontare una questione così impopolare e scivolosa.

Castiglione, la pineta liberata…

Grazie alla collaborazione di tutti è stato ottenuto
un primo grande risultato!!

Fonte: La Repubblica

Non ci sono più auto e camper parcheggiati ed è stato messo un divieto d’accesso dall’amministrazione comunale. Dopo l’appello di Italia Nostra la pineta di Castigione della Pescaia è stata liberata dal parcheggio selvaggio, come mostrato su Repubblica negli scorsi giorni.

Italia Nostra chiede l’immediata chiusura del parcheggio selvaggio nella pineta di Castiglione della Pescaia

Comunicato stampa 20-8-2012
Mariarita Signorini responsabile comunicazione Italia Nostra Toscana 

Dopo i roghi che hanno devastato la pineta di Marina di Grosseto con danni ingentissimi all’ambiente e alle persone e fatto evacuare tutti i campeggi della zona, Italia Nostra torna alla carica chiedendo all’Amministrazione di Castiglione della Pescaia, che si transennino subito gli ingressi alla pineta, per impedire che auto, moto e camper sostino in modo selvaggio ai confini del centro abitato.
La sezione locale dell’associazione ambientalista da anni segnala lo stato di abbandono in cui versa la pineta a ridosso del paese, pineta che è di proprietà privata ma che non è recintata perchè, come sembra, il Principe Chigi, precedente proprietario di tutti quei terreni, aveva voluto destinarla a uso pubblico.
Ma gli appelli finora sono caduti nel vuoto e nella stagione estiva in questo tratto di pineta vi parcheggiano auto, moto e camper, creando una situazione assai critica per il pericolo d’incendi che potrebbero svilupparsi a ridosso delle abitazioni, dato che non c’è manutenzione, che il sottobosco è assai fitto, che spesso vengono accesi addirittura barbecue, che per l’affollamento dei veicoli nei giorni più critici, non potrebbero neppure entrare i mezzi di soccorso e antincendio, e perchè manca il personale di sorveglianza.
Parcheggiare in area di tutela è peraltro proibito dalla Legge regionale n.48 del 1994. Data la situazione che si è creata non sarebbe il caso che l’Amministrazione comunale proponga agli attuali proprietari un contratto di comodato d’uso gratuito, in cambio della necessaria manutenzione di questo tratto? Ci aspettiamo che la Provincia e il Comune si attivino immediatamente per eliminare questa situazione di degrado e di pericolo e per rendere davvero fruibile a tutta la cittadinanza questo bene comune.
Tra l’altro qui i pini appaiono in buona salute in un contesto che è in stato di conservazione molto precario, sia per l’invecchiamento degli alberi, sia per l’attacco massivo di parassiti che stanno li seccando in un territorio che si estende fino a all’Ombrone. Tratto che è stato miracolosamente preservato dalla speculazione edilizia in tutti questi anni.
Italia Nostra ha prodotto un dossier fotografico che dimostra che è necessario agire subito, con fermezza.
Infine si auspica che un giorno i vari Enti competenti si prendano cura dell’intera pineta del Tombolo: il vero Parco di Castiglione della Pescaia.
Italia Nostra sezione di Castiglione della Pescaia

Fonte: La Repubblica

E nella pineta di Castiglione è parcheggio selvaggio

Nei giorni dell’incendio di Marina di Grosseto, Italia Nostra segnala il parcheggio selvaggio nella pineta di Castiglione della Pescaia: “Chiedendo all’Amministrazione che si transennino subito gli ingressi alla pineta, per impedire che auto, moto e camper sostino in modo selvaggio ai confini del centro abitato. D’estate in questo tratto di pineta parcheggiano auto, moto e camper, creando una situazione assai critica per il pericolo d’incendi che potrebbero svilupparsi a ridosso delle abitazioni, dato che non c’è manutenzione, che il sottobosco è assai fitto, che spesso vengono accesi addirittura barbecue, che per l’affollamento dei veicoli nei giorni più critici, non potrebbero neppure entrare i mezzi di soccorso e antincendio, e perchè manca il personale di sorveglianza”.

Italia Nostra Castiglione della pescaia: Passeggiata di Primavera 21 maggio 2011

Italia Nostra sezione di Castiglione della Pescaia:
Passeggiata di Primavera, un affascinante percorso tra cielo e mare
alla scoperta della ricchissima 
macchia mediterranea
Antica Via della Dogana, Punta Ala  – Spiaggia delle Rocchette
Sabato 21 maggio 2011

Quest’anno vogliamo percorrere la strada per intero fino alla spiaggia di Rocchette, dove prevediamo di pranzare presso il ristorante del bagno “Le Rocchette”
Appuntamento alle ore 8.30 davanti alla Scuola Media di Castiglione della Pescaia, Viale Kennedy 1. Da qui si raggiungerà l’inizio del percorso che si trova lungo la strada che conduce a Punta Ala.
Per informazioni e prenotazioni
Rina Godoli, tel. 0564933451, cell.330247433, mail rinagodoli@virgilio.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: