Archivi tag: farma

Guardare al paesaggio. Incontri visionari

Clicca qui per scaricare la locandina

Il paesaggio toscano è un patrimonio straordinario, stratificato nei secoli, un bene comune che va tutelato e salvaguardato, ma anche vissuto con intelligenza, per questo abbiamo organizzato una serie di 5 incontri esperienzali con architetti, urbanisti, fotografi, musicisti, ambientalisti, ecologisti, optometristi esperti della visione. Vogliamo approfondire e discutere i diversi aspetti del paesaggio e le problematiche ad esso legate, in una visione che sia aperta, multidisciplinare e propositiva. Si svolgeranno in agriturismi, fattorie, b&b che, sul territorio, con modalità diverse, lavorano con e sul paesaggio, incoraggiandone la conservazione attraverso l’uso sostenibile e favorendo lo sviluppo di un turismo consapevole e attento.
Incontreremo ogni volta sia chi progetta il paesaggio e chi lo coltiva, o chi lo tutela con amore e talvolta con rabbia, ma anche chi semplicemente lo vive o ne usufruisce come ispirazione o fonte di rigenerazione, talvolta interagendo o traducendolo con suoni o parole, come il poeta, il musicista, lo scrittore.
Un optometrista ci introdurrà a scoprire e sperimentare alcuni dei meccanismi ottici e fisici, ma anche psicologici, della visione, per una sempre necessaria riflessione sulla percezione. Condivideremo il pensiero e la conoscenza del lavoro di alcuni dei fotografi della storica scuola italiana di fotografia, oltre che con alcuni dei fotografi della più giovane tendenza definita del nuovo paesaggio.
Questi fotografi sono il nostro punto di partenza, per l’attenzione che hanno riservato al territorio italiano, contribuendo alla modifica della sua rappresentazione e perché i temi della visione e della percezione sono alla base della loro ricerca artistica e anche del nostro intervento.
Un progetto curato e condotto da Andrea Abati

6 marzo 2016, domenica ore 10,30-19
Monticiano (SI) – Villa Ferraia, Country Resort con osservatorio astronomico privato
La visione, Al Zyod Nedal, optometrista e neuropsicologo Avete detto “paesaggio”? Goffredo Serrini, architetto e urbanista Il Luogo: il Farma, la Merse, le Terme di Petriolo.
Alessio Caporali, architetto e storico dell’architettura
Giordano Brandini, musicista
HAN SHAN – MONTAGNA FREDDA
Fulvio Ventura, fotografo
Luca Carradori, fotografo
Fotografia Astronomica, Marco Donati

10 aprile, domenica, ore 10,30-18
Pelago (FI) – Podere Castellare, Eco Resort
La visione, Al Zyod Nedal, optometrista e neuropsicologo
Conosciamo la storia del paesaggio che osserviamo? Leonardo Rombai, geografo e storico AAM Terra Nuova: dal biologico, al biodinamico, alla permacultura; dagli ecovillaggi al movimento del cohousing, incontro con un redattore della rivista
Massimo Bragagni, poeta
ESPLOSIONE del PAESAGGIO / ESTETICA della DISTRUZIONE
Andrea Botto, fotografo
Francesca Catastini, fotografa

15 maggio, domenica, ore 10,30-18
Poggio alla Scaglia (FI), una Residenza di Charme
La visione, Al Zyod Nedal, optometrista e neuropsicologo Anna Marson, urbanista
la Rivista di Italia Nostra, Mariagrazia Vernuccio, Direttrice
Filippo Burchietti, musicista
Ai FOTOGRAFI INTERESSA il PAESAGGIO?
Vittore Fossati, fotografo
Marco Mancini, fotografo

23 ottobre, domenica, ore 10,30-18
Carmignano (PO) – Le Furre. Azienda oleovinicola con annessa abitazione privata
La visione, Al Zyod Nedal, optometrista e neuropsicologo
Con i piedi per terra, tra rischi idrogeologici e sismici, Alberto Tomei, geologo
La Fattoria di Lorenzo il Magnifico, Marco Masseti, archeozoologo e naturalista
Le Cascine di Tavola, un luogo di storie che fanno storia, Simone Ducci
Edwin Lucchesi, musicista
Massimo Bragagni, poeta
IN BILICO
IDENTITÀ ICONOGRAFICA del PAESAGGIO tra CONTEMPORANEITÀ e PASSATO
Marco Zanta, fotografo
Francesco Niccolai, fotografo

20 novembre, domenica, ore 10 -18
Cavriglia (AR) – La Selva Giardino del Belvedere agriturismo
La visione, Al Zyod Nedal, optometrista e neuropsicologo
Durata e mutamento: salvaguardia del Patrimonio del XX secolo, Fabiola Gorgeri, architetto
Piazza dell’Immaginario: la gente cambia il Paesaggio Urbano. Vittoria Ciolini e Alba Braza
Cercando la città in periferia, Sprawltown. Richard Inghersol, architetto e urbanista
Roberto Nannetti, musicista
TRASFORMAZIONI della CITTÀ / i NUOVI ABITANTI
Paola De Pietri, fotografa
Valentina Lapolla, fotografa

Iscrizioni
Inviando una e-mail a info@dryphoto.it, indicando nome e cognome, numero partecipanti e date interessate; dopo la verifica della disponibilità dei posti richiesti verranno date indicazioni per il pagamento del contributo.
L’iscrizione sarà valida solo al momento del pagamento, che potrà avvenire sul cc della Banca Popolare di Vicenza, intestato a Dryphoto Arte contemporanea, cod. iban IT25 M057 2821 5014 9057 0086 069 indicando come causale iscrizione guardare al paesaggio o presso la sede di Dryphoto.
Prenotazione obbligatoria posti limitati

Costi
Per ogni singola domenica è richiesto un contributo di euro 26
Abbonamento alle 5 giornate euro 100 (per le iscrizioni sarà data precedenza agli abbonamenti)
Nel prezzo è compreso un buffet per il pranzo.

Crediti formativi
Per Architetti, Pianifcatori, Paesaggisti e Conservatori saranno concessi 6 crediti formativi ad incontro

Info
Andrea Abati andrea.abati@tiscali.it, cell. 347 362 428 6
Dryphoto arte contemporanea info@dryphoto.it, tel. +39 0574 603 186

Invito alla conferenza stampa di presentazione dell’esposto sullo stato di degrado del complesso ternale di Bagni di Petriolo

Italia Nostra Onlus
Amici dei Bagni di Petriolo
invitano alla conferenza stampa
al Caffè GIUBBE ROSSE
Piazza della Repubblica Firenze
giovedì 13 novembre 2014, ore 11,30

Terme di Petriolo: area di balneazione nel degrado

Terme di Petriolo: Il tratto di mura più compromesso pressato dalla strada di cantiere

Terme di Petriolo: qualità delle rifiniture e stato dei bagni

Interverranno:

  • Mariarita Signorini per Italia Nostra Onlus Nazionale
  • Vittorio Cambria per Italia Nostra Siena
  • Angelo Isola Presidente ‘Amici dei Bagni di Petriolo’

Per presentare l‘esposto inviato alla Procura della Repubblica che denuncia lo stato di degrado del complesso termale storico dei Bagni di Petriolo, interessato dalla cantierizzazione dell’adeguamento della statale Siena-Grosseto, della costruzione del nuovo viadotto sul fiume Farma e per segnalare il pericolo per l’incolumità dei bagnanti e di chi staziona nelle vasche prossime al fiume.
Per maggiori informazioni contattare
Mariarita Signorini, Consigliere nazionale Italia Nostra e Vicepresidente di Firenze

Terme di Petriolo, nonostante le promesse nessun intervento. Le associazioni sollecitano l’intervento del Prefetto

Fonte: Gonews

Comunicato stampa di “Gli Amici dei Bagni di Petriolo”- “Italia Nostra”

I visitatori e gli utenti delle vasche libere ai Bagni di Petriolo sono sempre più numerosi, rimane invece costante l’atteggiamento ed il comportamento omissivo delle istituzioni che dovrebbero interessarsi della tutela ambientale e sanitaria di una risorsa turistica così frequentata.
Mesi fa, il 18 marzo 2014, all’incontro pubblico convocato dal Comune di Monticiano per “fare il punto” sullo stato del cantiere e relativo impatto sull’area dei bagni, il Prefetto di Siena, Dr. Saccone, dichiarò il ruolo attivo delle associazioni nella tutela dei beni ambientali e storici, come la chiesa e la cinta muraria, la cui stabilità è minacciata da una pista di cantiere che Anas ha scelto di far passare all’interno dell’area storico monumentale.
Le associazioni, “Italia Nostra”, sezione di Siena e “Amici dei bagni di Petriolo” espressero, anche presentando una perizia tecnica, perplessità sugli interventi – impropriamente definiti di “restauro” – di messa in sicurezza degli immobili; fecero notare come anche a quell’incontro non fosse presente la società Unipol, proprietaria dell’area e degli edifici storici e quindi interlocutore fondamentale per qualsiasi progetto o intervento su Petriolo.
Il rappresentante dell’Anas dichiarò, anche su stimolo ed invito del Prefetto, di essere disponibile ad accogliere alcune richieste delle associazioni, precedentemente negate, quali un miglioramento del sito internet dedicato ad informare la cittadinanza sullo stato dei lavori, il concordare visite al cantiere dei tecnici indicati dalle associazioni, il fornire maggiori informazioni sugli accordi intercorsi con Unipol in merito alla gestione dell’area e degli immobili.
Il Sindaco di Monticiano fece propria e ribadì la richiesta ad Anas di rendere più agevole e sicuro l’accesso alle vasche, danneggiato dalla cattiva regimentazione delle acque pluviali ad opera del cantiere; questo minimo intervento sarebbe stato un doveroso gesto di buona volontà e di rispetto per i visitatori ai quali il cantiere ha, di fatto, impedito l’accesso al corso del fiume Farma. Inoltre il Comune si sarebbe fatto parte attiva per convocare, sotto l’egida della Regione Toscana, un tavolo di concertazione per valutare e proporre interventi di tutela e recupero dell’area.
Il Prefetto si propose come garante della realizzazione di quanto era emerso, in clima costruttivo, nella riunione; tuttavia le promesse e gli impegni di Anas e del Comune di Monticiano rimangono lettera morta.
Le associazioni hanno sollecitato, finora senza esito, l’ intervento di garanzia della Prefettura per l’esecuzione degli interventi concordati: tuttavia ci rivolgiamo ancora al Prefetto, come figura di garanzia, affinché intervenga nell’ambito delle proprie funzioni, per far rispettare, non solo gli impegni presi in un incontro pubblico, ma anche le competenze istituzionali, in materia di tutela sanitaria ed ambientale, da tempo disattese dalle amministrazioni, comunale e provinciale, competenti per territorio.

Domenica 9, l’assemblea annuale de “Gli Amici dei Bagni di Petriolo”

“Il complesso storico termale di Petriolo è visitato, anche d’inverno, da decine di persone che apprezzano questa fonte di calda acqua termale; tuttavia gli enti locali sembrano non rendersi conto del valore di questa risorsa, lasciata senza i minimi servizi per gli utenti.
Inoltre il cantiere che attraversa l’area storica pone ulteriori pericoli alla stabilità delle mura e della chiesa.
L’Associazione “Gli Amici dei Bagni di Petriolo”, nel corso dell’ultimo anno è riuscita a mantenere viva l’attenzione, tramite la stampa locale, i media, la televisione, sul colpevole degrado dell’area; abbiamo ottenuto una buona visibilità, come si vede anche dalle visite alla nostra pagina FB.
Per valutare, continuare e migliorare le nostre azioni invitiamo soci e simpatizzanti a partecipare all’assemblea annuale, Domenica 9 marzo alle ore 16,30 a Casal di Pari, presso la sede dell’associazione archeologica “Odysseus”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: