Archivi della categoria: Variante 13

Reazioni al ricorso di IN. I prodromi della Variante 13 al Regolamento Urbanistico del Comune di Firenze

“Nuove” reazioni al ricorso di Italia Nostra trovano concordi maggioranza e “opposizione” (ma non Sinistra Progetto Comune). L’On Mazzetti (Forza Italia, come già l’On Rosa Maria De Giorgi, PD per lo stadio Franchi) scrive che si farà interprete in Parlamento della questione del ricorso della nostra Associazione. 

Ricorso Italia Nostra, Albanese e Pampaloni (Pd): “Atto incomprensibile che rischia conseguenze negative per la città. Un no alla partecipazione da parte di chi dovrebbe avere a cuore partecipazione”

Ricorso Italia Nostra, On. Mazzetti e Cellai (Forza Italia): “I professionisti del no colpiscono ancora”

Urbanistica. Dmitrij Palagi e Antonella Bundu (Sinistra Progetto Comune): “Quando la politica si sente intoccabile”

Pochi i media che hanno cercato di inquadrare i reali termini della questione, tra questi il pezzo di Stefania Valbonesi su Stamptoscana “Italia Nostra ricorre al Consiglio di Stato, Nardella e Del Re “sconcertati”

Da segnalare anche le dichiarazioni del Sindaco Nardella e dell’Assessore Cecilia Del Re:Noi vincitori due volte al Tar, loro distanti dalla città”

Anche per queste dichiarazioni, ci appare utile riproporre un video frutto di una presentazione realizzata in occasione del convegno “La tutela del centro e dei monumenti storici di Firenze. Radici ideali e problematiche attuali” (giovedì 3 ottobre a Firenze, presso la Manifattura Tabacchi). Si tratta di una  sintesi di circa 5 minuti  (clicca qui) che guarda anche agli avvenimenti che hanno preceduto (o, magari, determinato) l’approvazione della Variante 13Chi guarda al video potrà farsi un’idea di quanto la medesima Variante possa essere considerata uno strumento pensato nell’interesse dei residenti del centro storico o in funzione di un ritorno dei fiorentini ad abitare dentro le mura.

Comunicato Stampa (2 di 2, 13 giugno): il ricorso al Consiglio di Stato, le nostre ragioni

[…]Per quanto ci riguarda, avevamo giudicato la sentenza di dicembre del TAR come una sconfitta non di Italia Nostra ma delle ragioni della tutela del patrimonio culturale, ed in particolare dell’edilizia del centro storico della nostra città, e quindi come una vittoria delle lobbies italiane e internazionali interessate solo alle ragioni del mercato, all’economia di rapina e di rendita di posizione che guardano solo all’oggi, al contingente, agli interessi lauti di pochi. Se la nostra istanza fosse stata accettata, avrebbe messo in discussione il potere discrezionale del Sindaco e della sua Giunta sul prossimo futuro del patrimonio edilizio del centro storico. Italia Nostra, infatti, crede ancora fermamente sulla Carta Costituzionale che, all’art. 9, pone come principio generale dell’azione dello Stato repubblicano la “tutela” del “paesaggio” e del “patrimonio storico artistico della nazione”, associandola nello stesso articolo non a principi economici ma all’azione di promozione dello sviluppo della “cultura” e della “ricerca scientifica e tecnica” […] LEGGI TUTTO

Comunicato Stampa (1 di 2, 12 giugno): Italia Nostra e il ricorso al Consiglio di Stato sulla variante al Regolamento Urbanistico del Comune di Firenze

In data 9 giugno 2020 è stato notificato da Italia Nostra l’appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del TAR Toscana (1694/2019) che, nel dicembre scorso, ha rigettato il ricorso che sempre Italia Nostra aveva proposto contro la variante all’art. 13 delle NTA del Regolamento Urbanistico fiorentino.

L’appello ci è parso un atto dovuto, anche se fortemente sofferto, al quale siamo stati spinti dal fatto che sono cadute nel vuoto le promesse a noi formulate nel luglio scorso di un serio ripensamento sulle norme contestate, attraverso la revisione di un Regolamento Urbanistico prossimo alla scadenza e la creazione di un tavolo di confronto ad hoc.LEGGI TUTTO

Il Consiglio Nazionale di Italia Nostra promuove un nuovo ricorso al Consiglio di Stato contro la Variante 13 del Comune di Firenze: indignati i locali ordini professionali (ma non per quanto denunciato da Report).

Il servzio di report Firenze una città in svendita: dalla Variante 13 al coronavirus

La reazione del Sindaco Nardella: Il servizio su «Firenze in svendita» spinge il sindaco a muovere il Pd nazionale, che presenta una interrogazione in Vigilanza Rai.

Nove firenze.it 11 giugno 2020. Cantieri a Firenze, Italia Nostra fa ricorso al Consiglio di Stato

Senesi (Presidente dell’Ordine degli Architetti di Firenze) “L’Ordine degli Architetti, tramite la Consulta Interprofessionale, si era fatto promotore di occasioni di confronto e approfondimento, con il coinvolgimento della stessa associazione Italia Nostra” …peccato che a noi non risulti così (ndr)

I tecnici (presumibilmente ci si riferisce all’ordine degli architetti e a quello degli ingegneri): «Il ricorso di Italia Nostra è pericoloso …si da per scontato che quanto espresso nel servizio di Report lo sia o non lo sia? (ndr)

Report (Rai3). Firenze una città in svendita: dalla Variante 13 al coronavirus

 

Insieme a Venezia, Firenze è la città italiana che più ha svenduto la sua anima per assecondare i capricci dei turisti, a partire dai più facoltosi. Ma i tempi in cui Firenze era semplicemente in vendita sono ormai passati. Con Covid-19 è arrivato il momento dei saldi.[…].

Tomaso Montanari “Firenze è una città in svendita e gli amministratori di Firenze sono al servizio di questi capitali stranieri”

Vedi Firenze in svendita nella puntata di Report dell’8 luglio 2020 (14 minuti circa)

Inutile aggiungere che molte delle operazioni immobiliari di cui si parla nel servizio (e che niente hanno a che fare con le legittime aspirazioni di quei pochi fiorentini che risiedono nel centro storico o con i più recenti slogan mistificatori di Sindaco e Assessori per un “ritorno dei fiorentini ad abitare il centro”) difficilmente si sarebbero realizzate senza la scellerata Variante 13 contro cui la nostra Associazione si è battuta (clicca qui: 27 luglio 2019) e continua a battersi (clicca qui: gennaio 2020 e qui: Palazzo Pola e Todescan)

L’incontro organizzato dalla Sezione Fiorentina di Italia Nostra: La tutela del centro e dei monumenti storici di Firenze. Radici ideali e problematiche attuali. Il contributo di Leonardo Rombai e il video integrale dell’incontro. (Manifattura Tabacchi, giovedì 3 ottobre 2019, ore 17)

 

Il Comunicato Stampa

Il video integrale dell’incontro (indirizzo provvisorio)

L’introduzione del professor Leonardo Rombai (Presidente della Sezione fiorentina di IN)

L’opposizione di Italia Nostra alla Variante all’art. 13 del Regolamento Urbanistico di Firenze, relativamente al centro antico racchiuso fra i viali (che, da quasi 40 anni, è anche Patrimonio UNESCO), intende creare le condizioni politiche per una rapida revisione della norma che ha improvvidamente abolito le categorie del restauro e del risanamento conservativo nell’edilizia storica: e ciò, a vantaggio delle ristrutturazioni – anche se con specifica  di “limitazioni” – e dei cambiamenti delle destinazioni d’uso, che spesso finiscono, in realtà, per trasformarsi in interventi sregolati; interventi sregolati che già stanno trasformando la città in un oggetto di pura speculazione immobiliare e finanziaria per i capitali internazionali, al fine di favorirne l’ulteriore massificazione turistica, contro gli interessi dei sempre meno numerosi cittadini residenti e dei servizi loro necessari.

Continua a leggere →

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: