Archivi tag: materie prime

Verso rifiuti zero

Italia Nostra Firenze, insieme al Comitato Valdisieve e alle Associazioni Valdisieve e Vivere in Valdisieve contro inceneritore della Rufina

Fonte: Sieve on line

La manifestazione di Sabato scorso, ultima iniziativa di un percorso iniziato nel 2005, dalle prime iniziative del Comitato Valdisieve e delle Associazioni Valdisieve e Vivere in Valdisieve, alle quali si è schierata anche Italia Nostra, mostra e rimarca nuovamente quanto è avverso il progetto del nuovo inceneritore dagli abitanti della Valdisieve.
L’Incenerimento rimane una pratica obsoleta, costosa, dannosa per la salute e l’ambiente e che reprime le grandi potenzialità economiche ed occupazionali della gestione virtuosa dei rifiuti, infatti denominati, MATERIE PRIME SECONDE.
Per questo la Rete Ambientale della Valdisieve CHIEDE:

  1. IL BLOCCO IMMEDIATO DEL PIR (Piano Interprovinciale dei Rifiuti) e conseguentemente di tutti gli impianti di incenerimento previsti, a partire da quello di Rufina, localizzato, tra l’altro, in zona di pregio ambientale paesaggistico e in area golenale del fiume Sieve, ad alto rischio esondazione.
    L’inceneritore è stato attivo dal 1978 al 2010 ma le sue tragiche conseguenze sulla salute degli abitanti della Valdisieve non sono mai state valutate, da una seria indagine medico scientifica.
  2. ADESIONE DI TUTTI I COMUNI DELLA VALDISIEVE AL PROGETTO RIFIUTI ZERO. Adesione già data da tanti comuni Toscani, dall’apripista Capannori, sino all’ultima di Greve in Chianti.
  3. ADESIONE DI TUTTI I COMUNI DELLA VALDISIEVE A ALTER-PIANO.
    Progetto e proposta che confermano l’attività propositiva e innovatrice dei COMITATI sorti spontaneamente tra gli abitanti delle nostre terre.
  4. TRASFORMARE A.E.R. in una vera e moderna società PUBBLICA di servizi ai cittadini e di gestione rifiuti, attraverso un sano e trasparente USO delle risorse pubbliche, direttamente controllata dai cittadini, che DEVONO avere FACOLTA’ DECISIONALE.
    A FRONTE DI CIO’ SI PROPONE UNA COMMISIONE PUBBLICA DI CONTROLLO, le cui modalità, caratteristiche e competenze dovranno essere definite in seguito.

AER NON DEVE ESSERE PIU’ RICOVERO PER EX AMMINISTRATORI LOCALI E SPRECO DI RISORSE PUBBLICHE MA FONTE VIRTUOSA DI OCCUPAZIONE STABILE E TUTELATA.
L’ultimo invito per tutti gli abitanti della valdisieve a contribuire direttamente a questa battaglia ambientale, culturale, economica, di tutela della salute di tutti, e per l’occupazione.
INISEME SI PUO’ VINCERE!!!!

LA RETE AMBIENTALE VALDISIEVE –ITALIA NOSTRA

Annunci

Consegna delle firme per fermare l’inceneritore di Selvapiana

COMUNICATO – RACCOLTA FIRME
Associazione Valdisieve
Comitato Valdisieve
Vivere in Valdisieve

COMUNICANO che
Sabato 23 Giugno 2012, alle ore 10.00 effettueranno la prima consegna delle FIRME dei cittadini della Valdisieve AL SINDACO DEL COMUNE DI RUFINA invitandolo a fermare i lavori per la costruzione del NUOVO INCENERITORE PREVISTO IN LOCALITA’ SELVAPIANA prendendo in seria considerazione la possibilità di valutare l’alternativa di impianti a freddo non finalizzati alla produzione di CDR, ma al reale recupero di materia prima seconda senza produrre danni ai cittadini e al territorio.
INOLTRE cittadini della Valdisieve invitano gli amministratori a impegnarsi su tutto il territorio per:

  • la riduzione dei rifiuti
  • la raccolta porta a porta
  • il recupero di materia ( in quanto le materie prime sono comunque in fase di esaurimento);
  • il riciclaggio effettivo;
  • l’ulteriore selezione in TMB;
  • la creazione di un centro di ricerca e riprogettazione secondo il principio “dalla culla alla culla” in modo da riutilizzare/riciclare anche i prodotti più difficili, come per esempio i pannolini (progetto Pampers-Vedelago);
  • la progettazione di una “società del riciclaggio” come chiesto dall’UE;
  • l’introduzione della tariffa PUNTUALE che rispetti il principio di “chi più produce, più paga”.

Tutte azioni a cui l’UE fa riferimento sia attraverso le sue Direttive (2008/98/CE) che attraverso STRATEGIE ( come Europa 2020) che con le varie RISOLUZIONI del PE – votate a partire dal 20 aprile scorso (come la 2011/2068(INI)), in cui per la prima volta si arriva a porre all’ordine del giorno la necessità di produrre uno smaltimento “prossimo allo zero” e invita, per ragioni economiche e per un impiego efficiente delle risorse, gli Stati membri ad introdurre gradualmente un divieto generale dello smaltimento in discarica a livello europeo e ad abolire progressivamente l’incenerimento dei rifiuti riciclabili e compostabili entro il 2020.

ASSOCIAZIONE VALDISIEVE
COMITATO VALDISIEVE
ASSOCIAZIONE VIVERE IN VALDISIEVE

assovaldisieve@gmail.com
comitatovaldisieve@libero.it
vivereinvaldisieve.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: