Archivi tag: by pass

By-pass Galluzzo, sospensione dei lavori rumorosi oltre i limiti di legge

Clicca qui per leggere il comunicato stampa di Coordinamento Associazioni Ambientaliste della Toscana, ALT, Amici della Terra, Italia Nostra, Lipu, Legambiente, WWF

Fonte: La Repubblica, 12/06/2008
Di: Ernesto Ferrara

Via delle Bagnese, sì all’allargamento Diffida anti rumore ai cantieri del by-pass

Via delle Bagnese diventerà più larga. La giunta comunale nei giorni scorsi ha approvato lo studio di fattibilità sull’ ampliamento del tratto che va dal ristorante “Bibe” e arriva fino ai confini comunali, preparato dal geologo di Palazzo Vecchio Pietro Rubellini. La strada sarà allargata mediamente di un metro: le corsie resteranno due ma diverranno di tre metri e mezzo e su tutto il tratto saranno create banchine e marciapiedi. «Un intervento – spiega il vicesindaco Beppe Matulli – per eliminare i disagi alla circolazione anche in vista dell’ incremento dopo l’ apertura al traffico, prevista nel 2010, del by-pass del Galluzzo adesso in costruzione». Il prossimo passo sarà la progettazione preliminare e contestualmente la variante urbanistica al piano regolatore. L’ inizio dei lavori, che costeranno oltre 3 milioni di euro, è previsto nel 2009. «Nell’ occasione si risolva anche l’ emergenza idrica degli abitanti del Ponte all’ Asse», chiede il presidente del quartiere 3 Andrea Ceccarelli. Intanto dopo un sopralluogo dell’ Arpat il Comune ha diffidato la Baldassini Tognozzi Pontello, l’ impresa che realizza il tunnel del by pass del Galluzzo, a rispettare i limiti massimi di rumore al momento di frammentare e triturare i materiali di scavo. Più volte i residenti si erano infatti lamentati.

Annunci

Comunicato stampa sul by pass del Galluzzo: sospesi i lavori rumorosi

Coordinamento Associazioni Ambientaliste della Toscana
ALT
Amici della Terra
Italia Nostra
Lipu
Legambiente
WWF

Firenze 09 giugno 2008

A seguito degli accertamenti effettuati da ARPAT alla fine di Aprile presso il Cantiere della Galleria “Poggio Secco” della Terza Corsia Autostradale, in questi ultimi tempi il Comune di Firenze ha emanato una Diffida alla ditta appaltatrice Baldassini Tognozzi Pontello perchè le lavorazioni presso il cantiere per la realizzazione del by pass del Galluzzo avvengono in violazione dei limiti di legge in materia di rumore. Chiedendo di fatto di sospendere le lavorazioni relative alla vagliatura ed alla frantumazione del materiale inerte, e comunque di riprendere i lavori solo dopo aver provveduto a ottemperare le prescrizioni di Arpat.
Grazie all’assiduo lavoro di controllo che le Associazioni Ambientaliste della Toscana svolgono in seno al Comitato Tecnico di Garanzia è venuta alla luce l’ennesima violazione di legge perpetrata dalla ditta Baldassini Tognozzi Pontello, che tempo addietro, proprio nello stesso cantiere, si era resa colpevole di sversamenti di materiali inquinanti e di smaltimento contrario alle disposizioni di legge, denunciati dallo stesso Coordinamento delle Associazioni alla Procura delle Repubblica.
Le lavorazioni rumorose che si sono susseguite in questi mesi sono state oggetto di numerose proteste anche da parte della cittadinanza che attende ancora risposta sulle misure di contenimento acustico ad opera ultimata, tuttora inspiegabilmente non previste dai progetti, ma dimostratesi anche a seguito di questa diffida, urgenti ed indispensabili.
Per ulteriori informazioni contattare Mariarita Signorini

Potete leggere di seguito il provvedimento della Direzione Ambiente

 Provvedimento Dirigenziale

Numero: 2008/DD/04174
Del: 06/05/2008
Esecutivo da: 06/05/2008
Proponente: Direzione Ambiente,Posizione Organizzativa (P.O.) Protezione ambiente

Oggetto: Ampliamento III Corsia Autostrada A1 – Cantiere C6S2 galleria “Poggio Secco” by Pass Galluzzo.

Diffida n. 5/2008
Il funzionario con posizione organizzativa
Visto la Relazione prot. n. 35511 redatta da ARPAT in data 22/4/2008 pervenuto al Comune di Firenze in data 24/4/2008 relativa agli accertamenti effettuati presso il Cantiere C6S2 “Ampliamento Terza Corsia Autostrada A1” al fine di verificare lo stato di avanzamento dei lavori ed acquisire opportune informazioni per supportare l’attività della propria area tecnica VIA,VAS e GIM e l’attività del Servizio Sub Provinciale Firenze/Sud Est nell’ambito dei controlli istituzionali;
Preso atto che alla luce della suddetta Relazione di ARPAT le lavorazioni presso il cantiere della Galleria “Poggio Secco” per la realizzazione del by pass del Galluzzo, avvengono in violazione dei limiti di legge in materia di rumore, tenendo conto della Valutazione d’Impatto Acustico redatta dall’Impresa BTP, presentata nella riunione del Comitato Tecnico di Garanzia dell’11/04/08 e della disposizione dei macchinari così come rilevata dai tecnici ARPAT nel corso del sopralluogo;
Vista la L.447/95
Visto il D.P.C.M. 14.11.1997;
Visto l’art.107 del D.Lgs.267/00;
Visto l’art.58 del vigente Statuto Comunale;
Visto l’art.14 bis del vigente Regolamento Comunale sull’ordinamento degli uffici e dei servizi;
Vista la Determinazione del Direttore della Direzione Ambiente n. 10178 del 8/11/04;
DIFFIDA
L’Ing. Lorenzo Scolavino dell’Impresa Baldassini, Tognozzi, Pontello S.p.A, a continuare le lavorazioni relative alla vagliatura ed alla frantumazione del materiale inerte con le modalità descritte nella Relazione prodotta da ARPAT prot. n. 35511 del 22/4/2008;
AVVERTE CHE
fermo restando il rispetto immediato del limite imposti:

  1. L’ing. Lorenzo Scolavino dovrà effettuare i necessari interventi di bonifica acustica in modo che il rumore emesso durante le lavorazioni di frantumazione e vagliatura del materiale inerte sia contenuto entro i limiti previsti dalla normativa vigente;
  2. L’ing. Lorenzo Scolavino per dimostrare l’efficacia degli interventi adottati, dovrà presentare entro 30 gg dalla notifica della presente, una Valutazione d’Impatto Acustico dell’attività del Cantiere che tenga conto di quanto emerso nella Relazione ARPAT prot. N. 35511 del 22/4/2008 (che si allega alla presente) e che attesti l’efficacia degli interventi di mitigazione messi in atto;
  3. Qualora non sia possibile conseguire il rispetto dei limiti anche con la messa in atto di opportune mitigazioni, la Ditta BTP dovrà richiedere una deroga ai limiti acustici;
  4. Le lavorazioni potranno riprendere a seguito dell’esito favorevole dell’analisi della Valutazione d’Impatto Acustico ovvero dell’emanazione dell’autorizzazione in deroga rilasciata da quest’ufficio;
  5. Alla ripresa delle lavorazioni dovranno essere effettuate misure di controllo presso il recettore maggiormente disturbato finalizzate alla verifica del rispetto dei valori limite consentiti, il cui esito dovrà essere inviato al Comitato Tecnico di Garanzia e al Comune di Firenze per le opportune valutazioni;

in caso di inottemperanza a quanto sopra disposto, l’Amministrazione si riserva di adottare ulteriori provvedimenti.
SI COMUNICA
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 8 della L. 241/90, quanto segue:

  • La P.O. Protezione Ambiente della Direzione Ambiente avvia un procedimento istruttorio avente per oggetto “Il rispetto dei valori limite prescritti dalla normativa in materia di inquinamento acustico, fino all’adozione degli eventuali ulteriori provvedimenti ai sensi dell’art. 21 del “Regolamento sulle attività rumorose”.
  • Il Responsabile del Procedimento è il Sig. Veneziani Piero
  • L’ufficio presso cui può essere presa visione degli atti relativi al procedimento in oggetto è quello del sig. Veneziani Piero presso il Servizio Tutela Ambientale della Direzione Ambiente del Comune di Firenze, con sede in via B. Fortini, 37 – Firenze;

Firenze, lì 06/05/2008
Responsabile Proponente Arnaldo Melloni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: