Archivi della categoria: Eolico

Torna la norma sul condono mascherato? In consiglio dei Ministri il DDL “Semplificazioni”

29 giugno 2020. Luigi De Falco (vice Presidente nazionale di Italia Nostra): un condono mascherato

Domani in Consiglio dei Ministri il DDL “Semplificazioni”. Il provvedimento torna all’esame, comprensivo della norma sul “condono mascherato” che permette con una domanda in sanatoria di regolarizzare immobili che all’epoca dell’abuso risultavano fuori norma ma che, per modifiche successive, non risulterebbero più abusivi. Un fatto di notevole importanza che condizionerà i piani urbanistici nonché le amministrazioni locali e la politica in generale affinché vengano cambiati i piani e messi a norma gli edifici abusivi secondo il caso.

Luigi De Falco, Vice presidente nazionale di Italia Nostra, interviene con osservazioni in merito all’introduzione dell’art. 36 bis al DPR 380/2001 e all’estensione dell’attuale art. 36 LEGGI

Il fatto quotidiano.it, 30 giugno 2020. Ebe Giacometti (Presidente nazionale di Italia Nostra): Italia Nostra esclusa dagli Stati Generali

Le nostre proposte sono state semplici e lineari e spesso hanno trovato riscontro e condivisione di contenuti con quelle di autorevoli personalità della scienza e della cultura accademica italiana. Da anni, abituati a essere descritti come i “grilli parlanti” dell’associazionismo, abbiano adottato la buona abitudine di coinvolgere competenze professionali e culturali capaci di aiutarci a disegnare quello che molti cittadini chiedono: ottenere un Paese con le scuole che funzionino, con le strade in sicurezza e prive di buche, dove i ponti non si sbriciolino. Un Paese dove la Cultura sia realmente un item strutturale riconosciuto per il valore costituzionale identitario che rappresenta (art 9) e per questo asse portante per le generazioni attuali e future, possibilmente finanziato dallo Stato, perché il diritto alla cultura è importante come quello all’Istruzione e alla Salute LEGGI TUTTO (magari anche i commenti a fine articolo che aprono un acceso dibattito sull’energia eolica)

Eolico nel Mugello. L’opposizione di Italia Nostra

Il Mugello è da decenni terra di conquista per la realizzazione di opere di grande impatto ambientale.  Nel nostro territorio, così fragile, sono state realizzate la ferrovia ad Alta Velocità – che ha prosciugato definitivamente sorgenti, torrenti, falde acquifere per oltre 300 kmq. –  e  la variante di valico, ha ospitato e potrebbe ospitare anche nel futuro la discarica della città di Firenze, è in corso la realizzazione della terza corsia dell’autostrada A1 tra Barberino e Firenze, con il riempimento di una grande vallata destinata all’area di servizio più grande d’Europa. Ed ora, dopo l’installazione di 17 turbine eoliche al Carpinaccio nel comune di Firenzuola, arriva l’ennesima proposta di costruzione di un parco eolico sui crinali del nostro appennino tra il Giogo di Corella e Villore. LEGGI TUTTO

Una introduzione di IN al contributo istruttorio della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio 

Il contributo tecnico istruttorio della stessa Soprintendenza

 

 La questione eolica in Mugello: oggi mercoledì 13 ore 21 puoi partecipare alla videoconferenza di Maurizio Pallante organizzata da Crinali Liberi

per il link alla videoconferenza : https://us02web.zoom.us/j/85685210627

Echi dal Mugello. Eolico, un’altra storia

Riceviamo dal COMITATO PER LA TUTELA DEL CRINALE MUGELLANO

La nascita del Comitato

Il progetto per il “Parco” eolico avanza: la mobilitazione e le iniziative

La lettera aperta ai Sindaci di Vicchio e Dicomano

Italia Nostra, comunicato. No all’impianto eolico industriale sul crinale dell’appennino mugellano nei Comuni di Vicchio e Dicomano

Italia Nostra fa appello alle Istituzioni competenti – la Regione Toscana e la Soprintendenza – perché lo sciagurato, incompatibile progetto di collocazione di un impianto industriale eolico (costituito da otto gigantesche torri alte complessivamente 180 m con le loro larghe pale, che richiederebbero ampi e profondi sbancamenti per il loro piazzamento su grandi piazzole) sugli alti e panoramici gioghi di Villore e Corella (Comuni di Vicchio e Dicomano), che arrivano a sfiorare i 1000 m di altitudine, non sia approvato: e ciò, in considerazione sia dell’alta pericolosità sismica e della fragilità geomorfologica dell’area, e sia della esistenza di precise leggi di tutela ambientale e paesistica e del Piano Paesaggistico Regionale, tutti specificamente funzionali alla salvaguardia del Patrimonio, come fine assolutamente primario.

Continua a leggere →

“L’industria dell’eolico invade il Mugello?” Assemblea pubblica organizzata da “Dicomanocheverrà”. Dicomano, Sabato 15 febbraio ore 15.30.

dopo l’incontro di Barberino del Mugello “No! all’assalto del “buisness” dell’eolico verso l’appennino Mugellano” (presieduto da Piera Ballabio di Italia Nostra e con gli interventi di Mariarita Signorini (IN) Leonardo Rombai (IN) e Luciano Ardiccioni (Comitato Monte Gazzarro NO eolico selvaggio),

Per le interviste ai relatori e la registrazione del convegno clicca qui

 

UN NUOVO INCONTRO A DICOMANO 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: