Archivi tag: parcheggio

Un appello da chi vive il Nidiaci

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera che l’associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus ha inviato a tutto il Consiglio Comunale.

Ai consiglieri del Comune di Firenze
In questi giorni, sarete chiamati a votare sull’area detta “il Nidiaci”.
Prima di farlo, vi chiediamo di leggere queste nostre parole.
Noi siamo l’Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus, che riunisce circa 200 famiglie di San Frediano e Santo Spirito, che frequentano o hanno frequentato l’area Nidiaci – un numero molto più alto di individui se pensiamo come l’accompagnamento dei bambini venga spesso diviso tra genitori, nonni, zii.
La nostra non è quindi un’opinione tra le altre: rappresentiamo la totalità delle persone che usufruiscono dell’area e abbiamo stabilito profondi rapporti con tutte le altre realtà del quartiere, dalla parrocchia alle associazioni di volontariato alla “Parte Bianca”. E abbiamo dimostrato, crediamo, costanza, impegno e lunga memoria.
Il 24 novembre scorso, siamo stati convocati a Palazzo Vecchio, dove ci hanno annunciato una proposta di accordo con la proprietà, che implica in sostanza che il privato pagherà se stesso per costruire un edificio in un angolo del giardino, che poi restituirà alla comunità; in cambio il Comune modificherà il regolamento sui parcheggi interrati e toglierà i vincoli su tutta la proprietà, che uscirà così, dopo cento anni, dall’uso pubblico. La ludoteca di Via Maffia verrebbe poi chiusa e trasferita in questo nuovo edificio.
Noi non abbiamo mai sentito l’urgenza di avere una ludoteca a tutti i costi in quell’area: ne abbiamo già due ottime e vicine, in Via Maffia e al Gasometro (sappiamo riconoscere perfettamente anche quando il Comune fa qualcosa di buono).
Crediamo poi che sarebbe profondamente diseducativo per i nostri figli assistere alla costruzione di un’ennesima palazzina dentro un giardino storico.
Per tutti noi, l’area è soprattutto il bosco riparato dei bambini, in un quartiere poverissimo di verde. E il punto più bello e storico di questo verde è esattamente lo spicchio che la proprietà intende restituire alla comunità e dove si vorrebbe costruire l’edificio.
E’ lì che si trovano i basamenti delle statue di Emilio Santarelli e soprattutto un platano e un meraviglioso tasso, la cosiddetta “guglia d’Ardiglione”, con la sua chioma a tettoia che copre un diametro di circa 14 metri.
I nostri agronomi stimano l’età di entrambi a circa 150 anni, e tutte le generazioni del quartiere sono cresciute all’ombra di quegli alberi.
Sono alberi insostituibili e completamente diversi da tutti gli altri del quartiere.
Sulla sorte di questi alberi, è stata presentata un’interrogazione in Consiglio Comunale, ma l’assessore competente si è allontanata dall’aula prima di rispondere, per cui non sappiamo quale destino preveda l’amministrazione per loro.
Sull’opportunità di accettare la proposta dell’Amore e Psiche Holding, rinunciando a uno secolare bene pubblico, si possono avere idee diverse da quelle che ha un quartiere sceso in piazza in massa il 10 gennaio scorso per difendere quel bene pubblico.
Ma chiediamo a tutti, di maggioranza o di minoranza, di porre nero su bianco la necessità di salvaguardare quell’angolo del giardino e i suoi alberi, anche visto che nell’area ci sono immobili di proprietà del Comune dentro il giardino che necessitano di ristrutturazione e potrebbero essere destinati a un uso più congruo di quello attuale.
Associazione Amici del Nidiaci in Oltrarno Onlus

Annunci

Parcheggio interrato in Piazza Brunelleschi: Consiglio di Quartiere aperto

Consiglio di Quartiere aperto
Lunedì 15 dicembre alle ore 20.00
Presso l’Oratorio della Parrocchia di Sant’Ambrogio 
Borgo La Croce, 36
Importante appuntamento a cui tutti siamo invitati per dare la nostra voce in cui si parlerà del parcheggio interrato che il Comune di Firenze intende far costruire in Piazza Brunelleschi

Il Comitato per Piazza Brunelleschi chiede che il Comune di Firenze rinunci ad una tale devastante opera nel cuore della città storica di Firenze, che la cancelli dal testo del Regolamento Urbanistico e che Piazza Brunelleschi sia riqualificata destinandone in gran parte l’area giardino (verde pubblico).

Piazza Indipendenza no al parcheggio

“Ancora un attrattore di traffico in zona centro”. Con queste parole i consiglieri Ornella De Zordo e Tommaso Grassi  attaccano l’ipotesi di realizzare un parcheggio a scomparsa in piazza Indipendenza. “La città di Firenze manca ancora di un Piano della Mobilità e di un Piano della Sosta, e il sindaco procede in materia per interventi spot scollegati da un disegno complessivo. I risultati si vedono. Ora pare si stia lanciando nella realizzazione di un parcheggio sotterraneo in piazza Indipendenza e non per residenti. E’ talmente chiaro che si deve disincentivare l’uso delle macchine nella parte del centro storico. E invece cosa fa la giunta Renzi? Prospetta ben 3 parcheggi interrati per non residenti, quindi attrattori di traffico, in 3 piazze centrali come il Carmine, Brunelleschi e Indipendenza. E questo malgrado la popolazione residente chieda tutt’altro, come già manifestato nel corso dei famosi “100 luoghi”. La cura per migliorare la vita di residenti e pendolari che ogni giorno affrontano code e intoppi con relativo aumento dell’inquinamento dell’aria non sarebbe poi così difficile: Firenze – proseguono – deve puntare a diminuire il numero di macchine in circolazione e per farlo occorre potenziare il trasporto pubblico locale da collegarsi a parcheggi scambiatori posizionati nei vari punti di accesso in città, deve riutilizzare contenitori adeguati per parcheggi per residenti, far decollare finalmente il servizio di car sharing e incentivare quel 10 per cento di mobilità che si sposta usando la bicicletta. Questo, oltre a lanciare – e sarebbe la soluzione di fondo – una metropolitana di superficie di area vasta di cui solo ora si comincia a parlare”.

Parcheggio alle Due Strade: intervista a Controradio

Cliccate qui per ascoltare l’intervista a  Italia Nostra Firenze e Comitato locale, andata in onda ieri su Controradio sul parcheggio alle Due Strade

Parcheggio Due Strade, intervista a Mariarita Signorini

23 ottobre 2013 dalle 9.30 alle 10.30 su Controradio (fm 93.6 e 98.9) e su digitale terrestre, andrà in onda l’ intervista a Mariarita Signorini sul parcheggio alle Due Strade, in zona paesaggisticamente tutelata.

I residenti: ‘No al parcheggio sotto a piazza del Carmine’

Fonte: La Repubblica
Di: Simona Poli

NO AL parcheggio interrato in piazza del Carmine. Lo dicono in modo netto e perentorio Sandra Bonsanti, Paul Ginsborg e altri residenti dell’ Oltrarno in un documento che verrà presentato al sindaco nei prossimi giorni. «Quell’opera è totalmente insensata e va messa da parte per sempre. Renzi è pregato di dimenticare il progetto per sempre».
La petizione  – oltre che dalla presidente di LibertàeGiustizia Sandra Bonsantie dallo storico Paul Ginsborg – è firmata dai docenti universitari Ayse Saraçgil, Donatella Della Porta, Anna Di Biagio e Maurizio Viroli, la scrittrice Lidia Castellani, l’editrice Felicetta Ferraro, l’ eurodeputato dell’Idv Niccolò Rinaldi, il responsabile culturale dell’ Istituto Britannico Mark Roberts. «Piazza del Carmine è un luogo di grandissimo rilievo storico e culturale», si legge nella lettera, «riconosciuto dall’ Unesco come patrimonio dell’ umanità. Nella sua chiesa sono custoditi gli affreschi di Masaccio e la piazza, insieme a quella di Santo Spirito, dovrebbe essere il centro vitale di un quartiere amabile nella sua vivace modernità fatta di una popolazione residente largamente rinnovata». Cliccate qui per continuare a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: