Archivi tag: cremona

Torna al Museo Civico di Cremona il Caravaggio restaurato‏. Visita guidata di Italia Nostra

Torna al Museo Civico il Caravaggio restaurato: il 3 aprile evento in Cattedrale con il Vescovo
E dal 4 al 6 aprile apertura straordinaria della Pinacoteca con visite guidate al dipinto

Il Caravaggio restaurato: un gioiello della Pinacoteca di Cremona che ‘parla’ e racconta il suo messaggio. Sono questi gli ingredienti, davvero eccezionali, della serata organizzata dal Comune di Cremona e dalla Diocesi di Cremona in occasione del ritorno nella sede espositiva del Museo Civico del S. Francesco in meditazione di Caravaggio dopo il lavoro di restauro condotto da Mariarita Signorini, sotto la direzione della Sovrintendenza e del Conservatore Mario Marubbi. L’appuntamento, ripreso dalle telecamere della tv diocesana, è per domenica 3 aprile alle ore 21 nella Cattedrale di Cremona.
Dopo un’introduzione del sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, che ha fortemente voluto l’iniziativa, interverranno don Andrea Foglia con un contributo sull’iconografia di S. Francesco nell’età della Riforma e Mariarita Signorini che presenterà i risultati del lavoro di restauro, svelando “la luce nuova del Caravaggio di Cremona”. Al centro della serata, l’intervento del Vescovo di Cremona Antonio Napolioni dal titolo ‘Francesco rivestito di Misericordia’, una riflessione sulle figure di S. Francesco e del Papa Francesco nell’anno giubilare della Misericordia.
Per questa straordinaria occasione, da lunedì 4 a mercoledì 6 aprile, la Pinacoteca di Cremona rimarrà aperta dalle ore 10 alle ore 22 per consentire la visita del Caravaggio ‘restaurato’, prima che parta come ambasciatore delle eccellenze cremonesi per due mostre importanti a Novara e a Madrid, per ritornare in città a settembre in concomitanza con la grande mostra Jannello Torriani – Genio del Rinascimento, organizzata al Museo del Violino da Comune di Cremona, Unomedia, Fondazione Arvedi Buschini e Fundacion Juanelo Turriano.
Lunedì 4 aprile, martedì 5 aprile e mercoledì 6 aprile sono previste visite guidate al dipinto del Caravaggio da prenotare presso gli uffici dell’Assessorato Cultura, Musei e City Branding ai numeri 0372 407784 o 0372 407770 oppure alla mail eventi@comune.cremona.it.

Visita straordinaria per i Soci di Italia Nostra al dipinto restaurato “S. Francesco in meditazione” di Caravaggio
Visita guidata gratuita della restauratrice del dipinto Mariarita Signorini lunedì 4 e martedì 5 aprile 2016

Cremona, Museo “Ala Ponzone”

Cari Soci,
in occasione della conclusione del restauro del dipinto “S. Francesco in meditazione” di Caravaggio, che tornerà al suo antico splendore nelle sale del Museo “Ala Ponzone” di Cremona, lunedì 4 e martedì 5 aprile 2016, ai Soci di Italia Nostra biglietto ridotto al Museo al costo di euro 5,00 anziché euro 7,00.
La restauratrice del dipinto, Mariarita Signorini, effettuerà per i nostri Soci la vista guidata gratuita nei seguenti orari:

  • unedì 4 aprile 2016: ore 10.30 – 13.00 – 15.00
  • Martedì 5 aprile 2016: ore 13.00

Per informazioni: Museo Civico “Ala Ponzone”, Via Ugolani Dati 4, Cremona.
Tel. 0372-407770, e-mail: museo.alaponzone@comune.cremona.it
Italia Nostra Onlus – Sezione di Milano | Via Duccio di Boninsegna 21/23, 20145 Milano
website: www.italianostra-milano.org | email:milano@italianostra.org

 

Annunci

Il Museo Civico Ala Ponzone in una stato di continuo, doloroso degrado!

Mariarita Signorini rivolge una lettera aperta al sindaco Gianluca Galimberti che ha
la pesante delega alla cultura

Da cremonese torno spesso nella mia città di origine, e da restauratrice di beni culturali,ho assistito negli ultimi anni a un progressivo, e per me doloroso degrado del patrimonio del Museo Civico di Cremona: sia per l’inconsistenza della sua offerta culturale, sempre più effimera e altra rispetto a quella che dovrebbe essere, che per il preoccupante deterioramento del prezioso patrimonio artistico in esso custodito.Ho restaurato, ormai nel 2002, trenta tavolette, attribuite a Bonifacio Bembo provenienti da Casa Meli, ma a quell’intervento non è seguita alcuna attività di valorizzazione e le raffinate opere sono esposte, ma sarebbe più corretto dire “dimenticate” e quasi per nulla illuminate, nel sottotetto al primo piano del Museo.
Ho visto sparire dall’esposizione (per finire nei depositi, immagino) i capolavori dell’antica pittura cremonese: Boccaccino, Aleni, Gianfrancesco Bembo, Filippo Mazzola, Altobello Melone, Giovanni Andrea Secchi. Tutte tavole la cui conservazione evidentemente non si concilia con le condizioni del museo che, pur rinnovato vent’anni fa, non è incredibilmente stato dotato della benché minima impiantistica necessaria.
Ho visto la rapida rovina del restauro dell’ armadio del Platina, così ben condotto dall’esperto e compianto Vincenzo Canuti, (vedi la notizia e le foto del restauro) e vorrei che qualcuno ci spiegasse perché si è operato con irresponsabile leggerezza a fronte di un’ingente spesa di denaro pubblico, come se non fosse stato noto e ovvio quel che si doveva fare. Sono restauratrice del Polo Museale Fiorentino da più di trent’anni e responsabile dei restauri di Italia Nostra nazionale, di cui sono anche Membro di Giunta.
Ho inspiegabilmente visto sottrarre alle cure dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze la grande tavola del Mazzolino: portata via da uno dei più rinomati istituti di restauro al mondo, contro il parere della Soprintendenza, per concluderne il restauro nel museo cremonese, in modo a dir poco “surreale”ridotta come tutti possono vedere.
Mi auguro che la mia città natale possa finalmente avere un sussulto di sdegno per una troppo lunga conduzione fallimentare che ha portato il Museo di Cremona allo stato di degrado in cui giace.
Mariarita Signorini, Consigliere nazionale e Responsabile restauri Italia Nostra

Potete leggere la lettera anche su Il Vascello.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: