Archivi tag: calcestruzzo armato

Tav, scavi Belfiore: viaggio da Firenze a una discarica di Roma

Fonte: Firenze Today
Di Diego Giorgi

Dove vanno i camion della discordia che escono
dai cantieri Tav di Rifredi?
Uno lo abbiamo seguito ed è arrivato fino alla
capitale in una discarica in località Selvotta

Dove sono diretti i camion che escono dai cantieri della Tav a Rifredi? Se lo chiedono in tanti, ma un nome preciso per adesso non si è sentito. Così noi di Firenze Today abbiamo deciso di seguirne uno, dalla partenza allo scarico. Per far questo ci siamo messi alle calcagna di uno dei tanti bestioni, uno a caso. Un autocarro partito dal rione Lippi che, dopo diverse ore e circa 290 chilometri verso sud, è approdato in una discarica di Roma. Precisamente nella discarica di rifiuti inerti Quattro “A” srl, in località Selvotta, una minuscola frazione, quasi invisibile, nella periferia estrema della capitale.“
Cantieri e terre di scavo. Tema caldissimo qui a Firenze, rovente. L’Ad di Trenitalia, Mauro Moretti, lunedì ha avviato il conto alla rovescia per l’inizio dei lavori di scavo del tunnel sotterraneo lungo poco meno di 8 chilometri che taglierà la città da parte a parte: “Nel giro di un mese o due inizieranno i lavori di scavo”. L’enorme fresa Monnalisa, la talpa che i tecnici stanno montando pezzo dopo pezzo all’interno del cantiere di Campo di Marte, sta in pratica già affilando i ‘denti’. Intanto procedono i lavori per le opere propedeutiche alla realizzazione di quest’opera mastodontica, come quelli effettuati dentro i cantieri del lotto 2 del progetto esecutivo. Per questi interventi si intende la “realizzazione del camerone e delle opere fuori terra della stazione AV e di un sottopasso della nuova fermata Circondaria”, come riportato nel sito web dell’Osservatorio ambientale fiorentino, nella sezione ‘Attività in corso’. In pratica: opere di sostegno, diaframmi, pali di vari diametri, opere in calcestruzzo armato ed in acciaio, scavi a cielo aperto. Si scava quindi, non con la talpa ma si scava. E quando si scava c’è subito un problema da affrontare: le terre e la loro ubicazione. Si toglie per metterci qualcos’altro. Ma il tolto non si volatilizza, va riposto in altre aree.

Clicca qui per continuare a leggere

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: