Archivi tag: articolo 13

Il Tar Piemontese ribalta la sentenza sull’impianto eolico del Mindino

Folle sentenza del Tar Piemontese: <<Le pale eoliche possono essere installate in zone paesaggisticamente tutelate perchè il parere negativo sugli aspetti paesaggistici espresso dalla Soprintendenza e dalla Regione sottende un giudizio “estetico negativo di tali impianti, il quale è soggettivo e non necessariamente corrisponde al comune sentire dell’epoca corrente”>>
Insomma visto che le pale eoliche sono belle e hanno una lobby che le pompa a loro non si applicano le leggi che tutelano il paesaggio!!!

Fonte: Provincia Granda

ll Tar ribalta la bocciatura al piano eolico del Mindino
Forte preoccupazione tra le associazioni ambientalisteci

Annullato dal Tar del Piemonte il provvedimento con cui il Consiglio dei Ministri, a febbraio dello scorso anno, aveva bocciato il progetto della “Garessio Viola eolica” srl di Milano, per l’installazione di 12 pale eoliche sul monte Mindino, in Val Tanaro. La sentenza del 27 luglio ha quindi accolto il ricorso presentato dalla società milanese. A sua volta, la decisione del Consiglio dei Ministri che aveva dichiarato il progetto non realizzabile aveva recepito il dissenso espresso nei confronti dell’impianto da Soprintendenza per i Beni paesaggistici e architettonici e Regione Piemonte, basato su due prescrizioni considerate vincolanti, la collocazione delle pale nel rispetto dell’articolo 13 del Piano Paesaggistico Regionale, che vieta interventi nella fascia di rispetto di 50 metri dai crinali alpini, e la visibilità dell’installazione dal vicino castello di Casotto. Critiche le associazioni ambientaliste. «Questa decisione va ad incrinare proprio quel fragile articolo del Piano Paesaggistico Regionale in grado di preservare vette e crinali da uno sviluppo industriale ed indiscriminato di impianti eolici sulle nostre montagne. L’articolo 13  del Piano Paesaggistico Regionale imponeva infatti il divieto generale di nuove edificazioni nella fascia di rispetto di 50 metri dai crinali tutelati, svolgendo almeno la funzione di “difendere” i crinali da questo tipo di progetti”, commenta Massimo Andreis, comitato “Mindino Libero».«L’impianto, se realizzato, sarebbe il primo colpo sferrato all’alta montagna per quanto riguarda l’eolico – dice Francesco Pastorelli, direttore Cipra Italia -. Comporterebbe un impatto devastante anche per il grosso lavoro di infrastrutturazione necessario”. Secondo Pastorelli: “Giusto puntare sull’eolico ma il discorso rinnovabili va inserito in una programmazione energetica locale e regionale, per verificare se è necessaria una simile produzione o se in buona parte non sia invece solo questione di interessi economici legati agli incentivi statali». Luca Giraudo, CuneoBirding: «Dal 2006 le associazioni ambientaliste hanno presentato molte osservazioni su impatto ambientale, avifauna e specie protette. Uno studio del 2010 aveva evidenziato impatti elevati sulle specie nidificanti. Questo aspetto è stato ignorato da Provincia ed Arpa, di conseguenza il Tar si è espresso su un parere incompleto». Prossime mosse? Giraudo: «Stiamo valutando quali strade percorrere per contrastare questa decisione».Soddisfatto ovviamente Paolo Guaitamacchi, amministratore della Garessio Viola Eolico: «La sentenza recepisce quanto da noi ribadito nelle Conferenze dei Servizi. Ripartiremo da dove ci siamo fermati».«Approfondirò le motivazioni – il commento del sindaco di Garessio, Renato Chinea -. E’ chiaro però che, se il Tar si è espresso in tal senso, la “Garessio Viola eolico” aveva le sue ragioni».

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: