Archivi tag: parcheggio sotterraneo

Piazza del Carmine, addio alle macchine

Fonte: La Repubblica Firenze 9/11/2013
Di: Massimo Vanni

Rivoluzione in Oltrarno, l’annuncio del sindaco. L’operazione all’inizio del 2014
Il sindaco deciso a intervenire senza aspettare quello sotterraneo

Fuori le auto da piazza del Carmine. Senza neppure aspettare il previsto parcheggio sotterraneo, tanto osteggiato dai residenti. Fuori subito, a partire dai primi giorni dell’anno. Dopo la Befana. Quando scatterà la pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita e anche la rivoluzione dei lungarni e dell’Oltrarno. Ad annunciarlo, il sindaco Matteo Renzi nella Enews diffusa ieri sera.
«ADESSO una fase di ascolto in città e con i comitati, alcuni dei quali sono professionisti della critica: poi si parte. E confermo l’impegno per liberare piazza del Carmine dalle auto». Scrive così il sindaco nella Enews, usando la parola «confermo». Che però annuncia la sorpresa dei tempi. Perché se fino ad oggi, l’idea di togliere le 200 e passa auto oggi parcheggiate davanti alla Chiesa del Carmine e alla Cappella Brancacci contenente gli affreschi di Masaccio era legata al progetto del parcheggio sotto la piazza, adesso è legata alla pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita. Slittata dal 10 novembre prossimo a dopo le feste.
Lo sfratto delle auto potrebbe in realta arrivare alcuni giorni dopo il Ponte Santa Trinita e i cambi di circolazione previsti per i lungarni e per l’Oltrarno. Ma a Palazzo Vecchio si stanno ormai studiando le soluzioni alternative per le auto dei residenti: sulla scrivania del sindaco ci sono tre ipotesi diverse. Anche se, qualunque sarà la decisione finale, sembra ormai chiaro che per recuperare e riservare posti auto ai residenti sfrattati dal Carmine verranno cancellate molte delle strisce blu della zona. Cioè molta dell’attuale sosta a pagamento.
Nell’ultimo scorcio Renzi pare del resto deciso a puntare di nuovo sulle pedonalizzazioni che proprio all’inizio del suo mandato (piazza Duomo anzitutto) gli avevano regalato tanta visibilità. Collegate comunque a rivoluzioni della circolazione. Perché la chiusura al traffico del Ponte Santa Trinita, per la quale non c’è ancora una data esatta, si porta dietro anche l’inversione dei sensi per via Romana e via Maggio da una parte e via de’ Serragli dall’altra. Quest’ultima non servirà più ad uscire dal centro, ma come ingresso. Mentre i lungarni, una volta eliminato l’attuale giro dei ponti, correreanno in senso inverso: quelli dalla parte del centro dal Ponte Vecchio in direzione di piazza Goldoni, quello d’Oltrarno dal ponte Vespucci fino a via Maggio e poi Borgo San Jacopo.

Italia Nostra – sTraffichiamo Firenze contro parcheggio sotterraneo di Piazza del Carmine

Italia Nostra Onlus
sTraffichiamo Firenze

Firenze, 5 dicembre 2012

Al Garante regionale per la comunicazione e la partecipazione nel governo del territorio Massimo Morisi
All’Assessore all’Urbanistica Elisabetta Meucci
Ai partecipanti al Focus Group

Oggetto: la posizione di Italia Nostra e sTraffichiamo Firenze sui parcheggi interrati piazza del Carmine e piazza Brunelleschi

Nell’impossibilità a partecipare al focus group di questa sera, Italia Nostra e sTraffichiamo Firenze vogliono comunque esprimere la propria posizione sui parcheggi interrati piazza del Carmine e piazza Brunelleschi. Le due associazioni sono contrarie ai due parcheggi sotterranei previsti in piazza del Carmine e in piazza Brunelleschi. Lo hanno anche ribadito nel corso dell’incontro pubblico organizzato dalla Rete No Smog e da Oltrarnofuturo il 21 novembre scorso in piazza Tasso, incontro molto “partecipato” dai cittadini dell’Oltrarno.
Con la realizzazione dei due parcheggi sotterranei, previsti in pieno centro storico e in piena ZTL, si rischia di rimettere in discussione la stessa ZTL. Sono due parcheggi attrattori di traffico e, per rendere proficuo il project financing di Firenze Parcheggi, il Comune dovrebbe agevolare l’accessibilità ai due parcheggi, ridimensionando la ztl e aprendo al traffico privato strade nell’Oltrarno e in S.Croce. La Ztl sarebbe stravolta: non a caso per il parcheggio di piazza Brunelleschi è previsto il pagamento supplementare di 1 euro, proprio per la ztl, monetizzandone così lo sforamento.
I due parcheggi sotterranei sarebbero destinati quasi esclusivamente a tariffa oraria, riducendo i posti di sosta gratuita per i residenti nella ztl; provocherebbero l’aumento del traffico e quindi dell’inquinamento atmosferico e acustico, mentre gli ingenti lavori di costruzione potrebbero mettere a rischio e danneggiare sottosuolo, edifici e monumenti di valore artistico, come la Basilica del Carmine che ospita tra l’altro la Cappella Brancacci con il celebre ciclo di affreschi di Masolino e Masaccio, completati in seguito da Filippino Lippi e che è un’opera fondamentale dell’arte rinascimentale.
Le due associazioni chiedono perciò al processo partecipativo di arrivare alla rinuncia al progetto stesso dei parcheggi e alla presentazione di proposte alternative, con aree sosta ai confini della ztl di Oltrarno. Durante l’incontro pubblico del 21 novembre scorso Italia Nostra e sTraffichiamo Firenze avanzarono anche alcune proposte, condivise con il Comitato Oltrarnofuturo, quali lo spostamento della centralina di rilevazione della qualità dell’aria, che attualmente si trova dentro al giardino di Boboli, in via de’ Serragli o via Romana; l’allontanamento dalle strade del quartiere di tutti i torpedoni turistici e privati che a vario titolo le percorrono; la ZTL 24 ore su 24.

Mariarita Signorini – Italia Nostra
Maurizio Da Re – sTraffichiamo Firenze

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: