Archivi della categoria: Coronavirus

Report (Rai3). Firenze una città in svendita: dalla Variante 13 al coronavirus

 

Insieme a Venezia, Firenze è la città italiana che più ha svenduto la sua anima per assecondare i capricci dei turisti, a partire dai più facoltosi. Ma i tempi in cui Firenze era semplicemente in vendita sono ormai passati. Con Covid-19 è arrivato il momento dei saldi.[…].

Tomaso Montanari “Firenze è una città in svendita e gli amministratori di Firenze sono al servizio di questi capitali stranieri”

Vedi Firenze in svendita nella puntata di Report dell’8 luglio 2020 (14 minuti circa)

Inutile aggiungere che molte delle operazioni immobiliari di cui si parla nel servizio (e che niente hanno a che fare con le legittime aspirazioni di quei pochi fiorentini che risiedono nel centro storico o con i più recenti slogan mistificatori di Sindaco e Assessori per un “ritorno dei fiorentini ad abitare il centro”) difficilmente si sarebbero realizzate senza la scellerata Variante 13 contro cui la nostra Associazione si è battuta (clicca qui: 27 luglio 2019) e continua a battersi (clicca qui: gennaio 2020 e qui: Palazzo Pola e Todescan)

Coronavirus. Cosa succede (o può succedere) a partire da lunedi 18 maggio all’interno dei confini regionali

Fonte: Conferenza delle Regioni e delle Province autonome (regioni.it). Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche e Produttive

Leggi

Spiagge, coronavirus e fruizione dei litorali toscani. Italia Nostra, Legambiente, Lipu e WWF chiedono l’apertura di un tavolo di confronto regionale

Fra i tanti aspetti complessi relativi alla ripresa delle attività nelle fasi di progressiva uscita dall’emergenza pandemia, quello della gestione e della fruizione dei litorali della Regione Toscana, è oggetto di una richiesta esplicita da parte delle associazioni Italia Nostra, Legambiente, Lipu e WWF formulata all’indirizzo del Presidente Enrico Rossi e dell’assessore competente Federica Fratoni. Nella fattispecie, le associazioni richiedono l’indizione di un tavolo di confronto volto a determinare, unitamente ai rappresentanti istituzionali e a personalità di rilievo del mondo scientifico, economico ed ambientalista, le condizioni migliori per la redazione di un piano regionale per la fruizione sostenibile dei litorali toscani.

L’esempio di una prassi da evitare illustrata in money.it, 30 aprile 2020. Spagna: candeggina per disinfettare la spiaggia, disastro ambientale

Un video dell’affumigamento della spiaggia di Zahara de los Atunes (Cadice) e il pentimento del Presidente della Entidad Local Autónoma 

Ancora su coronavirus, inquinamento e polveri sottili. La Società Italiana di Medicina Ambientale rinviene tracce di coronavirus adese alle polveri sottili

L’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale individua e valuta i settori più inquinanti e responsabili del particolato primario e secondario. Quasi il 65% della responsabilità (dati 2016) è condiviso tra riscaldamento (38%), allevamenti intensivi (15,1%) e industria (11,1%). Ad essi si aggiungono, tra gli altri, la circolazione di auto e motoveicoli (9%) e il trasporto merci su strada (7,1%). Simili dati spiegano, anche in virtù di fattori meteoclimatici, il perchè non tutte le aree registrano, con il lockdown, una diminuzione delle polveri sottili. Approfondisci

Un recente studio dell’Università di Harvard conferma la relazione tra inquinamento e mortalità da Covid-19. Approfondisci

Di questi giorni la notizia che uno studio della Società Italiana di Medicina Ambientale  ha rinvenuto tracce del coronavirus adese alle particelle di polveri sottili. Si tratta di una notizia oltremodo preoccupante ma diciamo subito e per intendersi, che lo studio non dimostra la possibilità di un contagio che esuli dalla trasmissione umana (la stessa SIMA annuncia che questa eventualità sarà oggetto del prossimo studio…la risposta è attesa tra circa un mese). Al contrario e al momento, simile scoperta potrebbe essere utile come possibile marker di situazioni a rischio, qualora e ad esempio le centraline Arpat, che quotidianamente forniscono i dati sulla polveri sottili, fossero attrezzate con filtri per il rilevamento PCR. Il rilevamento di alte percentuali del genoma virale nel partiicolato consentirebbe un rapido avvio dei meccanismi di prevenzione.

Approfondisci qui

oppure qui se non hai facebook

Echi dalle Marche. Coronavirus e poteri speciali ai Sindaci, un’altra storia. L’opposizione dell’Alleanza delle Associazioni Ambientaliste

Il Comunicato dell’Alleanza

Forum Paesaggio, Gruppo intervento giuridico, Italia Nostra, Lac, Legambiente,

Lupus in Fabula, Federazione pro natura, Wwf Italia.

L’Alleanza delle associazioni ambientaliste marchigiane esprime contrarietà alla richiesta avanzata da 200 sindaci di ricevere poteri speciali in deroga al codice degli appalti e alle sovrintendenze, per velocizzare la ripartenza dei cantieri. Siamo d’accordo nel dare impulso alle opere pubbliche, ma bisogna essere amministratori competenti e rispettosi delle regole. Perché scavalcare il codice che serve a evitare infiltrazioni mafiose, truffe e le corruzioni a danno dei cittadini?

Il Resto del Carlino, Macerata, 12 aprile 2020 leggi tutto

 

 

Coronavirus stime e scenari di unlocking

In Germania i decessi vengono stimati intorno all 1,6% dei contagi mentre in Italia, ad oggi, siamo al 12,2% … alcune delle plausibili risposte

Ilsole24ore.com, 10 aprile. Europa. Coronavirus ultime notizie

/www.la7.it/piazzapulita. Puntata del 09/04/2020 (al minuto 19.14 oppure, e per chi avesse fretta anche in questi giorni, dal minuto 22.34)

adnkronos,  6 aprile 2020. Coronavirus, Federazione regionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri: “Ecco i 7 errori commessi in Lombardia”

repubblica.it. Coronavirus: l’esperto delll’Oms: “Mortalità in calo se si fanno più tamponi”

Il Fatto Quotidiano, 9 aprile . Titolo V e sanità federale. Un caos per lo stato

Unlocking

Il Tirreno, 12 aprile. Chi può lavorare. Ecco la mappa delle [non poche] aziende che riapriranno

Il Tirreno, 12 aprile. Studio dell’Università di Firenze mette in guardia dal “bomba libera tutti”: «Seconda ondata a fine giugno»

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: