Archivi tag: piazza del Carmine

“No scav” fermiamo i parcheggi sotterranei nel cuore di Firenze

Cliccate qui per firmare la petizione di Italia Nostra Onlus Firenze!

Brunelleschi, trenta finestre antiparcheggio sotterraneo

Fonte: Il Corriere Fiorentino, 6/6/2014
Di: G.G.

Dopo la rivolta dell’Oltrarno contro il parcheggio interrato di piazza del Carmine (archiviato dal vicesindaco Nardella), anche piazza Brunelleschi si ribella contro l’ipotesi dei 190 posti su due piani previsti dal Comune nella piazza che sorge a 250 metri dal Duomo. Così, alle finestre del quartiere, sono spuntate trenta bandiere che recitano «No scav, no parcheggio interrato». Ma il comitato per piazza Brunelleschi assicura che ne saranno stampate subito altre cento. Ieri, i residenti hanno spiegato le ragioni del no: servono parcheggi scambiatori e non un «parcheggio attrattivo» che trasformi le strade del centro in una tangenziale; l’inquinamento aumenterebbe in modo pericoloso; anziché tornare utile all’ospedale di Santa Maria Nuova, il parcheggio creerebbe ingorghi per le ambulanze; infine si darebbe spazio a una speculazione privata: «A guadagnarci sarebbe solo chi, come Intesa San Paolo, in piazza possiede un enorme edificio vuoto, che aumenterebbe di valore», dicono dal comitato. Così, la proposta a Palazzo Vecchio è quella di un concorso pubblico che porti a una rivalutazione della piazza: «La nostra idea dicono quelli di piazza Brunelleschi – è quella di un giardino pubblico. Il parcheggio i cittadini non l’hanno mai chiesto: non si può pianificare il futuro della città senza tener conto di chi ci vive».

No ai parcheggi interrati nel centro storico di Firenze

Firma e fai firmare la petizione per salvare il centro storico di Firenze,
patrimonio Unesco!

Firenze ha bisogno di te!
Clicca qui per firmare!

Continua a leggere →

Piazza Indipendenza no al parcheggio

“Ancora un attrattore di traffico in zona centro”. Con queste parole i consiglieri Ornella De Zordo e Tommaso Grassi  attaccano l’ipotesi di realizzare un parcheggio a scomparsa in piazza Indipendenza. “La città di Firenze manca ancora di un Piano della Mobilità e di un Piano della Sosta, e il sindaco procede in materia per interventi spot scollegati da un disegno complessivo. I risultati si vedono. Ora pare si stia lanciando nella realizzazione di un parcheggio sotterraneo in piazza Indipendenza e non per residenti. E’ talmente chiaro che si deve disincentivare l’uso delle macchine nella parte del centro storico. E invece cosa fa la giunta Renzi? Prospetta ben 3 parcheggi interrati per non residenti, quindi attrattori di traffico, in 3 piazze centrali come il Carmine, Brunelleschi e Indipendenza. E questo malgrado la popolazione residente chieda tutt’altro, come già manifestato nel corso dei famosi “100 luoghi”. La cura per migliorare la vita di residenti e pendolari che ogni giorno affrontano code e intoppi con relativo aumento dell’inquinamento dell’aria non sarebbe poi così difficile: Firenze – proseguono – deve puntare a diminuire il numero di macchine in circolazione e per farlo occorre potenziare il trasporto pubblico locale da collegarsi a parcheggi scambiatori posizionati nei vari punti di accesso in città, deve riutilizzare contenitori adeguati per parcheggi per residenti, far decollare finalmente il servizio di car sharing e incentivare quel 10 per cento di mobilità che si sposta usando la bicicletta. Questo, oltre a lanciare – e sarebbe la soluzione di fondo – una metropolitana di superficie di area vasta di cui solo ora si comincia a parlare”.

Piazza del Carmine, addio alle macchine

Fonte: La Repubblica Firenze 9/11/2013
Di: Massimo Vanni

Rivoluzione in Oltrarno, l’annuncio del sindaco. L’operazione all’inizio del 2014
Il sindaco deciso a intervenire senza aspettare quello sotterraneo

Fuori le auto da piazza del Carmine. Senza neppure aspettare il previsto parcheggio sotterraneo, tanto osteggiato dai residenti. Fuori subito, a partire dai primi giorni dell’anno. Dopo la Befana. Quando scatterà la pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita e anche la rivoluzione dei lungarni e dell’Oltrarno. Ad annunciarlo, il sindaco Matteo Renzi nella Enews diffusa ieri sera.
«ADESSO una fase di ascolto in città e con i comitati, alcuni dei quali sono professionisti della critica: poi si parte. E confermo l’impegno per liberare piazza del Carmine dalle auto». Scrive così il sindaco nella Enews, usando la parola «confermo». Che però annuncia la sorpresa dei tempi. Perché se fino ad oggi, l’idea di togliere le 200 e passa auto oggi parcheggiate davanti alla Chiesa del Carmine e alla Cappella Brancacci contenente gli affreschi di Masaccio era legata al progetto del parcheggio sotto la piazza, adesso è legata alla pedonalizzazione del Ponte Santa Trinita. Slittata dal 10 novembre prossimo a dopo le feste.
Lo sfratto delle auto potrebbe in realta arrivare alcuni giorni dopo il Ponte Santa Trinita e i cambi di circolazione previsti per i lungarni e per l’Oltrarno. Ma a Palazzo Vecchio si stanno ormai studiando le soluzioni alternative per le auto dei residenti: sulla scrivania del sindaco ci sono tre ipotesi diverse. Anche se, qualunque sarà la decisione finale, sembra ormai chiaro che per recuperare e riservare posti auto ai residenti sfrattati dal Carmine verranno cancellate molte delle strisce blu della zona. Cioè molta dell’attuale sosta a pagamento.
Nell’ultimo scorcio Renzi pare del resto deciso a puntare di nuovo sulle pedonalizzazioni che proprio all’inizio del suo mandato (piazza Duomo anzitutto) gli avevano regalato tanta visibilità. Collegate comunque a rivoluzioni della circolazione. Perché la chiusura al traffico del Ponte Santa Trinita, per la quale non c’è ancora una data esatta, si porta dietro anche l’inversione dei sensi per via Romana e via Maggio da una parte e via de’ Serragli dall’altra. Quest’ultima non servirà più ad uscire dal centro, ma come ingresso. Mentre i lungarni, una volta eliminato l’attuale giro dei ponti, correreanno in senso inverso: quelli dalla parte del centro dal Ponte Vecchio in direzione di piazza Goldoni, quello d’Oltrarno dal ponte Vespucci fino a via Maggio e poi Borgo San Jacopo.

I residenti: ‘No al parcheggio sotto a piazza del Carmine’

Fonte: La Repubblica
Di: Simona Poli

NO AL parcheggio interrato in piazza del Carmine. Lo dicono in modo netto e perentorio Sandra Bonsanti, Paul Ginsborg e altri residenti dell’ Oltrarno in un documento che verrà presentato al sindaco nei prossimi giorni. «Quell’opera è totalmente insensata e va messa da parte per sempre. Renzi è pregato di dimenticare il progetto per sempre».
La petizione  – oltre che dalla presidente di LibertàeGiustizia Sandra Bonsantie dallo storico Paul Ginsborg – è firmata dai docenti universitari Ayse Saraçgil, Donatella Della Porta, Anna Di Biagio e Maurizio Viroli, la scrittrice Lidia Castellani, l’editrice Felicetta Ferraro, l’ eurodeputato dell’Idv Niccolò Rinaldi, il responsabile culturale dell’ Istituto Britannico Mark Roberts. «Piazza del Carmine è un luogo di grandissimo rilievo storico e culturale», si legge nella lettera, «riconosciuto dall’ Unesco come patrimonio dell’ umanità. Nella sua chiesa sono custoditi gli affreschi di Masaccio e la piazza, insieme a quella di Santo Spirito, dovrebbe essere il centro vitale di un quartiere amabile nella sua vivace modernità fatta di una popolazione residente largamente rinnovata». Cliccate qui per continuare a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: