Archivi tag: pinete

Radio Cora: “Pinete bene comune” intervista a Michele Scola

Fonte: Radio Cora, 11/09/2015

“Salviamo le pinete” il gruppo che si propone di salvaguardare, valorizzare e curare le pinete litoranee della Maremma

Si terrà il prossimo sabato 12 settembre, alle ore 16:30, presso la Sala Consiliare di Castiglione della Pescaia (Gr), la presentazione del progetto “Pineta bene comune“, elaborato dal gruppo “Salviamo le pinete” a cui partecipa anche l’associazione Italia Nostra Onlus.
Il progetto si pone come obiettivo la gestione, la salvaguardia e la valorizzazione dell’ecosistema pineta costiera, che si estende da Castiglione ai Monti dell’Uccellina, il tutto da realizzarsi mediante un percorso partecipativo condiviso che porti alla costituzione di un Tavolo Permanente di Amministrazione e di Governo.
Il progetto prevede anche passeggiate guidate in pineta in modo da sensibilizzare la cittadinanza al rispetto del patrimonio arboreo toscano; la prima passeggiata è in programma già per domenica 13 settembre.
Clicca qui per ascoltare l’intervista

Pineta bene comune!

Sabato 12 settembre ore 16,30 presso la Sala del Consiglio del Comune di Castiglione della Pescaia verrà presentato il progetto Pineta bene comune, unprocesso partecipativo che durerà sei mesi e che coinvolgerà i cittadini nella elaborazione di strategie e progetti condivisi per tutelare e sviluppare l’area della pineta tra Castiglione della Pescaia e la spiaggia di Collelungo, fino ai Monti dell’Uccellina.
Questo il programma della giornata
16,30 – 17,00 Saluti istituzionali

Comune di Castiglione della Pescaia, Comune di Grosseto, Comune di Magliano in Toscana, Provincia di Grosseto
17.00 – 17.10 Comitato Salviamo le Pinete! Responsabile del progetto partecipativo “Pineta Bene Comune”, Dott. Ugo Corrieri
17.10 – 17.15 Comitato Salviamo le Pinete! Co-organizzazione evento iniziale di Castiglione della Pescaia, Prof. Adriano Arzilli
17,15 – 18,15 Breve relazione sui problemi relativi all’ecosistema delle pinete, Dott. Alessandro Chiarucci, Prof. Franco Tassi
18,15 – 18,45 Aspetti tecnici del percorso partecipativo: le opportunità, Dott. Daniele Mirani, Simurg Ricerche, società gestore del percorso partecipativo
18,45 – 19,30 Dibattito
Sarà anche possibile visitare l’interessante mostra del pittore Daniele Govi che negli ultimi anni si è dedicato con passione alla riproduzione delle bellissime pinete del litorale grossetano.
Ai cittadini verranno chieste sia indicazioni sulle priorità di intervento nell’area che idee e contributi per la scrittura di un Regolamento per la valorizzazione della Pineta come bene comune del territorio. Obiettivo finale del percorso è la costituzione di un Tavolo Permanente tra cittadini e Amministrazioni coinvolte, funzionale alla condivisione delle attività di salvaguardia, conservazione e valorizzazione.
In questa occasione verranno fornite indicazioni relative anche alle sei passeggiate in pineta! Le prime due si terranno domenica 13 settembre con la seguente organizzazione:

  • Prima passeggiata (Marina-Principina): 13/09/2015 ore 9,30 -> ritrovo in Via del Tombolo a Marina sud, all’inizio della pista ciclabile che va da Marina di Grosseto a Principina a Mare.
  • Seconda passeggiata (Fiumara Sud): 13/09/2015 ore 16,30 -> ritrovo al piazzale dei ferrovieri, terzo ingresso verso il mare della strada Marina-Castiglione.

(Le altre quattro passeggiate si svolgeranno, compatibilmente con le condizioni meteo, con il seguente calendario: una la mattina ed una il pomeriggio del giorno 27 settembre; una la mattina ed una il pomeriggio del giorno 18 ottobre. Nei prossimi giorni maggiori dettagli).
Si tratta di escursioni semplici, aperte a tutti gli interessati, che consentiranno di verificare sul campo lo stato di salute delle pinete, evidenziandone punti di forza, minacce e idee per il futuro; i facilitatori raccoglieranno i racconti, le idee, le esperienze degli stessi partecipanti per porre le basi del lavoro successivo.
Abbigliamento consigliato: scarpe da ginnastica o da trekking comode, pantaloni preferibilmente lunghi per camminata outdoor, cappello e occhiali per il sole, bottiglietta di acqua (consigliata portaborraccia a marsupio), spray antizanzare, NO a borse di alcuntipo, portare solo marsupio capiente.

Firma la petizione per salvare le pinete

Le pinete sono una parte essenziale degli equilibri ambientali e la loro distruzione costituisce un danno per la collettività che il Ministero dell’Ambiente dovrebbe immediatamente evitare e perseguire, ai sensi del vigente Codice dell’Ambiente. In Toscana, così come in tutta Italia stiamo assistendo alla loro distruzione, dal taglio dei pini con le scuse più differenti per gassificarli come biomasse, alla folle eliminazione del sottobosco che le riduce da sistema-bosco a nudo gruppo di alberi. In Maremma sono sotto attacco tutte le pinete litoranee, persino all’interno di Siti Natura 2000, Parco Naturale della Maremma, Riserva umida Diaccia Botrona di importanza internazionale per convenzione Ramsar.
Non vengono rispettate le Direttive Habitat e Direttiva Uccelli. Non vengono tutelati i corridoi biologici riconosciuti dalla Regione Toscana dei quali fanno parte tutte le pinete litoranee.
Si tagliano pini ultracentenari e centinaia di ettari di sottobosco per i più vari motivi senza nemmeno un piano forestale né una preventiva identificazione e senza valutazioni di impatto ambientale.
Le pinete sono apportatrici di benessere, di salute, di longevità e di prosperità per ogni persona ad ogni età, purché ne venga mantenuta ed esaltata la varietà e biodiversità, riducendo al minimo le intrusioni e modificazioni dell’uomo. Come parte essenziale del paesaggio le pinete sono un bene comune di tutti, nella proprietà collettiva sovrana del Popolo Italiano e devono e possono essere difese da ogni cittadino su ogni piano. Stanno scomparendo ettari di pineta e tutto ciò che nelle pinete vive dalle meravigliose orchidee selvatiche alle tartarughe di terra schiacciate ora dai cingolati nei loro rifugi invernali.
E’ necessario fermare subito questo scempio delle nostre pinete.
Ci sono state lasciate dagli Etruschi, abbiamo l’obbligo di salvarle e lasciarle intatte per le future generazioni. Contribuisci con la tua firma a Salvare le Pinete!
Salviamo le Pinete
Clicca qui per firmare la petizione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: