Archivi tag: prato

Discarica in fiamme, Italia Nostra:”Si apre un grave problema ambientale”

Fonte: StampToscana

“Ció che è accaduto apre un problema ambientale molto grave. La discarica accoglie anche alcune tipologie di rifiuti classificati “pericolosi”, tra i quali quelli contenenti amianto. Quindi, oltre alla diossina e alle polveri sottili, che inevitabilmente si producono con l’incendio, è probabile che siano state disperse altre sostanze pericolose per la salute”. Lancia un fortissimo allarme, il vicepresidente di Italia nostra Toscana Mauro Chessa, che aprla nome del Direttivo toscano, per quanto riguarda l’incendio che due giorni fa è scoppiato nella discarica del Cassero, a Serravalle Pistoiese.

Continua a leggere →

Annunci

Recuperato a Venezia dipinto del ‘400 originariamente attribuito a Lippi rubato nel ’70

Fonte: La Nazione

“L’Adorazione del Bambino” portata via nel settembre 1970 dal Museo della Collegiata di Santa Maria Assunta di Castel Arcuato (Prato)  è stata ora attribuita a “Pseudo Pier Francesco Fiorentino”, allievo e contemporaneo di Lippi

Prato, 14 dicembre 2013 – I carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Venezia hanno recuperato un dipinto del ‘400, un’adorazione del bambino originariamente attribuita a Filippo Lippi, rubato nel settembre 1970 dal Museo della Collegiata di Santa Maria Assunta di Castel Arcuato. L’opera sequestrata dai carabinieri è un dipinto a olio su tavola intitolata “Adorazione del Bambino” originariamente attribuita al pittore Filippo Lippi (Firenze 1406 – Spoleto 1469) ma in realtà ora attribuita a “Pseudo Pier Francesco Fiorentino”.
A seguito dell’individuazione e del sequestro del dipinto, gli studiosi della Soprintendenza per i Beni Storico Artistici ed Etnoantropologici di Parma e Piacenza sono riusciti non solo ad riconoscere l’opera quale quella trafugata nel 1970, ma anche ad approfondire ulteriori importanti analisi autoptiche che portavano all’attribuzione del manufatto artistico non più a Filippo Lippi ma alla produzione artistica del cosiddetto “Pseudo Pier Francesco Fiorentino” attivo a Firenze nel XV secolo, allievo e contemporaneo di Lippi.
Il recupero integrale di un altro importante tassello del nostro patrimonio culturale si è perfezionato con l’acquisizione materiale a seguito di una indagine di polizia giudiziaria portata a termine dai carabinieri, propedeutica agli ulteriori importanti sviluppi dell’indagine filologica, condotta dagli studiosi, che ha prodotto l’ultima e conclusiva attribuzione scientifica dell’opera d’arte.
Il ritrovamento è avvenuto nell’ambito di un’indagine coordinata dal sostituto procuratore di Prato, Benedetta Foti. Il dipinto è stato individuato nel catalogo di una casa d’aste toscana sul mercato antiquario internazionale, attraverso l’ausilio della banca dati dei carabinieri delle opere d’arte illecitamente sottratte.

“Alle falde del Kilimangiaro” sulle Cascine di Tavola

cascine di tavola

Cliccate sull’immagine per vedere il servizio

Cascine di Tavola messa all’asta

L’articolo che trovate di seguito contiene  un discreto approfondimento storico della vicenda.
Con la messa all’asta di questo Bene architettonico di immenso valore siamo forse alle ultime battute di un’emergenza che l’associazione nazionale, unitamente alle sezioni d’ Italia Nostra di Firenze e di Prato segue ormai da anni, come testimoniano gli innumerevoli articoli usciti a questo proposito su Repubblica, Il Tirreno e sul Corriere della Sera (Gian Antonio Stella).
Auguriamoci ora che possa tornare in mano pubblica.
Mariarita Signorini
responsabile comunicazione Italia Nostra Toscana, membro della Giunta, del gruppo di lavoro energia e responsabile restauri del Consiglio nazionale Italia Nostra

Fonte: “Metropoli Prato” (dell’11.10.2013)
Di: Debora Pellegrinotti
Cascine di Tavole: può essere la volta buona

Orti sociali a San Paolo, aperto il bando

Fonte: Il Tirreno

I pensionati dovranno inviare domanda entro il 14 novembre.
A disposizione 40 lotti di terreno

La circoscrizione ovest ha emesso il bando per l’assegnazione di 40 lotti di terreno destinati a orti sociali in via Toscanini a San Paolo.
«Nell’ambito delle iniziative di carattere sociale – fanno sapere dalla circoscrizione – saranno assegnati ai cittadini, in concessione con scadenza triennale, appezzamenti di terreno di proprietà comunale destinati ad orti sociali in via Toscanini a San Paolo, allo scopo di stimolare l’impiego del tempo libero della popolazione in età pensionabile tramite attività ricreative volte a favorire la socializzazione e la conservazione di pratiche rurali. Si tratta della terza assegnazione triennale, infatti i contratti con gli attuali conduttori scadranno il 31 dicembre.
Per avere diritto all’assegnazione occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenti nel Comune di Prato
  • essere pensionati
  • essere in grado di svolgere in modo diretto la coltivazione del fondo e non avere altri appezzamenti di terreno coltivati a orto in proprietà o altro titolo

La concessione degli orti avverrà a seguito della presentazione di un’apposita domanda da parte dei soggetti interessati e della formazione di una graduatoria degli aventi diritto. La graduatoria sarà formulata in base ai criteri stabiliti dal Regolamento comunale per gli Orti.
I cittadini interessati possono fare richiesta presso la Circoscrizione Prato Ovest, Via Isidoro del Lungo 12 a Galciana, a partire da lunedì 14 ottobre fino a giovedì 14 novembre 2013.

Mariarita Signorini e le Cascine di Tavola

Il 14 dicembre 2012 del programma televisivo di
Rai Tre CODICE a BARRE,
in onda dalle 11.00 alle 11.30,
interverrà Mariarita Signorini, vicepresidente di Italia Nostra Firenze e consigliere nazionale dell’associazione,
per parlare della questione relativa alle
CASCINE DI TAVOLA – “La fattoria di Lorenzo Il Magnifico”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: