Archivi tag: illuminazione pubblica

Enea: risparmio di 400 milioni da efficienza illuminazione pubblica

Fonte: Gaia News

L’Enea è pronta a far risparmiare alle amministrazioni pubbliche ben 400 milioni di euro, grazie all’aumento dell’efficienza del sistema di illuminazione delle strade, possibile grazie all’applicazione di un progetto sperimentale chiamato Lumière e che ha già dato ottimi frutti nei 450 comuni in cui è stato applicato.
L’illuminazione pubblica rappresenta una importante fetta del consumo di elettricità per illuminazione, per la precisione il 12% dell’energia consumata per sistemi di illuminazione sia pubblici che privati. Anche solo intaccare questa percentuale potrebbe far risparmiare all’Italia – importatore netto di energia – molti soldi.
Partendo dal progetto Lumière, l’Enea ha presentato delle linee guida per i comuni che vogliano rendere efficiente il servizio di illuminazione pubblica durante il convegno “Lumière. L’illuminazione pubblica nella prospettiva della Smart city”.
L’ing. Giovanni Lelli, Commissario dell’Enea, ha dichiarato : “L’illuminazione pubblica è uno dei servizi di primaria importanza per i cittadini che presenta significative potenzialità di risparmio energetico. Per promuovere interventi di efficienza energetica nell’illuminazione pubblica, l’ENEA già da alcuni anni ha promosso il progetto Lumière, che ha coinvolto diversi operatori nei Comuni italiani, mettendo a disposizione degli Enti Locali le proprie competenze tecniche per aiutarli a conseguire una riduzione dei consumi elettrici connessi al sistema di illuminazione pubblica.”
Per Lelli è importante evidenziare che “l’illuminazione pubblica rappresenta a livello nazionale il 12% del totale dell’energia elettrica consumata per i sistemi di illuminazione pubblici e privati. Si stima che con l’attuazione di interventi idonei a rendere il sistema più efficiente si possano ridurre i consumi del 30% circa, con una contrazione dei consumi pari a circa 2 TWh l’anno, con un risparmio economico di circa 400 milioni di euro l’anno.”
Per quanto riguarda il progetto pilota Lumière, finanziato nell’ambito dell’Accordo di Programma per la Ricerca di Sistema Elettrico con il MiSE, esso ha coinvolto circa 450 Comuni e ha permesso all’ENEA di identificare le esigenze delle amministrazioni locali e le principali difficoltà connesse alle carenze tecnico-amministrative nella pianificazione degli interventi di efficientamento del sistema di illuminazione pubblica.
Quello che serve alle amministrazioni pubbliche, secondo l’Enea, sono impianti più efficienti ed innovativi, minori consumi energetici, minori costi e minore impatto ambientale.

Annunci

Urbe tutela i migratori: niente pale eoliche

Fonte: La Stampa

Rallenta il progetto per nuovi impianti fotovoltaici

«Il Comune di Urbe è impegnato per sbloccare lo spinoso problema dell’eolico che ha subito un rallentamento per  il passaggio, nelle zone interessate, di una particolare tipologia di uccelli migratori». Lo afferma il vicesindaco Lorenzo Zunino nell’ambito del programma amministrativo di riduzione della spesa energetica.  La Regione ha infatti bocciato gli impianti che si trovano in cima ai crinali dove è previsto il passaggio degli uccelli migratori. «Altro traguardo importante, da raggiungere in tempi brevi, consiste nella realizzazione dell’impianto a biomasse in località Montà (vicino al confine territoriale con Sassello), che comporterà risparmio energetico e un’importante opportunità per pulizia e risanamento dei nostri boschi, insieme alla disponibilità di un discreto numero di posti di lavoro – aggiunge Zunino – . Inoltre, dopo il compimento dell’impianto fotovoltaico sulle scuole di Campè, che consente un recupero nella quota incentivi di novemila euro l’anno, siamo intervenuti sui costi dell’illuminazione pubblica».

Dalla Commissione Ambiente della Camera stop alla norma ‘cieli bui’

Fonte: Adnkronos

Con la misura si puntava a far risparmiare agli enti locali fino a un miliardo di euro limitando l’illuminazione

Stop della Commissione Ambiente della Camera alla cosiddetta norma ‘cieli bui’ contenuta nella legge di stabilità. Si tratta della misura con cui si puntava a far risparmiare gli enti locali fino a un miliardo di euro limitando l’illuminazione pubblica.
“La norma in questione – spiega all’Adnkronos Angelo Alessandri, presidente della commissione e parlamentare della Lega Nord – è stata modificata, preservando la parte che invita a puntare su tecnologie a risparmio energetico”. Ma vengono meno, di fatto, i passaggi che prevedevano di affievolire l’illuminazione nelle ore notturne. La norma ‘cieli bui’ nei giorni scorsi aveva fatto discutere, tra ambientalisti favorevoli alla misura e associazioni preoccupate per la sicurezza nelle strade, soprattutto delle donne.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: