Archivi tag: corpo forestale

Sequestrato un impianto eolico, otto persone indagate

Fonte: La Nuova Sardegna, 29/11/2014

Mancata valutazione ambientale, nove aerogeneratori e sette ettari di terreno sigillati dal corpo forestale

Sigilli a nove aerogeneratori e a sette ettari di terreno intorno. Il sequestro, richiesto dal pm Gaetano Porcu e firmato dal gip Giorgio Altieri, è stato eseguito dagli agenti del corpo forestale. Il nuovo provvedimento riguarda ancora il parco eolico nel territorio compreso tra i Comuni di Villanovaforru, Sanluri e Sardara, finito sotto chiave a maggio e poi dissequestrato.
Otto le persone indagate. Tra le accuse contestare, per la prima volta in Italia in questo settore, c’è la lottizzazione abusiva conseguente a frazionamenti e opere edili poste in essere dalle società che hanno realizzato l’impianto. Un’accusa che, se confermata, obbliga all’abbattimento delle opere abusive o all’acquisizione da parte del Comune.
Gli indagati inizialmente erano tre, accusati a vario titolo di truffa aggravata, violazioni relative alla mancanza della valutazione di impatto ambientale (Via) e violazioni urbanistiche. Il parco sarebbe stato realizzato senza le valutazioni ambientali per ottenere i finanziamenti regionali e quelli del gestore energetico. Il numero oggi è salito a otto tra amministratori ed esecutori dei lavori riconducibili a quattro società campane.
«È un sequestro importante – ha sottolineato il comandante regionale del corpo forestale Gavino Diana _ frutto di un intenso lavoro investigativo che dimostra come su questa materia, come su tante altre c’è ancora molto da fare. Noi continueremo a lavorare su tutti i fronti a tutela dei cittadini».

Annunci

Sequestrato l’impianto a biogas Agri Power Plus di Cinigiano

Fonte: Il Tirreno, 26 settembre 2014

Le indagini della polizia e della forestale ipotizzano, fra gli altri, il reato di truffa nel conseguimento di erogazioni pubbliche

Uomini della polizia e del Corpo forestale hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro dell’impianto a biogas di Cinigiano di proprietà dell’azienda Agri Power Plus, provvedimento emesso dal Tribunale di Grosseto.
Il sequestro dell’impianto per la produzione di energia elettrica da biogas arriva dopo un’attività d’indagine articolata e complessa dalla quale sono emerse irregolarità gravi sia nella fasi iniziale in cui sono state ottenute le autorizzazioni per conseguire l’incentivazione da parte del Gse, gestore deputato alla erogazione della tariffa onnicomprensiva per gli impianti a energia rinnovabili, sia nella fase successiva di gestione dell’impianto stesso. In quest’ultima parte, l’indagine avrebbe riscontrato che l’impianto, contrariamente al dettato normativo, si alimentava solo in minima parte attraverso propria produzione, ricorrendo, al contrario, per la maggior parte a produzione terze, di cui parte anche fuori dalla filiera corta consentita dalla legge.
Vengono contestati i reati di truffa aggravata, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e il reato di scarico abusivo di acque reflue previsto dal codice dell’ambiente attraverso il quale son stati indebitamente percepiti 1.300.000 EURO di erogazioni pubbliche. Risultano indagate al momento almeno due persone.
L’attività d’indagine coordinata dai PM Leopizzi e Ferraro è ancora in corso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: