Archivi della categoria: Fotovoltaico

Intervento di Leonardo Rombai (Italia Nostra Firenze) al Convegno “La bellezza delle rinnovabili – Strategie e strumenti per diffondere le rinnovabili nel rispetto del paesaggio”

(Organizzato dalla Rete di Cofuturo Festival, dalla Associazione Giga-FREE in collaborazione con la Rete Geotermica: Sala delle Feste del Consiglio Regionale, Firenze, 18 gennaio 2019)

Italia Nostra ha sempre dimostrato, da ultimo anche con osservazioni al documento “Strategia Energetica Nazionale/SEN” (31 luglio 2017), presentate insieme ad altre associazioni nazionali di tutela, di essere fautrice delle fonti energetiche rinnovabili (di seguito FER): e ciò, al fine di raggiungere prima possibile l’obiettivo della riduzione dei gas serra.

Continua a leggere →

Annunci

Il Governo cala le tasse e aumenta le bollette?

Comunicato stampa congiunto del 21/07/2015

Altura
Amici della Terra
Comitato per la Bellezza
Comitato Nazionale del Paesaggio
Ente Nazionale Protezione Animali
Italia Nostra
LIPU
Mountain Wilderness
Movimento Azzurro
Pro Natura
Rete nazionale NO geotermia speculativa e inquinante
Verdi Ambiente e Società
Wilderness Italia

Mentre l’Autorità per l’energia denuncia una spesa fuori controllo nel 2015 e 2016 per eolico e rinnovabili speculative, prevalgono le pressioni dei lobbysti e il MISE prepara un nuovo Decreto. Le associazioni ambientaliste: “Cosi non si combatte la CO2 ma si aggravano gli oneri per famiglie e imprese in tempo di crisi, con gravi danni a Paesaggio e Biodiversità”.

Continua a leggere →

Fotovoltaico per metà dei consumi dell’isola del Giglio

Vogliono realizzare un impianto fotovoltaico a terra (dove? su terreno agricolo? naturale?) all’Isola del Giglio. L’impianto dovrebbe ricoprire 5 ettari, per incominciare.
Ma c’è gia chi suggerisce di installare pure le pale eoliche. In un isola che ospita un parco nazionale…

Fonte: QualEnergia.it
Di: Alessandro Codegoni

Coprire almeno 5 GWh di domanda con un impianto solare FV da quasi 4 MW: è il progetto per l’isola del Giglio che oggi si alimenta con un generatore diesel, che produce il kWh ad un costo di 50 c€. C’è anche un protocollo d’intesa tra tutti gli attori interessati e bassi sarebbero i tempi di ritorno dell’investimento anche senza fondi pubblici. Chi sfrutterà questa opportunità?

Continua a leggere →

Truffa, sequestrata la serra fotovoltaica più grande del mondo

Fonte: Affari Italiani, 02/7/20015

Una società indiana avrebbe incassato 62 milioni di euro di contributi per colture orticole mai realizzate nei mega impianti fotovoltaici costruiti in Sardegna

E’ stata sequestrata dal corpo forestale a Villasor, nel Medio Campidano, la piu’ grande serra fotovoltaica del mondo per una presunta truffa milionaria. Il provvedimento, eseguito su ordine della magistratura, riguarda un’area di 193 ettari di cui 20 di serre fotovoltaiche della societa’ Twelve Energy costituita per gestire l’impianto dall’indiana Moser Bauer. Otto le persone indagate ai quali vengono contestati la truffa aggravata, la realizzazione abusiva dell’impianto in violazione della normativa urbanistica e la falsificazione di documenti.

Continua a leggere →

Piano Paesaggistico della Toscana pubblicato nel BURT

Il 20/05/2015 il piano paesaggistico della Toscana che è stato pubblicato nel Burt (Bollettino Ufficiale della Regione Toscana).
Ve lo proponiamo integralmente.

ATTI DI PROGRAMMAZIONE
Consiglio Regionale – Deliberazioni
DELIBERAZIONE 27 marzo 2015, n. 37
Atto di integrazione del piano di indirizzo ter­ritoriale (PIT) con valenza di piano paesaggistico. Approvazione ai sensi dell’articolo 19 della legge regionale 10 novembre 2014, n. 65 (Norme per il governo del territorio).

IL CONSIGLIO REGIONALE
Vista la Convenzione europea sul paesaggio ratificata con legge 9 gennaio 2006, n. 14 (Ratifica ed esecuzione della Convenzione europea sul paesaggio, fatta a Firenze il 20 ottobre 2000) comportante l’obbligo per ogni Stato di recepirne i principi nei piani paesaggistici;

Continua a leggere →

Ecoreati, una legge truffa

Fonte: MicroMega, 19/05/2015
Di: Antonia Battaglia

Il Ddl 1345, che introduce norme per i delitti contro l’ambiente nel codice penale, è diventato legge.
Il testo, sbandierato come un grande successo da diversi partiti e da alcuni associazioni ambientaliste, ha subito vari emendamenti e modifiche, e nella sua formulazione risulta talmente ambiguo da rappresentare de facto un condono ai grandi inquinatori attuali e potenziali.
Esso mette a rischio i processi per disastro ambientale, in corso e futuri, escludendo la possibilità per la magistratura di avviare nuove indagini sui delitti ambientali e di rimettere in discussione impianti inquinanti dotati di autorizzazioni ad operare o produrre.

Continua a leggere →

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: