Archivi della categoria: Paesaggi sensibili

On line: Custodire le nostre terre e l’enciclica “Laudato si’”. Convegno on line organizzato dalle Commissioni episcopali per i Problemi sociali e il Lavoro e per il Servizio della Carità e la Salute degli Uffici della Conferenza episcopale italiana

Il comunicato finale: coordinamento delle 78 Diocesi

«Non ci sono due crisi separate, una ambientale e un’altra sociale, bensì una sola e complessa crisi socio-ambientale. Le direttrici per la soluzione richiedono un approccio integrale per combattere la povertà, per restituire la dignità agli esclusi e nello stesso tempo per prendersi cura della natura» (Laudato si’, 139). 

Tra i diversi interventi segnaliamo a 1.54.30 “Dalla genetica alla epigenetica” intervento di Ernesto Burgio

Il Consiglio di Stato riconosce “il paesaggio come bene primario assoluto, prevalente rispetto a qualunque altro interesse”

Fonte: Italia Nostra
Di: Leandro Janni, Presidente del CR Sicilia di Italia Nostra

Il Consiglio di Stato, supremo Organo di giustizia amministrativa italiana, ha ribadito (Sez. IV, 29 aprile 2014, n. 2222) che “il paesaggio –  nel nostro Ordinamento – è bene primario assoluto; la tutela del paesaggio è quindi prevalente su qualsiasi altro interesse giuridicamente rilevante, sia di carattere pubblico sia privato”.Inoltre, “il piano paesaggistico costituisce […] una valutazione ex ante della tipologia e dell’incidenza qualitativa degli interventi ammissibili in funzione conservativa degli ambiti reputati meritevoli di tutela, per cui i relativi precetti devono essere orientati nel senso di assicurare la tutela del paesaggio per assicurare la conservazione di quei valori che fondano l’identità stessa della Nazione”.
L’art. 9 della Costituzione della Repubblica Italiana introduce la “tutela del paesaggio” tra le disposizioni fondamentali. Il concetto non va però limitato al significato meramente estetico di “bellezza naturale”, ma deve essere considerato come bene “primario” e “assoluto” in quanto contempla l’insieme “dei valori inerenti il territorio”, ovvero: l’ambiente, l’eco-sistema e i beni culturali, che devono essere tutelati nel loro complesso. Il paesaggio, dunque, rappresenta, costituisce interesse prevalente rispetto a qualunque altro interesse, pubblico o privato, e dunque deve essere anteposto alle esigenze di  tipo urbanistico ed edilizio.
Il “piano paesaggistico” è un piano urbanistico-territoriale, redatto dalla Regione (congiuntamente al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per le Regioni a Statuto ordinario). Il piano paesaggistico è un importante, fondamentale strumento di conoscenza, tutela e valorizzazione del territorio, che si propone soprattutto di evitare che gli interventi di carattere urbanistico-edilizio deturpino il paesaggio. Esso è disciplinato dagli artt. 135, 143, 144 e 145 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, ai sensi dell’articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137) e successive modifiche e integrazioni.

Vedi anche: “Il paesaggio è un bene primario e assoluto” di Gruppo di Intervento Giuridico

Paesaggi Sensibili: il parco agricolo di Prato

ITALIA NOSTRA sezione di Firenze e sezione di Prato
PAESAGGI SENSIBILI 2012: I PARCHI
I grandi “polmoni verdi” del paese a rischio
conosciamoli per difenderli

IL PARCO DELLA PIANA
IL PARCO AGRICOLO DI PRATO

Sabato 17 novembre ore 15, breve visita alla tenuta agricola delle Cascine di Tavola incontro con il Centro Educazione del Gusto e la Mortadella di Prato
a seguire ore 17 circa …visita a un’azienda del Parco Agricolo di Prato, l’Azienda Agricola Raugei, inserita nel progetto Gran Prato, il pane a Km 0… infine la degustazione del pane Gran Prato del Panificio Fogacci, accompagnato da olio e vino di Carmignano
La partecipazione è libera e gratuita, ma si consiglia l’iscrizione telefonando per

  • Prato allo 0574-603186/ oppure al 3473624286 o inviando e-mail prato@italianostra.org,
  • Firenze contattare Mariarita Signorini 335-5410190

Il luogo di ritrovo verrà comunicato al momento dell’iscrizione.

RIDIAMO VALORE ALLA TERRA
PIU’ TERRA COLTIVATA E MENO CEMENTO

Italia Nostra – Paesaggi Sensibili presenta il convegno del 23 ottobre

CSE – CENTRO EMERGENZE
ITALIA NOSTRA Onlus
23 ottobre 2009
Palazzo Fenzi, Via San Gallo n. 10 – Firenze
Aula Magna del Dipartimento di Studi Storici e Geografici
Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Firenze
Convegno inserito nella campagna nazionale Paesaggi Sensibili d’Italia Nostra

FIRENZE
VITA URBANA, RISCHI E TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE

Ore 16,00 SALUTI

  • Dott. Ing. Salvatore Arca (Presidente del CSE – Centro Studi Emergenze)
  • Mariarita Signorini (membro della Giunta Nazionale Italia Nostra)
  • Prof. Leonardo Rombai (Presidente Italia Nostra Firenze)

Ore 16,15 INTRODUCE Prof. Antonio Paolucci

Ore 16,30 TRAFFICO E STATICA DEI MONUMENTI, Prof. Giacomo Tempesta

Ore 17,00 INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MONUMENTI, Prof. Carlo Alberto Garzonio, Dott. Emma Cantisani, Dott. Marilena Ricci

Ore 17,30 INQUINAMENTO VISIVO E MONUMENTI, Proff. Leonardo Rombai e Giuseppina Carla Romby (con la collaborazione dei Dott. Saida Grifoni e Federica Russo)

Ore 17,50 LA PIETRA FORTE DI FIRENZE: IL CASO DEL PALAZZO MEDICI RICCARDI, Prof. Mina Gregori e Dott. Arch. Simonetta Bracciali

Ore 18,20 GIS PER LA GESTIONE E LA TUTELA DEL PATRIMONIO CULTURALE, Prof. Margherita Azzari

Ore 18,40 CONCLUSIONI, Prof. Leonardo Rombai (Presidente Italia Nostra Firenze)

In collaborazione con Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Studi Storici e Geografici

Rassegna stampa – Paesaggi sensibili: le Sezioni Elba e Giglio presentano i restauri

A Isola del Giglio restaurate preziose opere d’arte grazie alla generosità dei cittadini Domenica 11 ottobre, alle 15, la Sezione Elba -Isola del Giglio di Italia Nostra presenta il risultato dei lavori di restauro, nell’ambito dell’iniziativa “Paesaggi sensibili 2009”. Alla cerimonia saranno presenti il vescono Monsignor Meini, le autorità locali e la Soprintendenza ai Beni Storici e Culturali.

Grazie alla generosità dei cittadini gigliesi ed elbani e di numerosi turisti, la sezione Elba – Isola del Giglio di Italia Nostra, in collaborazione con il Consiglio regionale della Toscana, è riuscita a raccogliere i fondi necessari per il restauro di importanti opere d’arte, custodite nella Chiesa di San Pietro Apostolo a Giglio Castello. Si tratta di un crocifisso eburneo della seconda metà del 1600 e di due dipinti ad olio, uno raffigurante l’annunciazione (1607) l’altro la deposizione (fine 1500).
L’iniziativa è stata lanciata da Italia Nostra nel 2008 nell’ambito della manifestazione Paesaggi sensibili e a distanza di un solo anno, in occasione di Paesaggi sensibili 2009, viene presentato il risultato finale di questo importante intervento di restauro. L’appuntamento è domenica 11 ottobre, alle 15, a Giglio Castello, con una cerimonia ufficiale che vedrà la partecipazione delle autorità locali, del vescovo Monsignor Meini, della Soprintendenza e dei cittadini.
“Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo importante obiettivo- commenta soddisfatto Leonardo Preziosi, presidente della sezione Elba-Isola del Giglio di Italia Nostra – sono molto orgoglioso in quanto coerente con la concretezza della nostra azione”.
“Si tratta di un intervento totalmente fnanziato dai privati – spiega Marina Aldi referente di Italia Nostra per la sezione Elba Isola del Giglio- in tutto siamo riusciti a raccogliere 4 mila euro. E’ per noi motivo di grande soddisfazione aver raggiunto questo risultato in così poco tempo. Doveroso ringraziare i soci di Italia Nostra, i cittadini e i turisti che hanno contribuito a questa impresa dimostrando sensibilità per l’arte e attacamento per la nostra terra”.
“Ricordo – aggiunge Marina Aldi – a coloro che volessero partecipare a Paesaggi sensibili 2009, che domenica mattina è anche in programma una visita alla spiaggia del Pertuso e ad altre località dell’isola per valutare emergenze ambientali o storico-artistiche. Nella spiaggia del Pertuso, tra l’altro, in contemporanea si terrà l’operazione ‘Puliamo giocando 2’ che tanto successo ha riscosso nella scorsa edizione, con la partecipazione delle scuole che effettuano soggiorni didattici sull’isola e di scolaresche locali”.

Fonte: Giglionews.it
Di: Leonardo Preziosi, Italia Nostra – Sezione Elba-Giglio

Isola del Giglio – Venerdi, 9 ottobre 2009 ore: 11:08
ITALIA NOSTRA PRESENTA IL RESTAURO DI OPERE D’ARTE

Nell’ambito della Campagna Nazionale ”Paesaggi Sensibili 2009”, la Sezione Elba-Giglio ed il Consiglio Regionale Toscana di Italia Nostra, organizza una manifestazione all’Isola del Giglio per i giorni 10-11 ottobre p.v., che coniuga due importanti eventi;

  • da un lato la presentazione della fine dei restauri finanziati dai soci della Sezione, da soci toscani, da comuni cittadini gigliesi, elbani e turisti in visita all’Isola del Giglio, delle opere d’arte custodite nella Chiesa di S. Pietro Apostolo a Giglio Castello, oggetto della manifestazione “Paesaggi Sensibili 2008”;
  • dall’altro il lancio dell’evento “Puliamo … Giocando 2 ” che segna il nuovo impegno della Sezione sul tema dei “Paesaggi Sensibili 2009”.

Nella giornata di sabato 10 Ottobre alle ore 15:00 avremo come evento la conferenza stampa per l’inaugurazione dei restauri delle opere d’arte, con la presenza delle restauratrici, dei media locali e RAI 3, presso il Ristorante ”La Vecchia Pergola” a Giglio Porto mentre nella giornata di domenica 11 Ottobre, alle ore 15:00 nella Chiesa di S. Pietro Apostolo a Giglio Castello, si terrà la presentazione dei restauri delle opere d’arte, alla presenza della Soprintendenza ai Beni Storici e Culturali, delle Autorità e del Vescovo della Diocesi di Sovana–Pitigliano, Mons. Mario Meini.
Nell’occasione si ringrazia tutti coloro che hanno creduto come noi nel progetto e che ci hanno sostenuto con le loro donazioni.

Fonte: Il Tirreno

ITALIA NOSTRA Opere d’arte restaurate al Giglio grazie a residenti e turisti

ISOLA DEL GIGLIO. Grazie alla generosità di gigliesi ed elbani e di numerosi turisti, la sezione Elba – Isola del Giglio di Italia Nostra, in collaborazione con il consiglio regionale della Toscana, è riuscita a raccogliere i fondi necessari per il restauro di importanti opere d’arte, custodite nella Chiesa di San Pietro Apostolo a Giglio Castello. Si tratta di un crocifisso eburneo della seconda metà del 1600 e di due dipinti ad olio, uno raffigurante l’annunciazione (1607) l’altro la deposizione (fine 1500). L’iniziativa è stata lanciata da Italia Nostra nel 2008 nell’ambito della manifestazione Paesaggi sensibili e a distanza di un solo anno, in occasione di Paesaggi sensibili 2009, viene presentato il risultato finale di questo importante intervento di restauro. L’appuntamento è oggi, alle 15, a Giglio Castello con una cerimonia ufficiale che vedrà la partecipazione delle autorità locali, del vescovo Meini, della soprintendenza e dei cittadini.
«Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo importante obiettivo – commenta soddisfatto Leonardo Preziosi, presidente della sezione Elba-Isola del Giglio di Italia Nostra – di cui sono molto orgoglioso in quanto coerente con la concretezza della nostra azione».
«Si tratta di un intervento totalmente fnanziato dai privati – spiega Marina Aldi referente di Italia Nostra per la sezione Elba-Isola del Giglio – in tutto siamo riusciti a raccogliere 4mila euro. È per noi motivo di grande soddisfazione aver raggiunto questo risultato in così poco tempo».

Fonte: La Nazione

ISOLA DEL GIGLIO Tornano a risplendere i tesori di S. Pietro Apostolo
Restaurati un crocifisso e due dipinti a olio

OGGI ALLE 15 i responsabili della sezione Elba –Isola del Giglio di Italia Nostra presentano il risultato dei lavori di restauro, nell’ambito dell’iniziativa «Paesaggi sensibili 2009». Alla cerimonia saranno presenti il vescovo Monsignor Meini, le autorità locali e la Soprintendenza ai Beni Storici e Culturali.
GRAZIE alla generosità dei cittadini gigliesi ed elbani e di numerosi turisti, la sezione Elba – Isola del Giglio di Italia Nostra, in collaborazione con il Consiglio regionale della Toscana, è riuscita a raccogliere i fondi necessari per il restauro di importanti opere d’arte, custodite nella Chiesa di San Pietro Apostolo a Giglio Castello. Si tratta di un crocifisso eburneo della seconda metà del 1600 e di due dipinti ad olio, uno raffigurante l’Annunciazione (1607) l’altro la Deposizione (fine 1500).
L’INIZIATIVA è stata lanciata da Italia Nostra nel 2008 nell’ambito della manifestazione Paesaggi sensibili e a distanza di un solo anno, in occasione di Paesaggi sensibili 2009, viene presentato il risultato finale di questo importante intervento di restauro. L’atteso appuntamento è per oggi alle 15, a Giglio Castello con una cerimonia ufficiale che vedrà la partecipazione delle autorità locali, del vescovo Monsignor Meini, della Soprintendenza e dei cittadini.
«Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questo importante obiettivo– commenta soddisfatto Leonardo Preziosi, presidente della sezione Elba-Isola del Giglio di Italia Nostra – di cui sono molto orgoglioso in quanto coerente con la concretezza della nostra azione».
«SI TRATTA di un intervento totalmente finanziato dai privati – spiega Marina Aldi referente di Italia Nostra per la sezione Elba –Isola del Giglio– in tutto siamo riusciti a raccogliere 4 mila euro. E’ per noi motivo di grande soddisfazione aver raggiunto questo risultato in così poco tempo. Doveroso ringraziare i soci di Italia Nostra, i cittadini e i turisti che hanno contribuito a questa impresa dimostrando sensibilità per l’arte e attacamento per la nostra terra».
«RICORDO — aggiunge Marina Aldi — a coloro che volessero partecipare a Paesaggi sensibili 2009, che oggi è in programma anche una visita alla spiaggia del Pertuso e ad altre località dell’isola per valutare emergenze ambientali o storico-artistiche. Nella spiaggia del Pertuso, tra l’altro sarà in corso l’operazione Puliamo giocando 2 che tanto successo ha riscosso nella scorsa edizione con la partecipazione delle scuole che effettuano soggiorni didattici sull’isola e di scolaresche locali». 

Paesaggi sensibili: l’iniziativa della sezione di Grosseto – Sabato 19 settembre 2009 Mura Medicee di Grosseto

Il successo ottenuto dalla campagna nazionale ‘Paesaggi Sensibili’ 2008′ – che Italia Nostra ha lanciato in occasione del 60° anniversario della Costituzione – ci stimola a investire nuove risorse per riaffermare in tutto il Paese il valore primario e assoluto del paesaggio.
Nell’anno 2009 il viaggio nell’Italia dei Paesaggi Sensibili affronta il tema dei ‘paesaggi urbani’.
Consumo del suolo, alterazioni del tessuto urbano e sociale, disordine edilizio e urbano, degrado, traffico, inquinamento dell’aria, caos acustico e visivo, emergenza rifiuti minacciano il futuro delle nostre città piccole e grandi. I conflitti e le crescenti contraddizioni nella città storica e nella periferia sono da tempo i temi privilegiati delle azioni della nostra Associazione.
Continua a leggere →

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: